Super bonus: Socializzazione delle perdite, privatizzazione degli utili

Scritto il alle 08:00 da Danilo DT

Ormai siamo ufficialmente fuori dalla crisi! E quindi i manager possono nuovamente permettersi di regalarsi valanghe di quattrini.

La logica, che ovviamente non regge, è quella descritta già migliaia di volte, che spesso amo definire come: “privatizzazione degli utili e socializzazione delle perdite”.

Infatti, i bonus che i manager si sono negati per via della crisi nientepocodimeno che l’anno scorso, anno domini 2009, oggi tornano imperiosi come non mai. E’ un po’ come se gli stessi manager (sempre loro…gli stessi…) si siano voluti ripagare dell’anno di magra e abbiano nuovamente deciso di farsi dare ciò che spettava loro: “date a Cesare quello che è di Cesare, e a Dio quello che è di Dio” …diceva un saggio circa 2000 anni fa. Ma oggi dobbiamo aggiungere alla ben nota frase anche “…e date ai banchieri ciò che è dei banchieri…”.

Ma un bel paio di ciufoli! Le banche si sono salvate il deretano grazie all’intervento pubblico e, come ben sapete, sono tutt’altro che fuori dalla crisi!

135 miliardi di dollari: ecco l’ammontare dei cosiddetto “bonus” riconosciuti alle prime 25 società di Wall Street, buona parte delle quali salvate grazie al’intervento pubblico.

Per capirci, aziende salvate dagli stati e quindi soldi pubblici che ora vengono distribuiti ai manager… E la migliore come etica resta sempre lei… Goldman Sachs. Infatti i vari manager, dopo un anno di “magra” hanno deciso di tornare ai fastosi bonus del 2008, questo malgrado utili e fatturato in calo.

Lloyd Blankfein, 13,2 milioni di dollari tra stipendio e bonus. E per l’anno in corso si è già assicurato un aumento, almeno della paga base: triplicherà, da seicentomila dollari a due milioni. Meglio del chief executive di Goldman Sachs dovrebbe fare, se le cifre rispetteranno le previsioni, James Dimon di Jp Morgan Chase: più di 17,5 milioni. Seguono a ruota James Gorman, di Morgan Stanley, con 7,4 milioni in titoli e un assegno in contanti ancora da determinare. E Brian Moynihan, di Bank of America, con una decina di milioni totali (Source)

Ditemi voi se questo è o non è uno SCANDALO.

Anche perché, come dicevo, il sistema bancario e finanziario è tutto fuorchè risanato. Come segnalato nei link qui sotto, le banche in USA che sono saltate nel 2011 sono al momento 13 (anzi…14, se n’è aggiunta una in zona Cesarini) e le banche a rischio default sono ben 946.

Socializzazione delle perdite, privatizzazione degli utili. E sarebbe questo il “New Normal”?

Rassegna stampa: link finanziari per meglio capire l’economia e la finanza.

LINK FINANZIARI

Gross: Central Banks are Robbing Bond Holders and Fuelling Inflation Bill Gross (PIMCO) e politica monetaria USA

3 More Small Banks Shuttered, 14 Failures Already In 2011 14 fallimenti tra le banche USA

Reggie Middleton Boom Bust Blog – Un’altra crisi bancaria è inevitabile?

Number of the Week: Businesses’ Unemployment Taxes Rise – Real Time Economics – WSJ Il numero della settimana: e questa sarebbe la ripresa economica che aspettavamo?

Class action, la delusione dei consumatori – Corriere della Sera Adiconsum: «Legge pro-azienda». Federconsumatori: «Utile solo dopo una condanna Antitrust»

Marchionne rassicura Sacconi: la direzione Fiat resta in Italia – Corriere della Sera Nota del ministro: «Nessun riferimento nè per l’oggi nè per il domani a una diversa localizzazione»

Commodities May Spark Next Banking Bust – The Source – WSJ L’aumento del prezzo delle commodity potrebbe essere il motivo della prossima crisi finanziaria e bancaria?

The US Dollar: Dead On Its Feet, Dead Cat Bounce, or Dying to Rally? | zero hedge Quale sarò il futuro del dollaro USA?

Stress Tests II: This Time We’ll Do it Properly – The Source – WSJ Promesse: lo stress test sulle banche verrà fatto seriamente…

Britain will reap the rewards of China’s boom – Telegraph I problemi dell’Euro e dell’Europa sono SOPRAVVALUTATI. Lo dice O’Neill.

White House and Egypt Discuss Plan for Mubarak’s Exit – NYTimes.com Mubarak e l’intervento USA: piano per la sua fuga?

Calculated Risk: Bank Failures #12 & 13 for 2011 Banche fallite in USA: al momento 13…

Calculated Risk: Unofficial Problem Bank list at 946 Institutions Banche USA: lievita il numero delle banche a rischio

Realtime: What the United States Can Do to Help a Post-Mubarak Egypt Cosa possono realmente fare gli USA per aiutare l’Egitto post Mubarak?

Housing prices to drop 25%, forecaster predicts – thestar.com Immobiliare ancora previsto in discesa

FT.com / Bruxelles – Crepe sul piano franco-tedesco Problemi d’ntesa sul piano di salvataggio dell’Euro

Calafia Beach Pundit: The bond market is getting restless Sono segnali di ripresa economica?

Is the 30-Year Bond Market Rally Over? – MarketBeat – WSJ Bond 30yr fine del rally

PRAGMATIC CAPITALISM » » RAIL TRAFFIC REMAINS STRONG Traffico ferroviario sempre molto forte

Regole per lo short | The Big Picture Un elenco di regole per chi vuole shortare il mercato

Bond Strength Can Be Found Where

Per essere sempre aggiornati coi LINK FINANZIARI preferiti da I&M CLICCA QUI!

