MERCATI: la differenza tra il sogno ed il miracolo

Scritto il alle 13:57 da Danilo DT

Nel mondo che funziona “all’incontrario” non vi sarà di certo sfuggito il grafico che ieri ho messo in apertura di QUESTO POST dove si illustrava il drammatico crollo del PIL su scala globale.
E’ chiaro che si prospetta una ripresa a V altrimenti i mercati non potrebbero trovare in questa situazione con questi multipli, storicamente (10 anni) al top assoluto.

Price Earning su scala globale: confronto storico

Per assurdo i soliti FANG hanno stabilizzato il loro price earning, mantenendolo in area 72. Un livello che però non mi tranquillizza comunque perché sarebbe normale un progressivo abbassamento verso il PE dello SPX, pur mantenendo un consistente premio.

Adesso come potete vedere il premio tra SP500 e FANG è pari a circa 50. Giustificabile? E soprattutto giustificabile per i FANG in PE che è arrivato in area 70 nel 2019 e tra alti e bassi è rimasto stabile?
C’è una cosa che va a difesa di questo gap costante. Il fatto che gli investimenti vengono fatti solo nella tecnologia e quindi la cosa giustifica un premio più consistente. Pensate a cosa è avvenuto, a cosa è cambiato e come si sta ridisegnando il futuro per colpa di Covid-19.

Ma attenzione, questa ovviamente è la teoria, e poi ci sono le cose che ci incuriosiscono.
Ricordate cosa ho detto prima?
Per giustificare queste quotazioni dobbiamo avere una ripresa a V, anzi per certi versi una ripartenza addirittura più virtuosa, in barba alla fine del ciclo economico.
Però tra tanti dati incongruenti ve ne presento due che mi stanno particolarmente a cuore e che devono quantomeno accendere qualche lampadina alll’investitore consapevole.

USA: RAPPORTO CONSUMI vs RISPARMI (agg. Maggio 2020)

PROFITTI CORPORATE USA

E’ assolutamente necessario che questi due grafici cambino violentemente direzione. Altrimenti solo un miracolo monetario potrebbe far continuare il sogno, ma non per sempre. Anche perchè se le previsioni sono queste, SEMPRE CHE POI siano mantenute, le cose mi tornano sempre meno…

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se sei interessato agli argomenti qui espressi e vorresti approfondirli, contattami!
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (5 votes cast)
MERCATI: la differenza tra il sogno ed il miracolo, 10.0 out of 10 based on 5 ratings
10 commenti Commenta
pistarr
Scritto il 2 luglio 2020 at 17:01

Ma, Danilo, da QUANTO QUANTO QUANTO tempo “I livelli NON TI TRANQUILLIZZANO”,,,,???
Ma RIESCI DAVVERO a scindere la tua TEORIA con la PRATICA OPERATIVA ( sia tua che quella consulenziale) oppure qui scrivi certe cose in una direzione e poi fai l’opposto???
Riesci DAVVERO a scindere la CATERVA DI MONITI ALLA CONSAPEVOLEZZA e poi a stare IN TREND (operativamente)???
Una terza persona direbbe….”giusta teoria ma ormai il Danilo lo conosco e faccio il contrario…
Ma tu, dove immagino la passione e gli sforzi per argomentare quello che da troppo tempo affermi, riesci davvero a NON FARTI INFLUENZARE da quello che dici qui???
Se è cosi vuol dire che hai una straordinaria autodisciplina a gestire l’ambiguità……

