Macroecomia, CESI ed ECRI Index: ma se poi capita ciò che non ti aspetti…

Scritto il alle 19:41 da Danilo DT

La settimana scorsa il post su ECRI Index e CESI Index era intitolato: attenzione alla correzione.

Ovviamente non potevo sapere dei disastri nipponici (terremoto, tsunami e reattori in tilt delle centrali atomiche). Sembra quasi una magia, ma già la settimana scorsa era evidente la possibilità di correzioni in arrivo.
E così è stato. Lasciamo perdere il passato e fiondiamoci sul futuro.
Oggi è stato il giorno dell’ECRI Index, ieri dell’indice sulla fiducia dei consumatori.
E quindi…rieccoci qui col nostro super grafico macroeconomico.

Super Macro Chart

Come sempre troverete:

ECRI Index (bianco)
SP 500 (arancio)
CESI Index USA (indice previsionale crescita economica USA, in verde)
BFCIUS (indice fiducia finanziaria USA edito da Bloomberg, in giallo)
SLF (indice St Louis FED sullo stress del sistema bancario, in rosso)
COMFCOMF (indice fiducia consumatori, in azzurro)

Potete notare che l’ECRI Index, non si cura assolutamente di quanto accade nel mondo e continua a salire…possibile che sia tutto così sereno?

March 18 (Bloomberg) — ECRI weekly leading indicators rose a 7th week in latest week (ended March 11), were above 0 for a 13th week, and advanced for the 26th week out of the past 27 (dipped in week ended Jan. 21 for 1st time since August).

Di parere opposto il CESI Index, l’indice previsionale giornaliero macroeconomico, che è nuovamente negativo. E a supporto di tutto ciò guardate l’indice della fiducia dei consumatori, il CCI alias Bloomberg Weekly Consumer Comfort Index. Un bel capitombolo in basso.

March 17 (Bloomberg) –The CCI (Consumer Comfort Index) is reported in a four-week rolling average; this week’s results are based on telephone interviews among a random national sample of 1,000 adults in the four weeks ending March 13. The results have a 3-point error margin. Field work by SSRS/Social Science Research Solutions of Media, Pa.

The index is derived by subtracting the negative response to each index question from the positive response to that question. The three resulting numbers are added and divided by three. The index can range from +100 (everyone positive on all three measures) to -100 (all negative on all three measures). The survey began in December 1985.

Survey questions:
Would you describe the state of the nation’s economy these days as excellent, good, not so good, or poor? Would you describe the state of your own personal finances these days as excellent, good, not so good, or poor? Considering the cost of things today and your own personal finances, would you say now is an excellent time, a good time, a not so good time or a poor time to buy the things you want and need?

Nel frattempo lo Spoore è sotto 1300, dal Giappone arrivano notizie contrastati e nella vicina Libia non sappiamo cosa potrà accadere. Spesso ci danniamo l’anima per prevedere, analizzare, scommettere, anticipare e interpretare il mercato. Ma poi dobbiamo renderci conto che ci sono cose molto più imprevedibili ed importanti nella vita. Speriamo che in questo week end non capiti nulla… Intanto…BUON WEEK END!!!

STAY TUNED!

DT

Sostieni I&M!
Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!


Ti è piaciuto questo articolo? Votalo su Wikio! CLICCA QUI per poter votare gli ultimi 3 post di I&M! DAI VISIBILITA’ ALL’INFORMAZIONE INDIPENDENTE!
Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!) | Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS! |
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Macroecomia, CESI ed ECRI Index: ma se poi capita ciò che non ti aspetti…, 10.0 out of 10 based on 1 rating
9 commenti Commenta
ottofranz
Scritto il 18 marzo 2011 at 21:55

Ma ti rendi conto che qui a lavurà ci siamo solo più tu e io. Tutti a fare il ponte sti maledetti…:-)

Altro che crisi, terremoti e tsunami…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 18 marzo 2011 at 22:40

Giaggià…
Basta Franco, non se ne può più…fuggiamo io te e il dipendente della banca che tu sai e andiamo alle Maldive! 8O :mrgreen:

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 18 marzo 2011 at 22:56

Caro Dream, questa settimana, caratterizzata da eventi davvero imprevedibili, l’S&P 500 ha registrato una flessione dell’1,92 % . Tutto sommato una flessione contenuta, che possiamo definire ancora del tutto ordinaria ed “ ordinata”, a fronte del disordine mondiale esistente. In realtà i mercati finanziari sembrano quasi “sterilizzati”, una sorta di oasi felice, rispetto a tutto ciò che accade al di fuori di essi.

Queste mie considerazioni e valutazioni trovano clamorosamente conferma nei nuovi dati del COT settimanale, appena pubblicati dalla CFTC, e relativi alla sommatoria delle net position sui futures e sulle options di tutti gli indici azionari Usa, che configurano la seguente situazione :

Commercial Traders : + 3.228
Large Traders : – 21.742
Small Traders : + 18.514

Dunque, dopo circa 6 mesi , i Commercial traders sono ritornati in posizione net long assieme agli Small traders ………..mentre I Large traders, coerentemente con le loro strategie trend following , in una settimana di ulteriori ribassi, hanno ulteriormente incrementato le loro posizioni net short.

Dream, questa nuova configurazione settimanale dei dati del COT sugli indici USA , a mio avviso, non prefigura per la prossima settimana un’ulteriore correzione dei listini azionari, anzi la mia vision è chiaramente orientata verso una ripresa dell’UP TREND, interrottosi nelle ultime 4 settimane. Dopotutto nemmeno l’incubo atomico nucleare, ed i rumors di guerra nel mediterraneo, sono riusciti sinora a spaventare seriamente i listini azionari, che evidentemente godono in questo momento di una copertura assicurativa a 5 stelle , gentilmente offerta dalle Autorità politiche e monetarie americane, che non verrà credo minimamente disdetta nelle prossime settimane e nei prossimi mesi .

Ciao, buon Weekend a tutti.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

7voice
Scritto il 19 marzo 2011 at 10:11

02 04 2011

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ottofranz
Scritto il 19 marzo 2011 at 10:43

7voice@finanza,

il giorno dopo il 1 04 2011 ? :D

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ottofranz
Scritto il 19 marzo 2011 at 11:46

A proposito di ciò che non ti aspetti . Leggete un po’ qui sulla preveggenza dei Lloyd’s

Altre domande oltre a quelle che si fa tutti i giorni Matta?

http://www.vocidallastrada.com/2011/03/la-veggenza-della-lloyds.html

Interessante anche la preveggenza dei nostri Governanti. Adesso forse è meglio fermare un attimo la strategia di piano d’accumulo su perdita di forza di ENI .

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 19 marzo 2011 at 13:57

Lukas,

Ciao Lukas, guarda qui.

7voice@finanza,

Su questo blog o si dicono le cose o si lascia perdere. Sono stufo di giocare a nascondino. Io cerco di dire le cose come stanno e pretendo che anche gli altri facciano così.
Quindi anche in questo caso, se secondo te il 02/04 accadrà qualcosa, sei pregato di riferire. magari ti beccherai anche delle critiche (motivate o meno) ma almeno ci sarà chiarezza. E credo che TUTTI qui siano d’accordo con me.
Grazie.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 19 marzo 2011 at 14:43

Dream Theater,

Qui dove?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

7voice
Scritto il 20 marzo 2011 at 11:01

quà se c’è qualcuno che si è rotto i @@ è il sottoscritto !

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+