FITCH: arriva il giudizio sul rating ITALIA. Flash sulle successioni

Scritto il alle 11:29 da Danilo DT

Se ne parla dalla notte dei tempi. L’imposta di successione rischia di essere presa in considerazione perché sta diventando una necessità. Troppo forte il gap rispetto al resto dell’Europa. Troppo basso l’introito che ne deriva.

Una piccola nota. Dall’imposta di successione e donazione (ISD) italiana ,a causa di aliquote molto basse e franchigie elevate permette un gettito fiscale che è quindi modesto (820 milioni nel 2018) e significativamente inferiore a quello degli altri principali paesi europei.
I nostri vicini di casa? La Francia per lo stesso tipo di imposta incassa ogni anno 14 miliardi. Esistono argomentazioni a favore e contro un suo rafforzamento: da un lato l’imposta può essere uno strumento di equità sociale ed è meno distorsiva delle imposte sui redditi, dall’altro è difficile evitare che essa finisca per colpire soprattutto le proprietà immobiliari del ceto medio.

Spread ITALIA GERMANIA ai minimi

In questi giorni l’argomento torna di attualità. Tutti sono consapevoli della necessità di intervenire su quest’imposta iniqua se paragonata ai nostri compagni di avventura dell’Eurozona. Ma è DRAMMATICAMENTE devastante a livello politico. Infatti chi andrà a toccare aliquote e franchigie sarà crocifisso e annientato da chi sarà all’opposizione. Anche se come detto, diventerà una necessità. Fino a quando non verrà imposta “DALL’ALTO” (ma questa capiterà quando i problemi saranno veramente molto molto urgenti. Parliamo di TROIKA per intenderci).

Leggete cosa dice l’Osservatorio CPI della Univ. Cattolica.

(…) Da un lato l’imposta può essere uno strumento di equità sociale ed è meno distorsiva delle imposte sui redditi, dall’altro è difficile evitare che essa, non potendo incidere sulle quote societarie e sui beni nascosti all’estero, finisca per incidere soprattutto sulle proprietà immobiliari del ceto medio e sia percepita come una “tassa sulle disgrazie” in quanto tende a colpire i beni di coloro che muoiono prematuramente, prima di avere potuto sistemare gli affari di famiglia. Nel caso dell’Italia, però, l’esempio dei paesi europei a noi più simili per caratteristiche socioeconomiche suggerisce che aumentare il gettito derivante da questo tipo di imposta è possibile. (…) Inoltre, per far sì che l’imposta di successione non venga percepita come una “tassa sulle disgrazie”, si potrebbero prevedere aliquote più basse o franchigie più elevate (come già avviene in Spagna e in Germania) nel caso di eredità ricevute da figli minorenni o comunque non autosufficienti. (…)

Come ho scritto in QUESTO POST, oggi il Rischio Italia è sottovalutato dal mercato. Ma con un possibile rallentamento economico, il problema potrebbe tornare a sorgere. Intanto oggi Fitch parlerà di noi…

(…) Gli investitori attendono, tra le altre cose, il giudizio di Fitch sull’Italia. La pubblicazione del rating avverrà in serata con i mercati del Vecchio continente chiusi. Ciò detto l’interesse per oggi è capire se proseguirà la dinamica al rialzo che ha contraddistinto la seduta di ieri dell’azionario. In quell’occasione i listini hanno, da un lato, apprezzato l’eliminazione dei dazi da parte di Pechino su circa 75 miliardi di dollari di merci statunitensi; ma dall’altro, rispetto alle materie prime, hanno visto il continuo calo del petrolio in scia alle prospettive di rallentamento della Cina a causa del coronavirus.(…) [Source] 

Siamo in fase RISK ON, i rischi non sono percepiti ma…sono solo assopiti. Non dimentichiamolo.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia.
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.8/10 (4 votes cast)
FITCH: arriva il giudizio sul rating ITALIA. Flash sulle successioni, 9.8 out of 10 based on 4 ratings
2 commenti Commenta
alplet
Scritto il 8 febbraio 2020 at 13:51

L’outlook di Fitch è negativo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

alessio86
Scritto il 8 febbraio 2020 at 16:15

Certo altre tasse! Giusto quello di cui abbiamo bisogno. Se non saremo capaci di metterle da soli ci pensarà la TROIKA.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +4 (from 4 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+