I grafici che produci sono interessanti, le tue teorie sono ben argomentate ma la scienza economica non è una scienza esatta come la matematica
tu puoi produrre tutti i grafici che vuoi , ma se il mercato ha deciso di andare da tempo immemorabile al contrario dei tuoi moniti è perchè ci sarà sempre un grafico, un dato, un numero che il mercato usa per dimostrare il contrario
Quindi l’ACCENSIONE di LAMPADINE ED ALLARMI nell’investitore consapevole non deve essere un fatto quasi quotidiano che si sgrana da tempo( mesi e mesi per non dire anni) come un patetico rosario in attesa poi della tempesta che arriverà (perchè arriverà) ma nel frattempo?
E’ come un tizio che al casinò che si ostina a puntare sempre sul rosso, raddoppiando sempre la posta ( cosi alla fine recupera) peccato che questa teoria pseudo vincente è neutralizzata dal LIMITE di puntata.
Qui il limite quale sarebbe? La pazienza? e l’eventuale costo quale sarebbe? LA PERDITA di AUTOREVOLEZZA?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

pistarr
Scritto il 2 luglio 2020 at 17:40

Caso concreto (odierno) del mercato che decide lui cosa fare in BARBA ai TUOI MONITI

So che ti scapperà da ridere (lo stesso faccio io) quando oggi avrai sicuramente letto: TESLA : Wedbush alza TP da 1.000 a 1.250 Dollari eppure è questo che succede…..
quando da ridere scappava già quando il prezzo era a 700 esempio …eppure chi le ha comprate magari lo ha fatto senza farsi influenzare DALLA ASSURDA CAPITALIZZAZIONE (in questo caso non del mercato) DEL TITOLO
Sono sicuro che se tu avessi seguito oltre i mercati anche questo titolo avresti prodotto sequele di grafici, confronti, comparazioni circa l’assurdità della quotazione comparandola con altri produttori di auto ect ect e avresti cominciato da quotazioni bassissime rispetto a quelle odierne…..Apprezzabili e condivisibili argomentazioni MA TROPPO PRESTO
Magari ci sarà stato qualche facilone, che, con uno sforzo intellettivo pari a uno starnuto si sarà detto : Tho’ mi pare una storia a ricalco di TISCALI (quando sfondò quota 1.000 e c’erano analisti che la davano a 1250)
Questo NON SIGNIFICA che il mercato (estrapolando con qualche forzatura il caso TESLA) sia FACILONE, ma quando decide di andare in una certa direzione supportato da manovre straordinarie e volontà politiche ben precise dimostra qualsiasi MONITO ALLA CONSAPEVOLEZZA è carta straccia ( ovviamente fino a subito prima dell’ultima fermata)
Nessuno pretende di individuarla con precisione (la tempesta finale) ma cominciare a scalpitare troppo presto, rollando all’infinito il monito ….

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bat
Scritto il 2 luglio 2020 at 22:25

pistarr@finanza,

Guarda che Danilo fa un ottimo lavoro di analisi tecnica e fornisce sempre molte informazioni anche non convenzionali. E’ una situazione che ha preso alla sprovvista molti analisti; era ipotizzabile una caduta delle borse ma era difficile pensare a una ripresa così repentina, che a questo punto definirei a “radice” (in matematica la funzione opposta all’esponenziale).
Poi sono d’accordo che ormai va tutto rivalutato verso la pratica operativa, ma bisogna anche compendere che chi ha avuto fede da anni, magari anche soddisfazioni, con l’analisi finanziaria, spera sempre di trovare, prima o poi, conferma alle proprie convinzioni.
Questo Covid ha creato situazioni senza precedenti e, fino a pochi mesi fa, impensabili. Ormai non mi stupirei se, nei prossimi mesi, accadessero avvenimenti imprevedibili sia in positivo che in negativo (ad es.: penso che due cigni neri ravvicinati non si siano mai visti). Ma se ci guardiamo indietro, la storia è piena di fatti improssivi e, spesso, inimmaginabili. D’altronde se tutto fosse prevedibile, sarebbe una passeggiata, forse un po’ noiosa…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Scritto il 2 luglio 2020 at 23:34

pistarr@finanza,

Infatti fai bene a comprare Tesla perchè guadagni. Vai tranquillo!
Sul discorso del Trend, ovviamente sei libero di pensare quello che vuoi. Ma devi sapere che il mercato non ha sentimenti, non guarda in faccia nessuno. E sopratutto non bisogna mai sfidarlo. La cosa importante è capire cosa sta accadendo nella realtà. E sopratutto cercare (questa la mia mission) dire nel modo più trasparente possibile, aggiungendo ovviamente il mio punto di vista, come si va evolvendo la situazione.
Saluti

