ABENOMICS: fine di un sogno. Per il Giappone torna l’incubo della deflazione

Scritto il alle 09:27 da Danilo DT

abenomics-in-actionLa frenata cinese, come è stato detto, trascinerà per forza di cose anche gli altri paesi emergenti verso una fase di rallentamento.
Ma non solo i paesi emergenti. Oramai la Cina ha assunto una dimensione tale che è influente nei confronti di qualsiasi paese al mondo, tanto più se è limitrofo. Quindi capite benissimo che il vicino e nemmeno troppo amico Giappone subirà delle conseguenze dalla frenata di Pechino: ecco il motivo per cui, malgrado una politica monetaria iper-accomodante, abbiamo preferito, nei portafogli di InvestimentoMigliore, diminuire sensibilmente nelle utlime settimane il peso dell’equity e anche del Giappone.
Non so nemmeno se questa cosa potevo dirla, ma siccome è ormai “storia passata” credo invece di fare una “buona pubblicità” ad un progetto che prossimamente sarà ancora più integrato al network di Borse.it.

Ma torniamo al Giappone.
Forse a molti sarà sfuggito il fatto che Tokyo ha subito proprio questo mese un downgrade da parte della nota agenzia di S&P. La motivazione? Beh, non è che ci coglie di sorpresa, ci mancherebbe. Va a confermare tutte le nostre teorie. In estrema sintesi quindi cosa possiamo dire? Semplicemente che l’ABENOMICS non funziona.

L’agenzia di rating Standard & Poor’s ha tagliato di un livello da AA- ad A+ il giudizio sul credito sovrano del Paese, con outlook stabile.
Alla base del declassamento annunciato questa mattina c’è in primis l’indebolimento dell’economia nipponica degli ultimi anni. Ma Standard & Poor’s sottolinea anche che la strategia del governo Abe, la cosiddetta Abenomics, non sembra in grado di rilanciare la crescita economica nel giro dei prossimi due-tre anni e invertire il corso deflazionario dei prezzi. (Source)

Ma va? Quindi i 90.000.000.000.000 Yen non sono serviti a nulla o quasi? Beh, a qualcosa sono serviti. Infatti hanno gonfiato la borsa nipponica e anche i bilanci della Bank of Japan. Ma l’obiettivo numero uno, ovvero uscire dalla spirale deflazionistica, è stato raggiunto?
Con questo grafico vi dico tutto.

inflazione-giappone-bilancio-boj-nikkei

Indici a confronto: Nikkei, Bilancio BoJ, Tasso inflazione Giappone

Certamente avrà anche contribuito il rallentamento globale, però è ingiustificabile l’inversione di tendenza che ha intrapreso il tasso di inflazione dal mese di marzo di quest’anno.

Il messaggio è chiarissimo. La tempesta di liquidità che la banca centrale giapponese continua a buttare sul mercato, non è più asimilata e quindi sta diventando totalmente controproducente. Genera debito e squilibri finanziari, oltre che generare bolle.
Ma il bello sarà vedere che combina adesso la Boj. Infatti il prossimo appuntamento con la Banca centrale del Giappone è in programma per il 30 ottobre, dove ovviamente (secondo me, sia ben chiaro) si continuerà a fare quanto deciso fino ad ora, ovvero aumentare la posta in gioco. Ma gli effetti del QE giapponese, come si è detto, potrebbero essere mollto limitati e deludenti, se non controproducenti. Anche per la borsa.

Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

InvestimentoMigliore LOGO

La nuova guida per i tuoi investimenti. Take a look!

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email ([email protected]). NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
ABENOMICS: fine di un sogno. Per il Giappone torna l’incubo della deflazione, 10.0 out of 10 based on 2 ratings
3 commenti Commenta
kry
Scritto il 25 settembre 2015 at 10:18

” Per il Giappone torna l’incubo della deflazione ”
E’ un incubo anche per il cittadino medio ?
…. o il vero incubo è l’ abenomics ?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

    Scritto il 25 settembre 2015 at 10:40

    Ovviamente entrambe le cose visto che la deflazione costringe (perchè così vogliono loro) ad un incremento di Abenomics

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)

x_maurizio
Scritto il 25 settembre 2015 at 18:05

Ho una domanda semplice: di quanto hanno tagliato le tasse in Giappone?
Se non erro le hanno pure alzate.
Il problema é sempre lo stesso ed il medesimo ovunque.
Quanto soldi di quelli stampati arrivano alle tasse del signor Rossi di Tokio (tale Aka San)?
E finché stampano e si passano i soldi tra loro e loro altro che consumi, ripresa inflazione… e campa cavallo!
Ah la manfrina la conosco… Le tasse non si può abbassarle. E i servizi essenziali e questo e quello e la pioggia (copyright Mazzarri)…
Allora avanti così.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+