Il MIRACOLO economico italiano. Inverso.

Scritto il alle 08:45 da Danilo DT

Solo tre settimane fa c’era chi si pavoneggiava proclamandosi il promotore del nuovo miracolo economico italiano. Poi ovviamente i nodi sono venuti al pettine e, come sempre accade, bisogna calarsi nella realtà.
Troppo facile sparare sulle stime al ribasso di Bankitalia di qualche giorno fa (riprendetevi QUESTO POST  dove sono anche stato criticato via email) tanto tutto è politicizzato, il sistema è politicizzato, tutto è politicizzato e tutti stanno facendo il possibile per nasconderci la verità. Manie da persecuzione.

Perché se l’economia è anche matematica e se la matematica non è un’opinione, era evidente che i conti fatto dal governo, non stavano in piedi.
Ed è sorprendente la spavalderia con cui tutto questo sta accadendo. E per non fare nomi, anche Paolo Savona si era scagliato contro la stessa Europa, parlando di recessione presunta che era inaccettabile.
Anche il FMI era in malafede, criticato come “inaccettabile nel suo giudizio”.
E così siamo passati da essere un potenziale super sorpresa del mercato, che si sarebbe dovuta muovere in controtendenza in un quadro macroeconomico in indebolimento, con tanto di “boom economico”, all’essere in recessione tecnica. E ad ammettere l’innegabile è proprio il Premier Conte il quale dice:

“Mi aspetto un’ulteriore contrazione del pil, nel quarto trimestre”.

Visto che il terzo trimestre era stato negativo, significa che si tratta quantomeno di recessione tecnica e quindi recessione. Diamo la colpa a tutto quello che volete, ma di recessione si tratta. Alla faccia del PIL che doveva crescere dell’1,5% (come dichiarato dallo stesso Conte qualche giorni fa a Davos).
Ok, ora già mi sto immaginando i commenti di tutti i pentastellati che stanno leggendo questo post. E io vi sorprendo. Perché su una cosa Conte ha ragione. Che non è tutta colpa loro.
E’ vero, una cattiva politica economica globale, le tensioni geopolitiche sui dazi doganali, più tutto il resto, compreso un quadro economico complesso in Eurozona. Però…chissà come mai, se andiamo a comparare il nostro andamento con quello degli altri paesi, scopriamo che i numeri non tornano.

Compariamo quindi proprio l’ultimo trimestre, il q4 2018:

– Italia -0,2%
– Germania +0,1%
– Francia +0,3%
– Spagna +0,7%

Senza dimenticare le grane che ci sono in Francia, tra l’altro. Oltre che il blocco protezionistico subito dalla Germania. Sono cresciuti! Malgrado tutto e tutti. Noi invece BOOOM… Anzi SBOOOM…
Quindi le responsabilità del Governo sono chiare. Magari indirette (crisi di fiducia nei confronti del nostro paese) ma ci sono e poi, ovvio, problemi strutturali chiari, netti e fortissimi. Che non si possono ignorare e che invece loro hanno ignorato. Welcome to reality. E la realtà è questo grafico. TERZA e dico TERZA recessione in 10 anni.

Qualcosa non va a livello strutturale, nevvero?

SI,strutturale. Quindi ci può stare una distribuzione della responsabilità tra il governo attuale, ovviamente responsabile per il breve termine, ma anche tutti quelli precedenti che hanno mandato in malora il Bel Paese. Un paese che non cresce da tempo immemorabile, e che tra l’altro, è composto da micro imprese spesso molto “Old style”, dove si è sempre investito poco. E questo ci costa e ci costerà sempre di più.

Aggiungere altro? Credo sia superfluo. I dati dal 1995 dicono tutto!

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia.
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 7.5/10 (11 votes cast)
Il MIRACOLO economico italiano. Inverso., 7.5 out of 10 based on 11 ratings
Tags:   |
18 commenti Commenta
vuvuzela
Scritto il 1 febbraio 2019 at 09:59