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +6 (from 6 votes)

pistarr
Scritto il 3 luglio 2020 at 09:17

bat@finanza,

Caro bat,
Non ho mai messo in discussione il lavoro di Danilo, anzi se hai letto qualche mio post ne ho sempre lodato la capacità di argomentare le sue affermazioni con grafici, tabelle, riquadri, colori colto interessanti
Questo fa emergere la sua professionalità e lo distingue (ovviamente in positivo) dai tanti ciarlatani che affollano i blog, che quando espongono una loro tesi o non la sanno argomentare o fanno ragionamenti super-arruffati.
Se leggi bene , il nocciolo del mio post critico di cui sopra è : STRAORDINARIA AUTODISCIPLINA NEL GESTIRE L’AMBIGUITA’…. mi spiego meglio…..
Sono convinto che quello che scrive qui lo pensa veramente, ma poi nel suo ambito professionale, operativamente avrà fatto il contrario, perché se così non fosse avrebbe perso clienti, posto di lavoro e credibilità ( quindi paradossalmente ho lodato, il suo equilibrismo e la sua straordinaria autodisciplina nel gestire questa ambiguità)
Da quanto scrive e come lo scrive si direbbe che lui è proprio il primo a credere in quanto afferma però……facciamo questo esempio….
Non so quale sia la tua preparazione professionale in materia finanziaria-economica.borsistica però tu vieni qui, come tanti altri, leggi i post di Danilo e ne sei affascinato, qualunque sia la tua preparazione riconosci subito che sono fatti bene, ben argomentati con conclusioni chiarissime…… sei sicuro, quando hai fatto le tue scelte operative. di non restare (anche inconsciamente) di non restare influenzato da quanto hai letto qui? (mi permetto di farti questo piccolo processo alle intenzioni perché pure io, che per 30 anni ho lavorato nel settore del risparmio gestito, riconosco di esserne qualche volta condizionato)
Quindi, paradossalmente, con più Danilo è abile nell’argomentare le sue tesi,con più questo rischio di “condizionamento mentale” è alto (correlazione positiva)
Tu mi potresti rispondere, “non l’ha detto il dottore di fare scelte operative come Danilo indica, … giustissimo dico io, però devi ammettere che il rischio esiste e se si fosse davvero concretizzato sai che danni (in questo caso guadagni sfumati, occasioni non colte) si sarebbero prodotti????
La cosa che non capisco, dopo queste mie le lodi indirette a Danilo, è la quotidiana sequela di MONITI alla CONSAPEVOLEZZA e quasi l’isteria (ben nascosta comunque) nel vedere smentito dal mercato quanto affermato o previsto ormai da tempo LUNGHISSIMO….sopra qui ho scritto ” l’ACCENSIONE di LAMPADINE ED ALLARMI nell ’investitore consapevole non deve essere un fatto quasi quotidiano che si sgrana da tempo( mesi e mesi per non dire anni) come un patetico rosario in attesa poi della tempesta che arriverà (perchè arriverà) ma nel frattempo?
Può sembrare una frase forte, un po pesante ma devi sapere questo……
Conosco Danilo dal 2015 e lo leggo in modo continuativo dal 2017 … la prima volta che gli feci una critica mi bollò come “troll”, poi parlammo al telefono, ci conoscemmo meglio, e una piccola stima mia divenne reciproca (almeno spero)
Oggettivamente parlando, senza che nessuno si offenda, da tempo lunghissimo il mercato fa il contrario di quanto Danilo predica da anni (chi ha pazienza vada a rileggersi i suoi post passati) e più di una volta ho avuto sulla punta della lingua, qui in punta di tastiera direi, critiche da sottoporgli,,,, NON LO HO MAI FATTO.. tranne negli ultimi tempi, quando tenendo fede ad un mio proposito: ” Non dico nulla, però se il Nasdaq approssima quota 10.000 e lui non cambia atteggiamento, e continua con assoluta certezza e ferocia a CRITICARE il mercato ( che fa il contrario che dice lui da anni) a definire ASSURDE LE CAPITALIZZAZIONI DEI MERCATI ect ect .. qualcoisa gli scriverò e questo è quanto di recente è successo

