FLASH: Istantanea del mercato

Scritto il alle 09:56 da Danilo DT

Credit Default Swap (CDS), indici azionari e fuga dal rischio in una giornata di profondo rosso.

 
Il mercato ci sta provando. Una forte pressione ribassista sull’Euro, una fuga generalizzata dal rischio, un ritorno sui “porti sicuri”, con un crollo in tutto quello che è stato “carrytradato” a fini speculativi. Quindi crollo di borse, materie prime & Co. Tra cui, inquietante, la correzione del rame e la continua debolezza dell’Euro vs. USD.
Sta arrivando la fine del mondo?

 
Lasciamo perdere queste stupide domande, ma guardiamo al concreto. Il mercato ieri ha preso una batosta clamorosa, in particolar modo proprio nell’area dei cosiddetti PIGS, con borse del Mediterraneo in discesa libera. E con loro anche l’obbligazionario.
Infatti, come volevasi dimostrare, l’effetto domino è stato assolutamente confermato.
Lo spread dei vari titoli governativi dei vari stati (Italia, Spagna, Portogallo ed ovviamente Grecia) è tornato a lievitare considerevolmente. E con lo spread, anche il CDS, è tornato a salire.

 

GRAFICO CDS PAESI PIIGS

Un grafico questo che però no fa giustizia al mercato, in quanto se veramente la Spagna è in difficoltà, il suo Credit Default Swap non dovrebbe trovarsi solo a 208. E’ comunque interessante notare che anche in questo caso il rating avrà sicuramente una funzione di valutazione tardiva (chiudere il recinto quando ormai i buoi , o le banche, sono scappate?) e che l’Italia, al momento, è l’ultimo dei PIIGS a livello di rischiosità.
E altrettanto interessante è vedere la situazione dei Credit Default Swap delle banche europee.

Credit Default Swap banche Europa

Come potete vedere, al top trovaimo istituti spagnoli, portoghesi ed irlandesi.

Le banche italiane? Tranquilli, al momento noi non siamo in periodo, anche se i CDS di Unicredit ed Intesa SanPaolo un po’ sono saliti.
Cosa sta a significare tutto questo?
Che la pressione della speculazione ha preso la sua strada ed ora attaccherà, secondo me, la situazione della liquidità di queste banche.
E se questo accadrà sarà un chiaro segnale che, effettivamente, in Sapgna c’è da preoccuparsi. Ma ora è presto per parlarne.

Intermarket Intraday

Dopo la batosta di ieri sembra ci sia la volontà di un rallentamento della discesa.
Il grafico ci illustra una specie di “arrotondamento”. Ma non illudiamoci. E’ normale dopo le bastonare incassate ieri. Come è normale aspettarci, per la giornata di oggi, unan volatilità siderale,  cone un saliscendi che farebbe invidia ad un ottovolante.

Cinture allacciate miei cari. La volatilità è ripartita alla grande.

STAY TUNED!

Partecipa all’evento dell’anno! MEETING 2010 a Milano il 15 maggio

I&M-Meeting-bozza

Sostieni I&M! Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!

sostieni-IM

Image Hosted by ImageShack.us

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+