Tolto il CAP sul CHF, Franco Svizzero vola verso la parità contro Euro.

Scritto il alle 14:46 da Danilo DT

chf-snb-jordanLa SNB decide per una manovra a sorpresa. Visto anche il tasso negativo (-0.75%) a cui si è arrivati, la manovra è legata ai capitali in arrivo dai paesi dove si registrano le fughe di capitali (Ucraina e Russia in primis?). Cross EUR-CHF ora a 1.02

La Banca Centrale Svizzera gioca d’azzardo, proponendosi con una manovra “kamikaze” che ha sorpreso gli operatori ed ha causato un vero tracollo della borsa svizzera. Infatti, dopo aver deciso un taglio tassi al -0.75% (rendendo quindi teoricamente molto poco appetibile un investimento in CHF, e notate bene, il tasso è negativo)-+, ha deciso clamorosamente di cancellare il cambio fisso contro Euro che da settembre del 2011 lo teneva fermo in area 1.20. Già altre volte si era temuto che la SNB abbandonasse il “cap” ma il mercato ha sempre smentito tutto.

eurchf+cap+120La manovra sorprende ancor di più in quanto proprio qualche settimana fa, il buon Jordan della SNB aveva ammesso: “assicuriamo i mercati, difenderemo quota 1.20 con la MASSIMA determinazione”.

eurchf-crollo-exportEt voilà. Cotto e mangiato.

Una volta tolto il cap, il Franco Svizzero è partito come un razzo verso quota 1.00 (dove poi si è fermato) e la borsa svizzera, ovviamente, èandata a picco, sui timori per le esportazioni.

Ma come mai è arrivata proprio ora l’abolizione di questo tetto? Non escluderei che la responsabilità sia anche legata alla difficile situazione in diverse aree del globo (Ucraina e Russia in primis) da dove molti capitali vengono “esportati” in porti sicuri (chi meglio della Svizzera?), il che stava rendendo il lavoro della SNB insostenibile.

Ma la mia è solo un’ipotesi, anche perché, poi, forse questa è solo la prima puntata di una nuova storia, dove però è stata tradita la fiducia. E questo non è un elemento positivo.

Ed ecco le dichiarazioni di Jordan dopo la manovra:

[…] Rispondendo alle domande dei giornalisti, il presidente ha spiegato come “la pressione fosse diventata troppo grande” e il cambio minimo “non fosse sensato”. Tale politica non poteva più essere mantenuta a furia d’interventi.

Sulla sorpresa generata dall’annuncio della revoca della soglia, Jordan ha commentato: “La decisione della BNS doveva essere per forza sorprendente”, per non dare modo di agire agli speculatori. Non è stata una decisione presa dalla sera alla mattina, replica il presidente a un cronista: è stata anzi lungamente ponderata.

“Abolire la soglia minima permetterà alla BNS di essere più flessibile”. Il momento era giunto, prosegue Jordan, a costo delle ripercussioni violente sui mercati. Ma “mantenendo il cambio di 1,20 le ripercussioni sarebbero state ancora più pesanti. Meglio farlo adesso che più tardi, quando la situazione sarà ancora più problematica”.

La soglia minima potrà tornare, in futuro? Jordan resta vago, ma non lo esclude. (TCH)

Una manovra che quindi anticipa il QE by BCE della settimana prossima dove forse la stessa SNB si sarebbe trovata in forte difficoltà a difendere il cap a 1.20. Ma nessuno e dico nessuno poteva immaginare oggi quanto è accaduto, in questo momento.

PS: e pensare che proprio ieri facevo notare l’anomalo rendimento dei titoil di stato svizzeri. Certo, era quindi prevedibile il taglio dei tassi, ma la rimozione del CAP era da escludere, viste anche le parole di Jordan. Vatti a fidare di sti svizzeri…

Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

InvestimentoMigliore LOGO

La nuova guida per i tuoi investimenti. Take a look!

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email (intermarketandmore@gmail.com).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Tolto il CAP sul CHF, Franco Svizzero vola verso la parità contro Euro., 10.0 out of 10 based on 1 rating
31 commenti Commenta
Lukas
Scritto il 15 gennaio 2015 at 15:00

Forse hanno giocato d’anticipo rispetto al QE europeo….il rapporto di cambio ad 1,20 già sostenuto con fatica negli ultimi mesi….. sarebbe divenuto del tutto indifendibile !!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Scritto il 15 gennaio 2015 at 15:06

Assolutamente si, ma anticiparlo ora rischia di essere doppiamente dannoso. Meglio era farlo la settimana prossima o a seguito della manovra della BCE.
Almeno ora sappiamo “quasi” con certezza che Draghi il 22 passerà all’operatività più spiccia