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

pistarr
Scritto il 3 luglio 2020 at 09:37

Danilo DT,

Danilo, hai capito male….
Tesla non lo ho mai comperata, e tornando indietro probabilmente non la comprerei (sbagliando).. dovrei violentare troppo la mia mentalità che tende ad essere più “Value” che “Growth”,,,,,, ho parlato di essa solo per fare un esempio , notando pure un certo parallelismo ( almeno in valore assoluto di prezzi)…

Per quanto riguarda. ” La cosa importante è capire cosa sta accadendo nella realtà. E sopratutto cercare (questa la mia mission) dire nel modo più trasparente possibile, aggiungendo ovviamente il mio punto di vista, come si va evolvendo la situazione.” …..

valgono le considerazioni che ho espresso qui sopra in risposta al collega lettore “bat”

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bat
Scritto il 3 luglio 2020 at 15:41

pistarr@finanza:
bat@finanza,

Caro bat,
Non ho mai messo in discussione il lavoro di Danilo, anzi se hai letto qualche mio post ne ho sempre lodato la capacità di argomentare le sue affermazioni con grafici, tabelle, riquadri, colori colto interessanti
Questo fa emergere la sua professionalità e lo distingue (ovviamente in positivo) dai tanti ciarlatani che affollano i blog, che quando espongono una loro tesi o non la sanno argomentare o fanno ragionamenti super-arruffati.
Se leggi bene , il nocciolo del mio post critico di cui sopra è : STRAORDINARIA AUTODISCIPLINA NEL GESTIRE L’AMBIGUITA’…. mi spiego meglio…..
Sono convinto che quello che scrive qui lo pensa veramente, ma poi nel suo ambito professionale, operativamente avrà fatto il contrario, perché se così non fosse avrebbe perso clienti, posto di lavoro e credibilità ( quindi paradossalmente ho lodato, il suo equilibrismo e la sua straordinaria autodisciplina nel gestire questa ambiguità)
Da quanto scrive e come lo scrive si direbbe che lui è proprio il primo a credere in quanto afferma però……facciamo questo esempio….
Non so quale sia la tua preparazione professionale in materia finanziaria-economica.borsistica però tu vieni qui, come tanti altri, leggi i post di Danilo e ne sei affascinato, qualunque sia la tua preparazione riconosci subito che sono fatti bene, ben argomentati con conclusioni chiarissime…… sei sicuro, quando hai fatto le tue scelte operative. di non restare (anche inconsciamente) di non restare influenzato da quanto hai letto qui? (mi permetto di farti questo piccolo processo alle intenzioni perché pure io, che per 30 anni ho lavorato nel settore del risparmio gestito, riconosco di esserne qualche volta condizionato)
Quindi, paradossalmente, con più Danilo è abile nell’argomentare le sue tesi,con più questo rischio di “condizionamento mentale” è alto (correlazione positiva)
Tu mi potresti rispondere, “non l’ha detto il dottore di fare scelte operative come Danilo indica, … giustissimo dico io, però devi ammettere che il rischio esiste e se si fosse davvero concretizzato sai che danni (in questo caso guadagni sfumati, occasioni non colte) si sarebbero prodotti????
La cosa che non capisco, dopo queste mie le lodi indirette a Danilo, è la quotidiana sequela di MONITI alla CONSAPEVOLEZZA e quasi l’isteria (ben nascosta comunque) nel vedere smentito dal mercato quanto affermato o previsto ormai da tempo LUNGHISSIMO….sopra qui ho scritto ” l’ACCENSIONE di LAMPADINE ED ALLARMI nell ’investitore consapevole non deve essere un fatto quasi quotidiano che si sgrana da tempo( mesi e mesi per non dire anni) come un patetico rosario in attesa poi della tempesta che arriverà (perchè arriverà) ma nel frattempo?
Può sembrare una frase forte, un po pesante ma devi sapere questo……
Conosco Danilo dal 2015 e lo leggo in modo continuativo dal 2017 … la prima volta che gli feci una critica mi bollò come “troll”, poi parlammo al telefono, ci conoscemmo meglio, e una piccola stima mia divenne reciproca (almeno spero)
Oggettivamente parlando, senza che nessuno si offenda, da tempo lunghissimo il mercato fa il contrario di quanto Danilo predica da anni (chi ha pazienza vada a rileggersi i suoi post passati) e più di una volta ho avuto sulla punta della lingua, qui in punta di tastiera direi, critiche da sottoporgli,,,, NON LO HO MAI FATTO.. tranne negli ultimi tempi, quando tenendo fede ad un mio proposito: ” Non dico nulla, però se il Nasdaq approssima quota 10.000 e lui non cambia atteggiamento, e continua con assoluta certezza e ferocia a CRITICARE il mercato ( che fa il contrario che dice lui da anni) a definire ASSURDE LE CAPITALIZZAZIONI DEI MERCATI ect ect .. qualcoisa gli scriverò e questo è quanto di recente è successo

