Decreto CURA ALITALIA: lo scandalo continua

Scritto il alle 08:24 da Danilo DT

La storpiatura è voluta, il decreto CURA ITALIA include anche l’ennesimo salvataggio di Alitalia. Sapete quanto ci è costato fino ad ora?

Il Governo interviene per tentare di sostenere il paese dalla crisi finanziaria, dovuta oltre alle note motivazioni strutturali, anche all’arrivo del Coronavirus.
Il Decreto Cura Italia ovviamente si finanzierà con uno sforamento del deficit che, vorrei ricordarlo, significa ulteriore debito che poi peserà sugli italiani.
Su questo nessuna obiezione, mai come oggi bisogna fare il possibile per sostenere l’economia del nostro paese.
La bozza è molto articolate, QUI potete buttare un occhio su come è strutturata.
Però c’è una cosa che proprio non digerisco.
E’ mai possibile che ogni occasione è buona per buttare denaro dalla finestra? Ed è denaro di NOI italiani, lo ribadisco. E lo buttiamo perché per l’ennesima volta andiamo a salvare lei, la regina delle voragini italiane, ovvero ALITALIA.

Alla fine Alitalia torna tutta allo Stato. (…) Un articolo del nuovo decreto “Cura Italia”, infatti, nel caso anche questa volta non si faccia avanti alcun compratore, autorizza infatti «la costituzione di una nuova società interamente controllata dal ministero dell’Economia e delle Finanze ovvero controllata da una società a prevalente partecipazione pubblica, anche indiretta». La newco si farà carico dei complessi aziendali di Alitalia e di Alitalia Cityliner sopa, entrambe in amministrazione straordinaria, spiega il decreto, che impegna 25 miliardi per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Allo stesso tempo a favore del settore del trasporto aereo viene istituito un fondo specifico con una dotazione di 600 milioni di euro che servirà a compensare le compagnie dai danni subiti a causa della sospensione delle loro attività. (…) [Source] 

Di questi soldi, circa 400 milioni finiranno ad Alitalia e gli altri ad altre compagnie tra cui Air Italy che è in liquidazione.

Quanto ci è costata fino ad ora ALITALIA?

Diventa addirittura difficile dire quanto ci è costato fino ad oggi il salvataggio di Alitalia. Ra i tanti calcoli fatti, c’è anche un conteggio di Andrea Giuricin, docente all’Università Bicocca di Milano e ricercatore presso l’Istituto Bruno Leoni. Secondo Giuricin, che aveva già scritto in proposito anche nel 2017, la stima del costo per lo Stato di Alitalia solo dal 2008 a oggi sarebbe pari a quasi 9,5 miliardi di euro. (Source)  Aggiungiamoci l’ultimo sostegno ed il conto è fatto.

10 MILIARDI di EURO

Soldi che in grande parte potevano essere impiegati in altro modo. Ed invece no. Si continua ad insistere nel nome della “Compagnia di Bandiera”. In realtà sappiamo tutti che Alitalia rappresenta la “lavatrice” per il riciclo di tantissimi politici e manager “amici degli amici”. MA qual è il problema. Tanto paga pantalone, no?
Doveva essere fatta fallire ANNI FA, l’ho scrivo da non so quanti anni. Ma è tutto inutile. E’ destino che Alitalia resti sulla groppa degli italiani.
E la cosa che mi preoccupa è che proprio ALITALIA rischia di essere il simbolo di quella che è la nostra economia.
Credo che noi, come italiani, ci meritiamo di meglio.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia.
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.3/10 (12 votes cast)
Decreto CURA ALITALIA: lo scandalo continua, 9.3 out of 10 based on 12 ratings
19 commenti Commenta
pdf79
Scritto il 17 marzo 2020 at 11:45