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Lukas
Scritto il 15 gennaio 2015 at 15:23

Danilo DT,

Hai colto bene il senso del mio commento….dopo oggi è chiaro che il QE europeo si farà di certo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

manuel.finanza
Scritto il 15 gennaio 2015 at 16:12

il probabile QE della BCE che ripercusioni avra ? Euro giu o su? Franco/ euro su o giu ?
se potete illuminarmi per favore perche non volendo stare fermo ho abbandonato i $$ da tempo
(grazie anche la previsione Jhone con il target E/$ 1,45 perche la germania lo voleva li) e ho fatto peggio
mi sono spostato al Franco cosi ho beccato un altro – 20%
Chi mi vuole Rispondere ?
P:S comunque Jhone anche se con le previsioni (petrolio valute ecc)spesso sbagliava dava anima
e motivo di discusioni al blog

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 15 gennaio 2015 at 16:15

Bank for International Settlements (BIS), “Locational banking statistics: currency breakdown of reporting banks’ cross-border positions vis-à-vis all sectors, USD$ bn” – [December 2012 – June 2014: update December 7, 2014 / (in BIS Quarterly Review, December 2014)]

http://www.bis.org/statistics/r_qa1412_hanx5a.pdf

l-ET-l

Bank for International Settlements (BIS), “Locational banking statistics: international positions by nationality of ownership of reporting banks – Estimated exchange rate adjusted changes, USD$ bn” – [March 2014 – June 2014: update December 7, 2014 / (in BIS Quarterly Review, December 2014)]

http://www.bis.org/statistics/r_qa1412_hanx8b.pdf

サーファー © Surfer [EyE to the data on brokerage firms and non-financial: they’re virtually unchanged in Switzerland. Haywire/Shaky – i.e., Tic-Tac – is only the banking channel]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

cavolo
Scritto il 15 gennaio 2015 at 16:25

ciao danilo , quando ti e possibile fai un bell articolo sul Dax?
oggi giornata da capogiro!
grazie

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 15 gennaio 2015 at 16:41

Per me in pentola bolle qualcosa di più grosso, per esempio il Canada come lo 8O

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +3 (from 3 votes)

Scritto il 15 gennaio 2015 at 18:23

DT,

[im-MODESTAMENTE] c’è chi l’aveva pre-VISTO; e TUTTO!

[uè ù] Bimbo Alieno (alias Andrea Boda…PRRRR…A-SAN!), “Come può lo scoglio arginare il mare?” – Gennaio 12, 2012

^_Gli squali stanno già girando le loro prede, il cambio EUR/CHF è andato in “disaccoppiamento” dal cambio EUR/USD dal momento in cui Hildebrand era dimissionario dalla BNS, andando pericolosamente vicino al “Rubicone” di 1,20.

La BNS potrebbe essere a pochi millesimi dalla capitolazione._^

-ET-

[el] Surfer[ino] nei commenti:

n. 107 /165 (de il Gennaio 13, 2012);

n. 148 /165 (de il Gennaio 14, 2012);

PRECIPUAMENTE come L’AVE MARIA

°l°

Tutto ciò può indurre gli OPERATORI FINANZIARI ad AUMENTARE le ATTIVITA’ RISCHIOSE, nel tentativo di compensare il CALO DEI RENDIMENTI con una MAGGIORE ASSUNZIONE DEI RISCHI FINANZIARI, esponendosi così a “potenziali perdite” che saranno tanto più elevate in quanto “gli attivi esposti in bilancio soffrono della situazione in cui versa l’economia globale”.

°l°

l- – – – –

http://bimboalieno.altervista.org/?p=3356

– – – – -l

Vamos a bailar … ahora miSmo!

“Is tropical – Dancing anymore”

_^ Oh you don’t take me dancing anymore
Always been the wrong time
To … on the floor ^_

https://www.youtube.com/watch?v=ObD3mLBzlug

サーファー © Surfer [uè A-SAN… PARI-PARI è su-C_C-eSSo! – “GRAZIE PER LA CORTESE ATTENZIONE”]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ob1KnoB
Scritto il 15 gennaio 2015 at 18:24

….is only the banking channel…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 15 gennaio 2015 at 19:14

Ob1KnoB,

per come è strutturato il “sistema” (bancario e finanziario) Svizzero, sì.

Una bella tosata – con sicura e prossima ristrutturazione – al “canale” (gLi) farà bene. Ne avremo dei vantaggi (anche Noi) – l’ovile si svuoterà e le pecorelle torneranno pian-piano, passando dal via.