Non cresciamo perchè non siamo una nazione. Le varie nazioni italiane, in realtà crescono al nord e decrescono al sud. I motivi li sappiamo tutti, te ne elenco qualcuno tra i piu’ banali che vivo sulla mia esperienza ogni giorno per questioni lavorative. 1) NON ESISTONO REGOLE e il potere esecutivo e giudiziario (far rispettare le leggi e punire chi non lo fa) è inesistente. Se non ti pagano non puoi fare decreti ingiuntivi con le attuali regole. Ti lascio immaginare le infinite conseguenze negative sulla crescita di una cosa del genere (praticamente lavora sereno solo un delinquente o chi ha amici in politica). 2) La ricchezza è sempre piu’ concentrata nelle mani di pochi e tra i pochi includo anche quasi tutte le aziende italiane che abbaiano contro il governo. Conosco decine di azienducce dove non appena si intravvede qualche utile, anzichè pagare i fornitori o investire o pagare adeguatamente il Personale, assumono un familiare, un’amante o un amico che poi non lavorerà ma percepirà lo stipendio, svernando ai Caraibi e facendo la bella vita. Ovviamente l’azienda continuerà ad abbaiare fame scaricando sui dipendenti. 3) Evasione fiscale a tutto spiano, non faccio altro che vedere soldi che girano a nero e la GDF fa finta di non vedere, sembra quasi una direttiva sottobanco quella di non controllare l’evasione fiscale nel mondo del lavoro. Basterebbe un nulla per multare queste persone, lo sa tutto il mondo, eppure non lo fanno. 4) infine ci metto l’assistenzialismo, ovvero una enorme quantità di denari che spendiamo per pensioni, welfare, sanità ed uguaglianza. Tutti a carico dei pochi eroi che lavorano e pagano le tasse. Come puoi facilmente capire i governi sono OBBLIGATI a regalare risorse al welfare poichè devono intercettarne il voto. Sai com’è, quando governi piu’ stati italiani contemporaneamente devi fare porcate per corrompere i votanti e mantenere il potere. Sei costretto per non soccombere. Sai bene che senza reddito di cittadinanza o quota cento avremmo avuto un Berlusconi Ter? L’elenco è lunghissimo, chiunque puo’ continuarlo. Concludo dicendo che mi meraviglio come sia solo l’ 1% di gap con il resto d’europa. Evidentemente molti italiani sono dei poveri martiri silenziosi ancora in grado di mandare avanti questa accozzaglia di nazioni di merda.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +12 (from 16 votes)

vuvuzela
Scritto il 1 febbraio 2019 at 10:23

Se vuoi ti elenco un po’ di roba che ti fa capire chi comanda in italia (mafia, lobbies e massoneria). 1) La Raggi ha appena revocato le concessioni degli impianti sportivi, dato che gli affitti erano simbolici e il Comune per una piscina olimpionica ricavava meno di un monolocale in periferia. Ecco la levata di scudi di una delle tante nazioni italiane che fino a ieri godeva del privilegio, con i cittadini pezzenti e lavativi a farne plauso sui forum. 2) La Raggi chiede l’intervento dell’esercito per riparare le strade, in modo tale da evitare di affidare gli appalti ai mafiosi che sono gli unici ancora in grado di vincerne le gare di affido (tutti gli altri sono falliti o sono stati acquisiti dai criminali). Ecco l’ennesima levata di scudi di un’altra nazione italiana, incluso molti poveri disperati italiani sui forum a farne plauso (anche qui su FOL). 3) Abbassamento da 35 volte a 25 volte il canone di concessione per le estrazioni nel mediterraneo, grazie alla Lega di Salvini. Anche Salvini è costretto a fare porcate per mantenere i propri voti, perchè abbassare i canoni di concessione (fino ad ora REGALATI) a chi detiene il 50% della ricchezza planetaria (i petrolieri) è da delinquenti. Lo stesso dicasi per le concessioni spiagge (legge Bolkenstein) ai primi evasori fiscali italiani (gli stabilimenti balneari) per questioni elettorali. L’elenco è infinito e a tutti noto. Come facciamo a crescere in mezzo a tutta questa merda? Ci fottiamo a vicenda, non siamo una nazione, siamo destinati a crescere sempre meno degli altri e ringraziamo Dio di non essere ancora come il nordafrica! RIngraziamo la nostra base produttiva al nord (ovvero i milioni di schiavi italiani e stranieri che ci vivono dentro, perchè gli imprenditori sono un’altra razza di delinquenti).

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +5 (from 9 votes)

draziz
Scritto il 1 febbraio 2019 at 10:38

Caro DT,
ti giro la domanda: ma come c…aspita pensi di poter crescere con i “regali” delinquenziali fatti al Paese nel passato da amministeatori di dubbio amor patrio?
Prendi il Fuscal Compact e la minaccia di maggiori trasferimenti IVA all’Europa. Un semplice regali di ricchezza per indebolire il nostro sistema.
Prendi la deliberata ammissione di voler limitare la domanda interna per limitare (qyesta la scusa) le importazioni.
Prendi l’eccesso di tasse e contributi a carico del sistema delle imprese e del lavoro.
Mancanza di investimenti?
E con quali risorse, du grazia?
La mia microimpresa investe da oltre vent’anni, anno dopo anno, rinnovando strutture, attrezzature, macchinari, soendendo anche per adempiere a normative spesso eccessive.
Il risultato?
Siamo fermi. Le banche non finanziano più.
Chiedono più fatturato, irrealizzabile adesso stanti le problematiche di cui sopra, e chiedono di consolidare, cioè tirare a campare, causa regole europee sui capitali.
Come puou sperare di crescere così?
La stagnazione Italiana, che speriamo non degeneri in stagflazione, è deliberatamente indotta.
Come c…aspita vuoi crescere? Spiegalo per favore.
Tutti nel recinto, dai, con l’aggravante dell’immigrazione incontrolkata, “i salvataggi”, che ci impiveriscono ancora di più, a vantaggio di un certo business per i soliti noti…
Soluzioni?
Tante, ma una bella fetta di popolaziobe deve smetterla di credere agli asini che volano.
Buona resistenza o…buon macello.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 4 votes)