Caro Danilo senza offesa il tuo post è sbagliato, perchè figlio di logiche pre coronavirus ho letto fonti attendibili che prevedono fra nove mesi TUTTE le compagnie aeree saranno FALLITE, perchè le rotte stanno crollando del 80-90% e i voli che vengono affettuati vengono svolti con capienza del 20- 30% dove la soglia minima per un volo profittevole e del 70 -80%.
Alitalia al momento è l’unica che offre servizio aereo all’Italia, le compagnie straniere sono scappate tutte.
Quindi quello di Alitalia è un falso problema quando il coronavirus sarà pasato in un modo o nell’altro, se ci saranno ancora voli, questi saranno effettuati da comapagnie pubbliche che piaccia o no.
Ho letto su twitter un matematico, ha consultato tuti gli studi finora disponibili e ha confrontato i dati è arrivato ad un tasso di mortalità dello 0.8 -1 % in ipotesi di sistema sanitario integro e politiche di contenimento ed una percentuale di pazienti critici fra 1,6 -2%
Quello che abbiamo bisogno è che la classe dirigente si renda conto che quello che c’era prima è FINITO, punto.
Se non ci credete prendete un foglio excel inserite i dati dei contagiati, inserite le varie percentuali e vedete dopo quanti giorni il coronavirus fa collassare il sistema sanitario (malati gravi >posti terapia intensiva), sono pochissimi, e in proporzione ai tempi da bradipo dell’Unione Europea sono siuramente un lampo.
Speriamo che il contenimento porti risultati.
Questo non vale solo per l’Italia ma anche per la germania dove ho letto della possibile presenza di 4 focolai e dove hanno rallentato il contenimento per salvaguardare l’economia, dopo il dieselgate in germania affronteranno il coronagate.
Unica nota positiva per la Germania è che la sua classe dirigente inizia a muoversi in ritardo con l’idea che cambierà tutto, anzi è presa in seria considerazione la disgregazione dell’unione europea e si muovono di fatti come se il suo destino non sia più affare loro.
In italia una classe dirigente incompetente e sucube delle logiche europee è incapace di qualsiasi reazione autonoma, in crisi perchè i “padroni” li hanno abbandonati a loro stessi.
Non riescono a scegliere fra tre possibili destini terribili:
1) ESM (tagli sanità, scuola, pensioni, ristrutturazione btp, fallimento banche e bailin) unica offerta messa sul piatto dagli “amici europei” che però non assicurano la continuazione del “sogno” europeo, quindi è come impiccarsi con la corda invece di tentare la fortuna gettandosi in mare da una nave che affonda.
2) patrimoniale sui conti correnti (guadagni tempo ma come al punto 1 non sai dove stai andando)
3)controllo movimenti di capitale, segregazione e uscita dall’euro (dobbiamo ripensare tutto da soli non aspettare consigli interessati come abbiamo sempre fatto)
Comunque grazie mille per il tuo lavoro che mi fa da sfogo.
Saluti a tutti e buona giornata.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)

kry
Scritto il 17 marzo 2020 at 18:33

Al’ITALIA 10 mld€ per persone strapagate che almeno hanno lavorato.
Quelli seduti sulle poltrone quanto sono costati visto il continuo ampliamento di differenziale con gli altri stati europei , non vorremmo credere che spagna e portogallo siano migliori di noi ! ?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

john_ludd
Scritto il 17 marzo 2020 at 22:49

pdf79@finanza,

“Non riescono a scegliere fra tre possibili destini terribili:”

non ci stanno neppure pensando, perché la situazione è molto peggiore di quello che pensi, questa è solo la prima ondata e sarà drammatica, i casi in Italia supereranno quelli a Wuhan come pure i morti e di gran lunga, non sappiamo se sarà contenuto questo è il punto. In Spagna in un momento hanno attuato e superato le nostre disposizioni, non c’è la polizia per le strade ma l’esercito. Pure in Svizzera, immagina un pò.

