CREDITO: migliora il mercato dei finanziamenti. Ora però occorrono le giuste condizioni.

Scritto il alle 11:25 da Danilo DT

mercato-concessione-credito-imprese

Credo sia giusto mettere in evidenza anche le cose positive, quando ne veniamo a conoscenza. Complice ovviamente la politica monetaria da una parte, e le ben note vicende valutarie dall’altra, possiamo notare un miglioramento delle condizioni del mercato del credito. Insomma, possiamo dire che “QUALCOSA si sta muovendo”. Che sia un movimento momentaneo oppure più importante non possiamo saperlo: intanto però le cose stanno andando un po’ meglio, e questo è sicuramente un bene.

concessione-credito-eurozona

Il grafico del mercato del credito è riferito però all’Eurozona. Questo avviene in concomitanza con l’avvio delle nuove regole stringenti decise dalla BCE sul bilancio delle banche.

(…) La vigilanza di Francoforte, infatti, ha richiesto espressamente che tutti i deficit sugli accantonamenti e sul patrimonio emersi dai test fossero caricati sui conti d’esercizio; anche quelli derivanti dai test di tenuta, ipotizzati con scenari avversi e che a loro volta partivano da una realtà stressata di suo dalla crisi. Per diverse vigilate l’effetto sarà di finire l’ennesimo esercizio in rosso e senza dividendi per i soci. Anche se i problemi patrimoniali dovrebbero essere già noti e in corso di risoluzione. (…) [Rep]

Le indagini della BCE partono proprio questa settimana con Intesa Sanpaolo, nel pomeriggio di martedì e poi via via tutte le altre. Gli stress test della Bce e le nuove misure restrittive del bilancio di certo non hanno giovato. Questo grafico però ci illustra che la situazione si sta stabilizzando, malgrado tutto.

concessione-credito-eurozona-2

Inoltre lo scenario tassi è quantomai favorevole. Ancora non ideale e perfettamente allineato, ma sta migliorando a vista d’occhio.

Source: SoberLook

Source: SoberLook

Insomma, le condizioni per il mondo del credito stanno migliorando visibilmente, la benzina quindi è pronta per essere distribuita anche all’economia reale. Il problema è riuscire a far si che poi vengano generate le condizioni ideali per far partire il motore economico. Altrimenti sarà tutto inutile.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

InvestimentoMigliore LOGO

La tua guida per gli investimenti. Take a look!

 

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto.
Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email ([email protected]).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

2 commenti Commenta
lampo
Scritto il 9 Febbraio 2015 at 21:34

Sicuramente è una notizia positiva… anche se analizzando più attentamente il dato dei prestiti (curva rossa primo grafico) sarebbe da approfondire in maniera da escludere che l’inversione sia data principalmente da richiesta di prestiti per sostituire vecchi prestiti a tassi più elevati.
Ciò perché il ribasso dei tassi reali… ha favorito indubbiamente la surroga di molti mutui, prestiti e via dicendo…

lampo
Scritto il 9 Febbraio 2015 at 22:11

Se andiamo a vedere il documento ufficiale della BCE effettivamente pare aumentato il credito alle imprese, anche se andando a vedere i singoli Paesi pare che sia la Spagna a beneficiarne di più, mentre da noi in Italia ancora niente si muove (fine pag. 10):
http://www.ecb.europa.eu/stats/pdf/blssurvey_201501.pdf
Il grafico estratto dalla fonte suindicata:

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Sondaggio #3-21: ORO a fine anno sarà... (base 1950 $/oz)

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+