alplet
Scritto il 1 febbraio 2019 at 11:04

Dove andrà il Mib lì andrà l’economia: nel prossimo ribasso il Mib scenderà sotto gli ultimi minimi? Se lo farà le cose saranno ben più gravi per l’Italia quest’anno. Se terrà i minimi si galleggerà in una brutta stagnazione. Cosa ne pensate?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

paolo41
Scritto il 1 febbraio 2019 at 12:01

…..chiedete alla Castelli, vice all’economia, plagiata dal verbo 5stellato, rigida come un chiodo…..
è lei che aveva dichiarato che di coperture ce n’erano in abbondanza per tutte le iniziative del governo e…… INSISTE……. e come abitudine dà la colpa ad altri delle attuali criticità!!!!!
perché l’aumento dello spread l’ho fatto io, la caduta di fiducia delle aziende e delle famiglie e il calo dei consumi l’ha fatta pinco pallino……..ciononostante rimane convinta e presuntuosa come se fosse un oracolo……. ma rimandatela a scuola insieme ai suoi capi !!!!!!!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -1 (from 13 votes)

vuvuzela
Scritto il 1 febbraio 2019 at 12:10

paolo41,

Nel paese in cui abito, quando hanno arrestato il boss della ndrangheta e hanno chiuso un po’ di attività lavorative a lui riconducibili, c’è stato un calo di fiducia generalizzato. Tu e quelli che ragionano come te dovrebbero vergognarsi, siete voi la causa del declino inarrestabile italiano.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 6 votes)

kry
Scritto il 1 febbraio 2019 at 14:08

Tutto il mondo è paese.
L’ Italia non è altro che la prima nazione ad aver cominciato un declino ,
molto presto le altre non segiuranno perchè la supereranno più velocemente nella discesa della recessione.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

paolo41
Scritto il 1 febbraio 2019 at 14:41

vuvuzela@finanzaonline,

ne sono passati di incompetenti in questo blog e generalmente preferisco non aprire un dialogo con gli stessi….. ma tu raggiungi un limite a cui non è possibile reagire, perché oltre ad essere ignorante sei anche un maleducato !!!!!! perché non ti fai i c…i propri invece di cercare rogne in giro…….

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -7 (from 9 votes)

kociss01
Scritto il 1 febbraio 2019 at 14:52

anch’io vi sorprendo: E io vi sorprendo. Perché su una cosa Conte ha ragione. Che non è tutta colpa loro.

la colpa e’ di quella massa di italioti deficienti che col loro voto hanno messo in mano ai 4 deficienti le leve di comando dell’economia italiana….

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -4 (from 8 votes)

kociss01
Scritto il 1 febbraio 2019 at 14:56

pao­lo41,
ù
NO non a scuola ma in mezzo ai campi a vangare la terra !!! cosi’ impara cosa vuol dire lavorare, probabilmente i LORO genitori gli/le hanno pagato fior di studi all’universita”” SOLDI BUTTATI NELLO SCIACQUONE DEL CESSO VISTI I RISULTATI

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -1 (from 3 votes)

vuvuzela
Scritto il 1 febbraio 2019 at 17:49

paolo41,

i c…i propri te li vai a fare tu possibilmente all’estero. O cambiate testa, o espatriate, o prima o poi vi veniamo a prendere a legnate fino a casa. Vergogna.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 8 votes)

kociss01
Scritto il 1 febbraio 2019 at 18:45

ecco l’ideona dei 4 dell’apocalisse per far risorgere il PIL dalla recessione:
Ddl negozi: 23 domeniche chiusi e pesanti sanzioni per chi bara……..andiamo bene di questo passo i negozi resteranno chiusi NON SOLO LA DOMENICA MA ANCHE GLI ALTRI 6 GIORNI DELLA SETTIMANA PER MANCANZA DI ACQUIRENTI