Il virus passa asintomatico, è ormai certezza assodata da più studi di diversi paesi, dunque non è tracciabile, finito il contenimento riparte. I portatori ideali sono i giovani sotto i 30 anni e i bambini che nella stra grande maggioranza dei casi non mostrano sintomi, se lo passano tra di loro, lo passano a genitori e nonni e siamo daccapo. Oppure hai casi di rientro come in Cina dove chiunque entra ora deve andare in quarantena presso un centro governativo per 14 giorni. Come si può in questa situazione far ripartire il turismo o il passaggio di persone tra nazioni con diversi stadi di infezione o semplicemente immaginare di tornare come un mese fa nella nostra stessa città ?

Tutto quello che gli stati possono fare è bloccare i focolai di grandi dimensioni che sono esplosi per il loro colpevole ritardo con la quarantena totale, attuare distanziamento, attendere che i casi vadano a zero, aprire lentamente la porta, attendere la ripresa di nuovi focolai e così via sino a che non è disponibile un vaccino cioè non prima di giugno 2021. Nel frattempo si vedrà se il metodo coreano funziona, in ogni caso pretende una sensibile rinuncia alla privacy in quanto la posizione di ogni cittadino viene tracciata via cellulare e se è disponibile e affidabile un sistema di test a campione esteso con software predittivo sui cammini di diffusione più probabile in tempo reale, si bloccano i focolai sul nascere attuando una pseudo normalità con una percentuale di morti frazionaria accompaganta da migliori terapie antivirali. Questo se tutto andrà per il meglio ora e se i numeri italiani iniziano a mostrare tutta la loro crudeltà dato che moltissime persone anziane muiono nelle loro case senza che nulla si possa fare e focolai si accendono al sud, quelli previsti in UK e USA fanno venire i brividi perchè sono in ritardo gravissimo.

In essenza è la conclusione di uno studio che è stato diffuso anche da ZH, quindi sarà diffuso ovunque. Dunque posso citarlo senza dover passare per terrorista. E’ stato pubblicato da poco uno studio dell’Imperial College di Londra firmato da un vasto gruppo di scienziati il cui leader Neil M. Ferguson è tra i più affermati specialisti al mondo. In conclusione lasciar correre il virus determinerebbe un picco ingovernabile, i pazienti che necessiterebbero di ventilazione morirebbero e la mortalità sarebbe più alta da quella da te citata, più tutti i malati di altro che decederebbero in quanto impossibile curarli, il tutto in 3 mesi. Dunque s tratta di scegliere come ritardare, dilazionare nel tempo la diffusione del virus, bloccarlo non appare possibile. In assenza di contenimento anche la più potente delle nazioni verrebbe atterrata da un organismo da 100 nanometri che tra i vari virus che potevano diffondersi è tra i meno peggio, ce ne sono altri di natura estintiva, solo che sinora abbiamo avuto un culo sfondato (*). Bastava che questo avesse la mortalità della SARS e tanti saluti alla civiltà.

Perché mai secondo te Trump sta pedalando all’indietro e sarà più socialista di Sanders in due settimane e persino quell’imbecille di Johnson sta attuando misure restrittive ? E’ l’ultima chance che hanno per far finta di essere al governo poi hai i carri armati. Mi sembrate tutti incapaci emotivamente di accettare il rischio che avete davanti peraltro in piena vista.

Hai davvero ancora voglia i pensare a MES, patrimoniali e assurdità varie mentre i potenti della terra se la stanno facendo letteralmente nelle braghe e a chili ?

