COT Report: Chart e analisi

Scritto il alle 09:21 da Lukas

GUEST POST: analisi dei dati del CFTC e del COT Report

Cari amici, anche nel corso di questa settimana, i mercati finanziari hanno regalato le ormai consuete dosi di illusioni, circa l’avvio di un rimbalzo degli indici azionari, che alcuni inguaribili ottimisti interpretano addirittura come l’avvio, del tutto fuori stagione, dell’ormai consueto rally natalizio. Un copione ormai diventato usuale, che spesso nell’ultimo giorno, o addirittura nelle ultime ore di contrattazione, si trasforma in una sorta di beffa per tutti coloro che ormai da mesi aspettano l’inversione del negativo trend che caratterizza ormai da oltre 2 mesi il mercato azionario . In realtà a leggere i dati dell’economia reale che quasi quotidianamente vengono pubblicati, a mio avviso, non c’è assolutamente alcuna ragione che possa giustificare un rimbalzo dei listini azionari e tantomeno un rally degli stessi.

Ciò premesso, passo ad esaminare i nuovi dati del COT REPORT settimanale, pubblicati ieri sera dalla CFTC ( Commodity Futures Trading Commission), e relativi alla sommatoria dei Futures e delle Options su tutti gli indici azionari USA, che risultano essere i seguenti :

Commercial Traders : + 68.510

Large Traders : – 57.579

Small Traders : – 10.931

Stessa configurazione della scorsa settimana, anzi a dir la verità il mercato dei derivati sembra quasi immobile, basti pensare che a fronte di quasi 1.200.000 contratti aperti, le modifiche delle NET POSITION ammontano complessivamente a soli 4.000 contratti short passati dai Large Traders agli Small traders che riconfermano ed anzi accrescono per la terza settimana consecutiva la loro, del tutto inusuale, posizione NET SHORT.

Conferma della configurazione, addirittura al limite dell’immobilismo, che per mio trading system fondato sull’analisi settimanale del COT REPORT, equivale ad una riconferma, per un’altra settimana ancora, del mio orientamento SHORT sugli indici azionari USA, che ormai dura dallo scorso 15 luglio, e che ha sinora registrato un guadagno di ben 185 PUNTI sul nostro principale indice di riferimento, ossia l’S&P 500.
Ribadisco quindi che per ora non vedo all’orizzonte alcun rimbalzo significativo , ne tantomeno l’avvio del rally natalizio……ma gli ottimisti incalliti non disperino……..Natale è ancora lontano !!!

Un cordiale saluto a DREAM, ed a gli altri amici del blog. Auguro a tutti un felicissimo Weekend .

Ti è piaciuto questo post? Clicca su Mi Piace” qui in basso a sinistra!

Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!) | Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS! |
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

Tags: ,   |
2 commenti Commenta
ivegotaces
Scritto il 1 Ottobre 2011 at 10:50

Ciao Lukas, sottoscrivo. Aggiungo solo che:
– la settimana dell’S&P500 appena trascorsa se non sbaglio ha formato una inside;
– il gold silver ratio e il dollar index hanno puntato con forza al rialzo.
Buon week end a tutti

idleproc
Scritto il 1 Ottobre 2011 at 11:36

Dimentico sempre le definizioni di Large Traders… etc. Me le ricerco in un post precedente esplicativo di Lukas…

Questo è divertente. Ci stanno pure i neutrini della Gelmini.

http://www.zerohedge.com/news/startling-unpublished-keynes-equations-discovered-friday-afternoon-humor

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Sondaggio #4-21: Tasso 10yr T-Note a fine anno sarà... (base 1,25%)

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+