Come scenderanno deficit e debito pubblico?

Scritto il alle 11:36 da Danilo DT

Sullo stato di salute dei cosiddetti PIGS già si è detto molto. La Grecia prima, l’Irlanda poi ed ora il Portogallo si sono ritrovati costretti a chiedere aiuti a organismi sovranazionali. Abbiamo assistito quindi all’interventi dell’EFSF, del FMI e in un certo senso, possiamo dire che questi stati hanno perso, a causa del loro dissesto finanziario, una fetta della loro indipendenza. Capite quindi il motivo per cui il Portogallo ha negato e tentato fino alla fine di tirarsi fuori dai guai da solo. Ma non ce l’ha fatta. La politica fiscale necessaria non è stata possibile, tanto che addirittura è caduto il governo. Ma ora, con l’intervento sovranazionale, non solo questi tagli della spesa saranno obbligatori, ma saranno addirittura più aspri. Necessari ed obbligati. Austerity allo stato puro.


Mi domando sempre come faranno questi paesi a tagliare sostegni pubblici e spese, e contemporaneamente a crescere dal punto di vista economico (PIL alias Prodotto interno lordo). E’ un controsenso che rischia di portare al cosiddetto “haircut”, ovvero il default tecnico con ristrutturazione del debito, operazione che vuole essere evitata per non abdare a coinvolgere il punto più sensibile della finanza europea, ovvero le sovraesposte banche di Francia e Germania sempre più padrone ed interessate agli sviluppi dei PIGS.
E dall’altra parte dell’Oceano? Beh, gli USA non stanno poi così bene di salute… il debito pubblico ormai ha raggiunto i limiti legali, il deficit è diventato gigantesco. In realtà tutt quello che è inerente al debito pubblico ed al deficit è al centro di discussioni e di grossi dibattiti. Ma la sensazione che si ha oggi, è quella che si facciano tante parole ma fatti credibili …ben pochi. Ci vorrebbe un impegno molto serio da parte della classe governante. Scente drastiche e ahimè impopolari. E allora che fare? Evvai con la sagra del debito e del deficit e delle proiezioni futuristiche e fantascientifiche.
Ma se la matematica non è un’opinione, certe poste di bilancio sistemano con scelte importanti. Qui invece si confida in una manovra di politica monetaria non convenzionale e di improbabile realizzazione: stiamo parlando di un miracolo.

Queste le proiezioni del FMI. Ognuno è libero di fare le proprie valutazioni. Ma secondo me se non si interviene in modo deciso, non si risolverà un bel nulla.

STAY TUNED!

DT

Sostieni I&M!


Vota su Wikio!
Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!) | Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS! |
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

Ti è piaciuto questo post? Clicca su Mi Piace” qui in basso a sinistra!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
3 commenti Commenta
paolo41
Scritto il 14 aprile 2011 at 14:03

Dream,
il sottoscritto ha un grosso credito verso uno che mi ha detto che non può pagare….
ti dico la verità ….non ci dormo la notte, mentre so che lui continua a godersi la vita…
Sta diventando un incubo: poi fortunamente mi sveglio è …mi rendo conto che era un sogno.
Voglio dire, chi è che dorme la notte, il debitore o il creditore????

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

vichingo
Scritto il 14 aprile 2011 at 16:00

Avendo perso la fiducia in questa casta politica, la vedo dura a fare delle serie riforme che riducano il debito senza creare sconquassi a livello sociale. L’esempio sul fare i sacrifici dovrebbe partire proprio dai politici come un segnale di vero cambiamento, ma abbiamo visto quello che è successo qualche mese fa sulla mozione dell’IDV. La politica si è arroccata su posizioni di privilegio e non ne vuol sentir parlare di cambiamento, solo spot elettorali fini a se stessi, tanto quando la poltrona è conquistata i cittadini non contano più niente e si continua con la saga del pro-contro Berlusconi. Mandiamoli tutti a casa a lavorare. C’è bisogno di programmi e facce nuove…………………………….

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

andrea.mensa
Scritto il 14 aprile 2011 at 17:45

credo che per l’ennesima volta gli USA, sperino di poter scaricare i loro problemi sul resto del mondo…… ma ho l’impressione che questa volta si, sarà diverso-

per l’altro discorso, bisognerebbe sempre ricordarsicah ad ogni debito corrisponde un credito, e che anche le banche, se è vero che intervengono molto, hanno dei padroni, (azionari) e che quindi alla fine , sempre di persone si tratta.
basta identificarle, e far pagare un po’ di più loro. azione ardua, senz’altro.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+