Petrolio, rally (apparentemente) senza fine

Scritto il alle 23:45 da Danilo DT

E’ giusto tornare a fare il punto della situazione. Il motivo principale è questo: il WTI ha raggiunto il target (96) che ci eravamo prefissato, proprio in concomitanza con un altro target, quello del cross EUR/USD, ovvero 1.45. Dal grafico visibile cliccando qui sotto, potete vedere l’interessante configurazione del grafico del petrolio WTI. Il prezzo ha fatto questa “curva” su cui si sta appoggiando il rialzo. Il target, pari al 161.8 % di Fibonacci (area 96 $), è stato toccato ieri nell’intraday, e subito è stato un limite che si è dimostrato difficile da superare. L’RSI nel frattempo ha preso una configurazione altrettanto interessante e in divergenza. I Volumi sono molto alti, segno ulteriore della fase speculativa che potrebbe essere arrivata all’ultimo stadio. Eccovi il grafico !

Wti petrolio 2007

 

Il prezzo è tutto fumo

Ma la domanda che si fa la maggior parte degli operatori è la seguente: i prezzi sono coerenti con la realtà delle cose? E’ corretto che il prezzo dell’oro nero sia pari a quasi 100 $/bar? Per rispondere a questa domanda, vi dico una cosa che è sconcertante. Molti incolpano l’OPEC e il suo operato, in quanto lo considerano troppo blando e troppo poco influente sul prezzo del petrolio. C’è però una cosa da dire. Alla fine della fiera, il peso specifico dell’operato dell’OPEC ha un’influenza che possiamo definire modesta (e soprattutto psicologica). Perché? Basta guardare i volumi trattati al NYMEX e all’ICE (Londra). Virtualmente viene trattato OGNI GIORNO (e ripeto, ogni giorno) tanto petrolio quanto viene prodotto in un anno. Vi rendete conto ? In un anno ! Quindi il potere c’è l’hanno le banche d’affari, gli hedge funds e gli speculatori. Si desume che il prezzo che ne deriva è assolutamente falso e gonfiato. Indi per cui…si tratta di bolla… e quando scoppierà non ci sarà il “commercial” che interverrà, in quanto troppo alto è il livello sia dei prezzi e sia della speculazione. Immaginatevi quindi cosa potrebbe comportare la rottura di uno stop loss…

 

Curva future sempre più in backwardation.

WTI contratti curva forward backwardationA testimonianza di ciò, basta guardare la curva forward del WTI, ovvero i contratti a termine. La cosa curiosa è che i prezzi trattano a breve a livelli molto superiori che a termine (quindi ho la possibilità di comprare a termine e rivendere subito spot, lucrandoci sopra). Vi propongo, oltre alla curva forward del WTI che trovate qui a fianco, anche un altro interessante grafico che sovrappone i contratti “long” sul WTI e i corsi del WTI spot. Come potete vedere, anche qui si vede che le cose potrebbe cambiare a breve. I longhisti stanno calando a vista d’occhio. Per vedere il grafico cliccate qui sotto.

WTI posizioni long 2007

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+