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo su Wikio!

E CLICCA QUI per poter votare gli ultimi 3 post di I&M! DAI VISIBILITA’ ALL’INFORMAZIONE INDIPENDENTE!

STAY TUNED!

DT

Tutti I diritti riservati ©
Grafici e dati elaborati da Intermarket&more sulla database Bloomberg

NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Sostieni I&M!
Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!

Image Hosted by ImageShack.us

Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI!

Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Super bonus: Socializzazione delle perdite, privatizzazione degli utili, 10.0 out of 10 based on 1 rating
14 commenti Commenta
Scritto il 7 febbraio 2011 at 08:35

Sono rimasto anch’io molto perplesso dalle notizie degli ultimi giorni, sempre piu’ positive, i problemi sembrano quasi del tutto spariti. Forse mi sbaglio ma mi ricorda il periodo di Luigi XV e parafrasando la famosa frase: “dopo di me il diluvio” mi sembra che i banchieri e non, si stiano accaparrando tutto quello che possono…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

mattacchiuz
Scritto il 7 febbraio 2011 at 08:43

“…e date ai banchieri ciò che è dei banchieri…”

si si, diamole ai banchieri!! :-)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 7 febbraio 2011 at 10:00

io credo che per un pò di tempo potrei tranquillamente astenermi dal commentare, tanto le borse hanno il pilota autoamtico.
sp mib già più 1,35%, io non ho più parole.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 7 febbraio 2011 at 10:19

E perchè mai, berga…
tutto come da copione, liquidità a josa, fiducia generata e rally artificiosi.
Il mercato salirà ancora? E che vuoi farci, lasciamolo salire. magari ci vorranno ancora dei mesi. ma è chiaro che è BOLLA. Seguire il trend con la consapevolezza di cosa potrebbe accadere.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 7 febbraio 2011 at 10:24

sono schifato, quindi per ora mi astengo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 7 febbraio 2011 at 11:42

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/tecnologia/grubrica.asp?ID_blog=30&ID_articolo=8626&ID_sezione=38&sezione=

Attenzione….
Vi annuncio che se mi danno anche solo la metà, io e il SID ci ritiriamo a vita migliore !!!!!

AOL, 315 milioni di dollari per Huffington Post

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

hironibiki
Scritto il 7 febbraio 2011 at 11:51

Io vorrei invece lasciarvi un piccolissimo link su youtube dove si vede il Papi dire ciò che pensa degli italiani.. E’ vecchio ma è bene ricordarlo, in quanto non penso sia cambiato.

http://www.youtube.com/watch?v=mNzOHrNXmFs

Dura 10 secondi… ma intensi.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

paolo41
Scritto il 7 febbraio 2011 at 12:18

Dream Theater,

bergasim,

… siamo noi che non capiamo una mazza: i paesi periferici non sono più un problema e la Merkel e Sarkozy stanno ungendo gli attrezzi per strozzarli meglio, i moti egiziani e degli altri paesi stanno rientrando, i disoccupati, stando ai numeri, stanno diminuendo e chi non trova lavoro si sta abituando al “new normal”, i consumi aumentano e anche i redditi…siamo in paradiso…Perchè non dovrei investire nella borsa???
In Italia il governo è solido o forse occorre aspettare che maturi la pensione per gli attuali deputati, non abbiamo neppure più bisogno del federalismo perchè costi e spese dello Stato vanno bene così, la Cig è diminuita e…la FIAT resta in casa… cosa vogliamo di più???
..siamo in paradiso…
La monnezza di Napoli ricomincia ad accumularsi, in Sicilia si assume a pieno regime… non cambia nulla… neppure la borsa che continua, imperterrita, la sua salita…
…ogni tanto mi chiedo se a tutto quanto ho scritto non ci sia un limite????

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

mattacchiuz
Scritto il 7 febbraio 2011 at 12:41

paolo41,

o ragazzi, finchè a tutti andrà bene stampare a più non posso, i problemi saranno in parte posticipati.
se poi riuscissero anche a controllare il flusso del denaro “nelle mani giuste”, sono piuttosto confidente che non ci sarà nemmeno l’inflazione tanto temuta.
alla fine, tutte le “leggi” economiche sono già state infrante tutte, di certo non sarà un problema infrangere anche quella che lega la stampa di denaro con il suo valore…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 7 febbraio 2011 at 13:25

ecco le mani giuste

intanto le materie prime aumentano

:lol::lol:

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

amensa
Scritto il 7 febbraio 2011 at 14:35

forse, se il fiuto non mi inganna, entro la fine dell’anno assisteremo alla più grande deflagrazione finanziaria che si ricordi. ha ragione Matta, tutte le regole ( o quasi) sono state violate ed il grave è ch esono state violate tutte insieme.
è come se tutti avessero tirato forte in aria una pietra, e stessimo li ad aspettare per “vedere l’effetto che fà”.
io comincio a scansarmi…… un bell’orticello, qualche albero di frutta….. e qualche gallina.
pensateci, forse ne vale la pena, stavolta.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

amensa
Scritto il 7 febbraio 2011 at 14:37

ps. nel 2007 l’ho scampata per un pelo ( un mese), stavolta , essendo peggiore è un po meno prevedibile il “quando” per cui …..

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 7 febbraio 2011 at 14:42

Ufff.. lo sto ripetendo da non so quando… la storia insegna… stiamo spostando in avanti i problemi… è solo una questione di tempo. E’ l’ennesima bolla, se ne sono viste già a decine nella storia…. :roll:
;-)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

mattia06
Scritto il 7 febbraio 2011 at 15:54

Dream Theater,

spero vi ricordiate dei piccoli sostenitori del blog :D

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

EURO: quale futuro ci attende?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+