APPLE: regina di borsa e di buyback

Scritto il alle 07:52 da Danilo DT

Gli utili sono sempre la chiave per poter valutare un’azienda quotata. E su questo non ci piove, però ci sono anche tanti altri eventi che possono influenzare in modo non così limitato l’andamento di un’azione in borsa. Uno su tutti è il buyback.

L’acquisto di azioni proprie viene effettuato direttamente dalla società stessa utilizzando mezzi propri (cash).

Perché un’azienda dovrebbe fare buyback?

Intanto è palese il fatto che il buyback genera valore all’azionista, perché ad esso corrisponde un incremento del prezzo delle azioni (le azioni comprate vengono poi ritirate dal mercato e quindi diminuisce il flottante). Ma è anche un segnale di fiducia: il Buyback rappresenta un implicito apprezzamento da parte della società stessa della bontà dell’investimento nel titolo.

Inoltre, spesso ci sono utili in eccesso non redistribuiti che non si sa dove investire e allora…per non rompere gli equilibri e fare shopping senza reali potenzialità di crescita, il management preferisce far crescere il titolo.

Capite benissimo quindi che il buyback può diventare uno strumento MOLTO POTENTE anche per dare una “direzione” o dei segnali forti al mercato.
Una delle società che si è sempre resa protagonista coi buyback è proprio APPLE.

APPLE: regina del buyback

Pensate che negli ultimi 10 anni, Apple ha sbaragliato le altre società sull’argomento, effettuando buyback per oltre 588 miliardi di dollari e l’aspetto interessante è che l’azienda non mostra segni di voler abbandonare, o rallentare, i piani, se non per periodi transitori.
Questo grafico vi dà la percezione del fenomeno ma allo stesso tempo l’impatto violento che il buyback ha avuto sulla stessa Apple.
Trovate non solo i volumi dei buyback ma anche la quantità di azioni presenti sul mercato.

Diventa naturale chiedersi se in mancanza di questa campagna di buyback, Apple fosse comunque alle quotazioni attuali. La risposta è chiara. Senza nulla togliere alla qualità del titolo, ma senza buyback , Apple sarebbe decisamente ad altri prezzi. Quindi, tra le varie considerazioni, quella degli “acquisti di azioni proprie” è un argomento che dovrebbe sempre essere tenuto in considerazione quando si fanno investimenti diretti nel mondo equity.

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se sei interessato agli argomenti qui espressi e vorresti approfondirli, contattami!
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)
(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!).

ℕ𝕦𝕠𝕧𝕠 𝕔𝕒𝕟𝕒𝕝𝕖 𝕀ℕ𝕊𝕋𝔸𝔾ℝ𝔸𝕄 𝕔𝕠𝕟 𝕔𝕠𝕟𝕥𝕖𝕟𝕦𝕥𝕚 𝕖𝕤𝕔𝕝𝕦𝕤𝕚𝕧𝕚
𝕋𝕒𝕜𝕖 𝕒 𝕝𝕠𝕠𝕜!

Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

VEDO PREVEDO STRAVEDO tra 10 anni!

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+