(*) Dato che non riesco neppure ad andare al parco senza che mi chiedano i documenti mi sono costruito una piccola cultura su virus, piaghe e affini. Curioso, ma il secolo peggiore per le infezioni virali è stato proprio il XX con ulteriore accelerazione in questo nel numero, ma sinora non nella letalità in quanto a ogni virus super letale (Ebola, HIV, SARS, MERS) mancava qualcosa per farci a pezzi. Il vaiolo è stato eradicato dal vaccino (l’ultimo caso è del 1977) ma nei 77 anni precedenti ha causato tra 300 e 500 milioni di morti (1). Il morbillo sradicato solo di recente sino agli 80 causava 2,5 milioni di morti l’anno tra i bambini negli anni 80. Il morbillo è un virus con una infettitività 8 volte il COVID-19. Il virus Ebola è il più letale mai apparso, causando la morte nel 60% dei casi. Il virus HIV ha causato la morte di 50 milioni di persone da quando è apparso. Tutti i virus letali apparsi di recente provengono da altre specie (spillover), Ebola. Marburg, Zika, SARS, MERS, altri 4 corona virus che hanno causato locali e contenute epidemie. La ragione è comprensibile anche a un profano. Oggi siamo 8 miliardi, viviamo ammassati, il trasferimento da una parte all’altra del pianeta richiede al massimo 48 ore e l’ambiente naturale dove questi virus se ne stavano tranquilli senza darci fastidio è stato fatto a pezzi. Etc… Ci è andata fatta molto bene, anche questa volta, perchè la scamperemo di sicuro ma la prossima ? Imparemo questa volta oppure siamo diretti inesorabilmente verso situazioni ancora più catastrofiche ?

(1) UC Davis Magazine, Summer 2006: Epidemics on the Horizon, scdavismagazine.ucdavis.edu

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)

john_ludd
Scritto il 17 marzo 2020 at 22:59

… i morti “ufficiali” di Wuhan, solo un pazzo può credere ai numeri cinesi.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

john_ludd
Scritto il 17 marzo 2020 at 23:19

La faccio io una previsione … se non trovano modo di fermare il crollo verticale delle borse, verranno chiuse a tempo indefinito, poi sarò curioso di leggere i post di qualche fenomeno “che si però tuttavia …” Se non fa prezzo, non vale un ca##o. E quando un mercato è chiuso … non puoi spendere ciò che non hai.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

pdf79
Scritto il 18 marzo 2020 at 07:31

John comunque il fatto di non avere una banca centrale va affrontato, quindi ulteriore elemento di casino che va ad aggiungersi.
E anche molto velocemente dato che ieri ho letto un commento di Gualtieri che invitava a pagare le tasse in scadenza chi aveva liquidità anche se venivano spostate.
Buona giornata.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 18 marzo 2020 at 10:43

Vorrei solo sottolineare il fatto che “il non essere d’accordo” è un valore aggiunto perchè stimola la discussione e sopratutto contribuisce ad allargare gli orizzonti.
Se ci fossero solo pacche sulle spalle, sarebbe un monologo che non porterebbe quel valore aggiunto che invece sono i commenti.
L’importante è sempre cercare di pubblicare dei ragionamenti suffragati da dati e citazioni che vadano ad arricchirne i contenuti aumentandone la credibilità.
E devo ammetterlo. I commentatori di questo blog sono fantastici sotto questo aspetto!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

fdonni
Scritto il 18 marzo 2020 at 11:02

john_ludd@finanza:
La faccio io una previsione … se non trovano modo di fermare il crollo verticale delle borse, verranno chiuse a tempo indefinito, poi sarò curioso di leggere i post di qualche fenomeno “che si però tuttavia …” Se non fa prezzo, non vale un ca##o. E quando un mercato è chiuso … non puoi spendere ciò che non hai.

E’ quello che ti chiedevo una settimana fa… e mi hai risposto “io non me ne preoccuperei”. Hai cambiato idea? (il che va benissimo, solo gli stupidi non cambiano idea).

Un ringraziamento per i tuoi preziosi post e un saluto.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2020 at 12:06

fdonni@finanza,

No, perché ciò che è strettamente necessario è questo:

Cibo, un tetto, un buon libro da leggere.

Il cibo, sono molto parco mi costa 200 euro/mese, il tetto me lo hanno lasciato i miei vecchi, mi costa 100 euro/mese di utenze e la metà sono tasse. I libri, ne ho circa 2000.

Subito dopo, poter trascorrere quanto più tempo possibile nella natura, senza viaggi organizzati, raramente in albergo, giusto per togliermi la polvere di dosso, o gente attorno che mi tedia, se il luogo mi piace, ci resto quanto mi pare, monto la tenda in riva a un lago a un ruscello o di fronte a un ghiacciaio e attendo le luci dell’alba e del tramonto. Per ora sono ligio alle disposizioni e resto a casa. Nessuno tuttavia mi impedirebbe di riempire uno zaino percorrere il crinale appenninico per un paio di settimane, tornare indietro e iniziare daccapo. Ci troverei meno gente che in Himalaya.