E’ stato uno scacco al Re – mossa studiata SAPIENTEMENTE e portata avanti da un anno e mezzo, per la precisione, in modo da testuggine ma con passi felpati! – da parte della Regina e delle Stelle (soprattutto).

Come si dice in questi casi: CHAPEU (perché Ci son riusciti nella legalità – con chirurgiche “leggi”-manovre).

Ciao.

サーファー © Surfer

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gainhunter
Scritto il 15 gennaio 2015 at 20:39

Mia opinione/ipotesi:
Il QE europeo c’era già, e lo faceva la SNB per tenere basso il CHF, comprando bund e oat.
Ora passa la palla alla BCE, che stando alle notizie che girano potrà comprare titoli di stato a patto che compri anche o soprattutto bund e oat.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 15 gennaio 2015 at 22:17

Gainhunter,

ora

-[ Gennaio 15, 2015: GIOVEDI’ (Mi scuso anticipatamente se scrivo in stampatello: Lo faccio per FARMI CAPIRE BENE perché E’ MOLTO IMPORTANTE):

DATA DA NON DIMENTICARE MAI E DA RICORDARE PERENNEMENTE, sia da parte di Coloro i quali AVEVANO VISTO GIUSTO (IL BLUFF, GIA’ DA TEMPO. ERAVAMO IN POCHISSIMI: SI CONTAVANO/CONTANO SULLE DITA DI DUE MANI! “N_O_I” CHE ABBIAMO UNA M_E_M_O_R_I_A DI A_C_C_I_A_I_O – tralasciando le conoscenze e/o la preparazione, che in questo caso non Mi frega proprio nulla! – PERCHE’ LA “FARINA E’ SEMPRE E SARA’ DEL/NEL NOSTRO SACCO-CERVELLO”, LI SAPPIAMO E LI CONOSCIAMO! BENISSIMO: i.e., per NOME e per COGNOME!), che da parte di QUEI POVERI RISPARMIATORI od OPERATORI (INDE-FESSI) CHE NON AVEVANO CAPITO NULLA (A CUI UMANAMENTE VA UN MIO CARO, SINCERO, DI CUORE ABBRACCIO DI CONFORTO) ]-

sono (DIVENTATI) TUTTI MAESTRI e/o PROFESSORI e/o ESPERTI – a chiacchiere e a parole dei/nei classici “mulini al vento”; i.e., a fatti avvenuti (E MEDIAMENTE, SENZA SAPERE O CAPIRE un’EMERITA MAZZA – A PRESCINDERE E COMUNQUE da oggi).

Non voglio fare polemiche. Farò il buono.

La SNB sarebbe (stata) da piallare perbene (non da oggi – leggasi data testè riportata); anzi da impalare – altro che Vlad Țepeș (molto conosciuto anche con il Suo nome patro-nimico: Dracula l’impalatore).

Nel giro di 8-10 anni circa – il Suo “management”, appartenente alla Casa dei Drăculești dei famosi biscazzieri – ne ha combinate di Tutti i colori (con o senza le lavatrici annesse; e senza riserva, soprattutto).

E LE PERSONE CI HANNO SEMPRE CREDUTO; SENZA MAI BATTERE CIGLIO – “più Li sviolinaVi, più aguzzavano l’udito” (citazione di una conversazione privata che ho avuto poco fa con UN’IMPORTANTE/P_O_T_E_N_T_I_S_S_I_M_O ASSET MANAGER – nonché MIO CARISSIMO AMICO DA UNA VITA; “REALE”).

Purtroppo, solo i “fessi” – precipuamente, i piccoli risparmiatori od operatori SEMPRE poco avveduti – hanno continuato a specchiarsi in quel bagno (di sangue).

PURTROPPO.

Spero che – quanto accaduto oggi – serva da lezione ai MOLTI/TANTI/PIU’. Nella Vita c’è sempre rimedio a/e al Tutto (tranne che alla morte). Bisogna reagire, ripartire e pensare positivi.

Prima di affidare i Vostri soldi alla “sorte”, al tunnel “oscuro” dove si crede che nulla succeda/erà perchè tanto tutti Vi entrano, o (SOPRATTUTTO) a Qualcuno oppure di credere alle favolette (NON ESISTONO NELLA REALTA’. NON SONO MAI ESISTITE DA QUANDO SIAMO SOTTO IL CIELO!) che leggete quotidianamente/settimanalmente/mensilmente riportate da determinati (molto spesso PSEUDO) Luminari o GURU, fateVi un ATTENTO e SINCERO ESAME sulle Vostre Conoscenze (ECONOMICHE, FINANZIARIE, LEGALI, LEGISLATIVE, TECNICHE – oltre che Culturali).