La mia preparazione in materia finanziaria, economica, borsistica è puramente informativa. Leggo e mi tengo aggiornato da circa trent’anni con risultati soddisfacenti ma non esaltanti. Dal punto di vista degli investimenti non sono in perdita, ma non mi sono arricchito.
Ho premesso questo perchè da un anno a questo parte, pur senza cultura di analisi finanziaria, ho ipotizzato, nel breve, un crollo dello S&P500, pur senza aver letto Danilo. Sembrando per me lampante questa analisi molto empirica (senza analizzare grafici o confronti statistici) inconsciamente sono arrivato alla stessa conclusione di Danilo. Visto che ero certo di questo, non ho approffitato delle due cadute avvenute a dicembre e a marzo (a differenze di altre volte non mi sono accontentato, perdendo sicuramente occasioni forti di guadagno) pensando che potesse arrivare un tracollo molto più marcato (sperando questa volta di non perdere l’occasione di forte guadagno, mancate in altre occasioni).
Solo pochi mesi fa mi sono imbattuto in Danilo.
Per dirti che l’influenza che ha avuto Danilo sulle mie decisioni, già prese in precedenza, è stata solo quella di sostenere ciò che anche personalmente avevo già metabolizzato.
Quindi, nel mio caso, Danilo ha solo confermato ciò che io e molti altri analisti finanziari pensavamo e pensiamo del mercato azionario americano. Non posso dire di aver investito in un determinato prodotto perchè lo ha detto Danilo.
E ancora oggi continuo a credere di più a un’analisi che vede lo S&P 500 in calo piuttosto di una che mi dice il contrario, anche se poi alla luce dei fatti non è così.
Se ci guardiamo intorno ormai la logica sempre più spesso viene superata dalla irrazionalità, in molti ambiti non solo in quello finanziario. Magari prima o poi la logica ritornerà a vincere, ma adesso continua a vincere ciò che logico non è, almeno dal mio punto di vista.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

pistarr
Scritto il 3 luglio 2020 at 16:51

bat@finanza,

Non puoi dire di aver investito in un determinato prodotto perchè lo ha detto Danilo……GIUSTAMENTE
Danilo NON lo può fare (entrare nello specifico)
C’è una normativa, dei limiti, delle logiche ben chiare, delle profilature… e lui a queste regole e logiche correttamente si attiene.