Il piano per la vecchiaia, che resta valido, è trovarmi un posto in mezzo agli alberi, tranquillo, mi serve una stanza, una cucina e un bagno e soprattutto un cane o due. La salute ? In parte dipende da quel che mangio, da quanto dormo e in genere da quanto aiuto il mio sistema immunitario e il mio equilibrio emotivo, in parte dal caso della cui importanza sono ben consapevole. Il resto ? Non necessario o persino deleterio.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

fulmine
Scritto il 18 marzo 2020 at 12:10

cosa intendi per ambiente naturale dei virus (sono ignorantissimo in materia)??l’antartide??
john_ludd@finanza,

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2020 at 12:45

pdf79@finanza,

Pensi che io abbia una qualche soluzione ? Pensi davvero che se questa emergenza dura più di qualche mese esiste una qualche teoria economica nota che valga più della carta igienica usata (da uno con la diarrea) ? Quel che so, è che non esistono soluzioni semplici a problemi complessi e il più delle volte non esistono proprio.

Cioè …

“Nessun fiocco di neve cade nel posto sbagliato”.
“Un uomo arrabbiato non cattura alcun pesce”.
“La regola è lasciare che le cose facciano il proprio corso”.

e tante altre … poi se uno non comprende l’ineffabile saggezza dei maestri orientali di 2000 anni fa è affare suo e ne abbiamo avuti tanti di saggi anche qui da noi.

Sai cosa intravedo, il desiderio spasmodico di tornare come prima, con qualche modifica nella distribuzione dei mezzi di produzione e controllo ma senza alterare il modello, garanzia di un tracollo più grande lungo la strada dopo qualche curva.

Comunque io un piano lo possiedo, semplice semplice e l’ho descritto sopra. Il piano degli altri è degli altri.

Ciao che ora indosso pantaloni corti e maglietta stile runner e vado a prendere un pò d’aria, lo consentono se sei da solo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2020 at 12:48

fulmine@finanza,

hai tanto tempo da spendere chiuso in casa, usa Google + virus + quel che ti pare, wikipedia ti spiega quel che serve. Vinci la pigrizia di chiedere agli altri ciò che puoi benissimo ottenere da solo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

fulmine
Scritto il 18 marzo 2020 at 12:59

no john ti sbagli il tempo è il bene più scarso che ho…posso scappare verso il mare quando voglio se incontro i cattivi mi invento na palla che devo comprare il latte.. sono al computer da stamattina alle 7, costretto a informarmi dall’incedere degli eventi, se no starei già con le palle a mollo con l’essere umano più vicino distante km… sono ignorantissimo e voglio rimanere ignorantissimo in materia, mia mamma è farmacista mio padre veterinario ma per scelta ignoro totalmente ciò che appartiene alla sfera medica.
leggo con attenzione i tuoi commenti sul blog di Andrea che seguo da un paio di anni,
john_ludd@finanza,

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

fulmine
Scritto il 18 marzo 2020 at 13:02

https://www.ilpost.it/2020/03/18/pandemie-zoonosi-ambiente-wwf/
era questo l’articolo che non riesco ad aprire

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

fulmine
Scritto il 18 marzo 2020 at 13:04

da wikipedia
La maggior parte dei ricercatori ritiene che l’origine del virus HIV sia nell’Africa sub-sahariana e che sia nato nel corso del XX secolo.[152] Anche la sua diffusione è oramai considerata una pandemia, con una stima di 38,6 milioni di persone infettate in tutto il mondo.[153] Le stime del Programma delle Nazioni Unite per l’AIDS/HIV (UNAIDS) e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) indicando che l’AIDS (la condizione dovuta al virus HIV) abbia ucciso più di 25 milioni di persone dal 5 giugno 1981, quando è stato riconosciuto, rendendola una delle epidemie più devastanti della storia.[154] Nel 2007 sono state stimate 2,7 milioni di nuove infezioni da HIV e 2 milioni di decessi correlati alla condizione.[155]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