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -1 (from 3 votes)

vuvuzela
Scritto il 1 febbraio 2019 at 19:15

kociss01@finanza,

quando imparerai a rispettare le regole sul lavoro e a retribuire decentemente i tuoi dipendenti, oltre che a rispettarne i turni, aprirai tutti i giorni. Dato che non ne sei capace (o non vuoi), imponiamo un minimo di riposo settimanale a tutti.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -2 (from 4 votes)

pdf79
Scritto il 1 febbraio 2019 at 21:11

Caro Danilo il vero “miracolo” sarebbe che qui su intermarket tutti i commenti fossero pacati e sereni.
Detto questo mi permetto di criticare la frase ” e che tra l’altro, è composto da micro imprese spesso molto “Old style” ” perchè come ho già avuto modo di polemizzare su twitter con un famoso economista “competente” che forse con un tweet molto infelice se ne augurava la scomparsa, il fatto che abbiamo micro e piccole imprese è un dato di fatto il problema è semmai creare un ambiente che le faccia crescere non farle morire o colpevolizzarle della situazione del paese.
E come la storia degli analfabeti funzionali, bisogna migliorare la scuola e aumentare il livello globale di istruzione della popolazione non togliere il diritto di voto come auspicano alcuni, anche perchè siamo sicuri che i famosi “competenti” una volta detentori esclusivi del diritto di voto, lo userebbero per migliorare la società o invece lo userebbero per garantirsi un vantaggio sulle altre classi sociali?
Bisogna distinguere fra azioni positive e negative.
Esempio di azione positiva è il tuo blog, tu fornisci dei dati e delle opinioni, il lettore può leggere, può non essere d’accordo ma sicuramente è più informato di prima.
Azione negativa è come vorrebbero alcuni identificare delle fonti “autorevoli” privilegiate e in base a questa assegnazione dare un valore di “verità rivelata” salvo poi scoprire che le fonti “autorevoli” sono coinvolte in figure barbine che ne minano la credibilità.
Saluti a tutti.
Esempio:
https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/01/25/reddito-di-cittadinanza-per-averlo-e-corsa-a-residenze-fittizie-ma-il-caso-sollevato-dal-corriere-della-sera-non-esiste/4924049/

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)

apprendista
Scritto il 2 febbraio 2019 at 16:20

vu­vu­ze­la@fi­nan­zaon­li­ne,

Cafonazzo schioda immediatamente, posta il tuo indirizzo guappo da tastiersa se hal le palle

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -1 (from 5 votes)

anonimocds
Scritto il 3 febbraio 2019 at 17:08

draziz@finanza,

Caro Draziz

Scrivi
“Prendi il Fiscal Compact e la minaccia di maggiori trasferimenti IVA all’Europa. Un semplice regali di ricchezza per indebolire il nostro sistema.“

Le clausole di salvaguardia IVA vanno (andrebbero/andranno) nelle casse de Tesoro ITALIANO per rinforzare il bilancio pubblico in caso di necessità (stiamo rinviandone da anni l’applicazione aumentandone a dismisura la
portata giunta ormai a 23 miliardi o 1.5% del PIL di maggiori tasse che avremmo dovuto giá pagare al nostro Ministero dell’Economia e che la Commissione UE sta concedendoci di rinviare).
Stiamo prendendo tempo e ci stiamo impiccando con le nostre mani perché rinviamo di anno in anno la loro entrata in vigore aumentandone per giunta la portata, cosicché quando non saranno più rinviabili ci sarà un’ulteriore mazzata al
Consumatore – presumibilmente in momento di rallentamento dell’economia.
Ma sono soldi pagati da consumatori sul suolo italiano che andranno in casse italiane.
Chi é causa dei suoi mal …!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

    Scritto il 3 febbraio 2019 at 18:23

    UUUUUUUUUUUUUUUUUHHHHHHHHHHHH ma chi si rivede….
    Welcome back AnonimoCDS.
    Per chi non lo conoscesse, questo personaggio, che vuole rimanere anonimo, è uno che è abbastanza preparato, diciamo così…

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 4 febbraio 2019 at 12:32

Non ho messo mano alla mannaja del moderatore, perchè i commenti molto accesi hanno però mantenuto un livello di decenza. Purtroppo capisco che la situazione è estremamente complicata e mai come oggi diventa facile perdere la testa. Purtroppo nella storia, quando la situazione insostenibile, la gente si esaspera e poi…si va in piazza (vedi Gillet jaunes) e poi chissà… La cosa che chiedo solo è essere costruttivi, esprimere il proprio parere e anche quello che si ritiene di dover fare. Solo così si fa un tavolo di confronto che diventa COSTRUTTIVO. Altrimenti, signori, evitate di perdere tempo, i commenti diventano solo lamentele inutili che conosciamo a memoria e ci portano da nessuna parte. :-)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +4 (from 4 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+