Se l’influenza che Danilo ha avuto su di te è stata solo a conferma di tue decisioni prese in precedenza sostenendo ciò che personalmente avevi già metabolizzato in autonomia poco male… ma mi piacerebbe sapere cosa sarebbe successo se al posto di Danilo ti fossi imbattuto e avessi dato autorevolezza (difficile) a Lukas che ogni tanto ha scritto qui come Guest Post
Pur attraverso ragionamenti non lineari e senza paragoni rispetto all’argomentazione acuta e lucida di Danilo (ti confesso faccio fatica a coglierne certi passaggi) Lukas da tempo pari almeno a quello di Danilo sostiene CONCLUSIONI OPPOSTE e perciò approfitto di dare a Cesare quel che è di Cesare .. dicendo : Lukas tanto di cappello……( anche se nel recente passato abbiamo avuto epici scontri epistolari ma poi al telefono ci siamo chiariti)

Ecco dicevo, imbattendoti prima in lui, che nel tuo caso specifico avrebbe recitato la parte “dell’avvocato del diavolo” magari avrebbe fatto sorgere una dialettica, un confronto che magari ti avrebbe impedito di perdere qualche buona occasione…..chiaro che per nostra natura umana tendiamo a dare di più retta a chi la pensa come noi

Dici giusto quando affermi: ” ormai la logica sempre più spesso viene superata dalla irrazionalità, in molti ambiti non solo in quello finanziario.” proprio per questo critico Danilo perchè si oppone con argomenti logici a qualcosa che nel tempo è cambiato (mercati più difficili, illogici) e lo fa con una,… come la ho chiamato???…fatto quasi quotidiano che si sgrana da tempo( mesi e mesi per non dire anni) come un patetico rosario in attesa poi della tempesta che arriverà (perchè arriverà) ma nel frattempo?
Quasi fosse una “lesa Maestà” (“ma come? cose logicissime come osa il mercato darmi contro?”) e qui arrivano sempre più numerosi e roll-overanti (accidenti che neologismo) MONITI ALLA CONSAPEVOLEZZA accensione di LAMPADINE ED ALLARMI….. oltre a definizioni discutibili tipo : ASSURDA CAPITALIZZAZIONE DEI MERCATI ( qualcuno di recente al massimo è arrivato a ventilare FORSE una eccessiva ESUBERANZA dei mercati , ciòe il direttore dellla BRI proprio l’alro ieri come oltre vent’anni fa fece Greenspan

Ma dici ancora più giusto (perchè anche supportato dalle leggi della fisica) quando affermi: “Magari prima o poi la logica ritornerà a vincere,” ma nel frattempo?
So che beccare questo momento giusto è quasi impossibile (un po come cercare di comprare sui minimi e vendere sui massimi) ma partire nell’affermare che il primo recupero dell’ultima settimana di marzo era … “il rimbalzo del gatto morto” e poi non ricredersi più nel percorso Nasdaq da 7.000 a oltre 10.000 dei tempi recenti mi pare un monito alla consapevolezza con contorno di lampadine ed allarmi vari che si accendevano TROPPO ANTICIPATO .. anche se poi è chiaro che la tempesta arriverà sicuramente.. allora che si fa non si esce di casa fino al liberatorio post .. ” come avevo detto nei post precedenti”” ?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bat
Scritto il 3 luglio 2020 at 23:12

Continuiamo a girarci intorno, ma alla fine l’unica conclusione è che è un gran casino, o meglio, un gran casinò.
Mi sembra che anche Lukas alla fine non sia molto distante da Danilo: il condizionale lo usano spesso entrambi e, sempre per autocompiacimento (sposo la tua tesi), interpreto le analisi del primo come quelle del secondo. Anche in Lukas, con motivazioni diverse, VOGLIO (vedi che sono d’accordo con la tua analisi) leggere che attualmente i mercati viaggiano a vista e che il futuro è molto incerto, anche se non ricordo di aver mai concosciuto un futuro certo…
Continuiamo a girarci intorno, ma alla fine l’unica conclusione è che è un gran casino, o meglio, un gran casinò.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bat
Scritto il 3 luglio 2020 at 23:14

Scusa, per errore ho ripetuto la frase iniziale anche alla fine. Ma a pensarci bene, potrebbe starci…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

EURO: quale futuro ci attende?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+