pdf79
Scritto il 18 marzo 2020 at 14:11

john_ludd@finanza,
Si hai ragione, molto probabilmente mentalmente cerco di riportare tutto alla condizione precedente coronavirus con modifiche, per due motivi.
1)è dura cambiare mentalità dopo vent’anni, per la seconda volta nella vita.
2)la maggior parte di noi è interconnessa con gli altri e le nostre scelte dipendono dalle decisioni di tutti, per quanto ci sforziamo di essere indipendenti ci influenziamo a vicenda.
Adesso leggo e sbraito per dimenticarmi dei miei problemi poi passato la bufera si vedra.
Saluti

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2020 at 17:51

fulmine@finanza,

Fulmine a te con un nome così, il virus non fa una pippa e hai pure una tattica infallibile, 1) ignorare ciò che fa paura e contro il quale nel contempo non puoi combattere 2) startene in un bel posto lontano da chi ti tedia, che sia un parassita molto piccolo o uno molto grande che non sta mai zitto. Continua così, io ci provo da anni ma se sono a casa fallisco miseramente il primo dei proponimenti. Fortunatamente oggi c’era un solo primaverile stupendo, pantaloni corti e maglietta, da finto runner e i vigili mi lasciano passare, al parco decine di alberi in fiore, bianche e viola. Ogni primavera resto con la bocca aperta.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 18 marzo 2020 at 21:47

fulmine@finanza,

mi ricordi un certo Lampo

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

fulmine
Scritto il 19 marzo 2020 at 00:32

“com era buona quella fragola” e anche tu non sai stare davanti al computer con una giornata di sole e io invece stamattina ce ne ho perso di tempo e parecchio, preziosissimo il tempo di sti tempi davvero…cmq stamattina avevo scritto su icebergfinanza..
Ce la metto la faccia, ora ti racconto qualche giorno fa cosa è successo qui
Nonstante sapessi bene del virus, lo stesso luna piena 9/3, un giorno prima del decreto ero a imbottigliare vino con alcuni amici…al 4°5° brindisi di gaglioppo le distanze di sicurezza sono scomparse per magia. 2 giorni dopo scopro che il padre di uno di questi amici è stato contagiato (5 marzo un’imprenditrice parla co sto ingegnere per una casa nonostante avesse tossse e influenza). io sto con mia nonna di 91 anni e fino a 5 gg fa dormivo nella stessa stanza. sempre li vicino altri 2 fratelli tornati da Reggio emilia dei quali uno dei 2 distribuiva il pane a tutta la zona (il tabacchino più vicino è a 10 km).. Hanno fatto il tampone prima al padre del mio amico e successivamente al resto della famiglia,nel frattempo che non sapevo se il mio amico fosse contagiato o meno io ho continuato a dormire da mia nonna, in un’altra stanza..gliel ho detto scherzando “oi no ma nel testamento m hai pensato”.. m’ha fatto le corna. La notte me ne sono andato a dormire. Ho letto il tuo vademecum solo il 10 mi pare, ma sapevo della russia etc da prima. ho condiviso le informazioni utili anche provenienti da te. Ma vivo lo stessso e non mi preoccupo più di tanto. Il problema è reale anche se invisibile e in differita. Il posto di cui parlo non è bello e basta eh ti parlo di Capocolonna
Col padre del mio amico m’ero preso un caffe insieme 3 settimane fa. stranamente ho un ricordo nitidissimo, avevo 6 anni, di lui che mi spiegava come lavarmi le mani per bene non helter skelter come al solito mio.
il problema mi è passato vicinissimo e non mi è lontano per niente..
Mi scuso che sto scrivendo in modo orrendo ma non ce la faccio ora meglio

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

VEDO PREVEDO STRAVEDO tra 10 anni!

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+