Se siete degli “sprovveduti” cercate di studiare (SERIAMENTE – più si studia, meglio è, in primis per il Vostro cervello e per la Vostra Vita!) oppure affidateVi a DEI Consulenti SERISSIMI/PREPARATISSIMI (CHE NON PASSANO LA LORO VITA/GIORNATA A RILASCIARE DICHIARAZIONI, INTERVISTE O A SCRIVERE SU “CHI” O SU “LA'”).

Non dimenticaTe ciò che è accaduto oggi.

Giovedì: Gennaio 16, 2015.

UMANAMENTE UN MIO CARO E SINCERO ABBRACCIO DI CONFORTO A TUTTI COLORO I QUALI SI SONO BAGNATI NEL SANGUE; DI CUORE, OGGI.

サーファー © Surfer [LA SNB E’ STATA ACCAPPOTTATA – senza il cappotto!]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 4 votes)

michi81
Scritto il 15 gennaio 2015 at 23:45

Prima di tutto, dal mio punto di vista è stato un autogoal micidiale per l’intera economia svizzera. Domattina uno svizzero si risveglierà con:
– minusvalenze da detenzione di moneta estera (incentivate dalle parole rassicuranti di Jordan e dai tassi di interesse ormai negativi sul mercato domestico);
– minusvalenze sull’esposizione azionaria;
– tassi di interesse a zero (presto negativi!) sul suo risparmio;
– un CHF forte che porterà a uno scenario fortissimamente deflattivo (aggiungiamoci il petrolio..);
– il 95% dell’SMI produce più dell’85% dei ricavi all’estero, quindi come minimo meno utili, ergo meno tasse e meno entrate fiscali (per le PMI spesso ancora peggio).
– una BNS che ha perso 60 miliardi (a oggi.. vediamo nei prox giorni), quindi niente ristorni a cantoni e comuni per un po’;
– un CHF forte che attrae ancor più manodopera dall’estero e dumping salariale;
– una cassa pensione che ha sofferto minusvalenze sulla parte azionaria e sull’esposizione valutaria;
– inoltre i tassi di interesse negativi manderanno alle stelle l’immobiliare.
Un massacro.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

michi81
Scritto il 15 gennaio 2015 at 23:47

L’unico dubbio è se questa potrebbe essere una buying opportunity per l’azionario.. chi acquista CHF da qualche parte dovrà metterli: le scelte sono tra depositi negativi, bonds negativi, immobiliare, azioni a alto dividendo.. direi che si sceglieranno le ultime due.

L’unica soluzione al collasso dell’economia svizzera è che le camere si riuniscano quanto prima e decidano di apporre una tobin tax sull’acquisto di CHF.
Vuoi comprare CHF? O dimostri che l’acquisto di CHF ha motivazioni commerciali oppure vieni tassato (tipo un 3% perché sei uno speculatore). E quei soldi verranno messi in un fondo per sovvenzionare le piccole/medie imprese messe in ginocchio dal CHF forte.
Questo dovrebbe riuscire a fermare la speculazione, ma dovrebbero farlo entro il 22 gennaio, prima che la BCE dia il colpo di grazia!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)

cavolo
Scritto il 15 gennaio 2015 at 23:50

SCRIVO MAIUSCOLO PER DIRE CHE NON HO CAPITO NIENTE DEGLI ULTIMI 3 post!
Me li spiegate meglio? Grazie

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -1 (from 3 votes)

Scritto il 16 gennaio 2015 at 00:59

Cavolo,

in breve, oggi (Gennaio 15, 2014):

1- c’è chi ha perso DAVVERO molto/MOLTISSIMO (diversi operatori, risparmiatori, società – sia sul valutario che sull’azionario);

2- c’è chi ha (anche) guadagnato (molto; anzi MOLTISSIMO. PER FORTUNA);

3- c’è chi ancora non c’ha capito nulla [come sempre – in specie, quelli che fanno riferimento e ripetono nei momenti difficili che le (Sue/Loro) Amicizie Bancarie Svizzere gLi hanno detto di non preoccuparsi – e poi si scopre che gLi hanno venduto o gLi vendono/venderanno ANCORA le classiche sòle].

Il timing (preciso, ora) è a fine marzo, terza settimana di aprile – per avere un quadro chiaro.

Ciao.

サーファー © Surfer [LA DATA C’E’!]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Scritto il 16 gennaio 2015 at 04:41

The examination[§] of the Swiss Franc positions held by other countries reveals that advanced economies exhibit a long position in Swiss Francs for the whole international balance sheet and a short position for debt.

After the crisis, the overall long position became less positive and the debt short position became less negative.

The average exposure across emerging and developing countries was a long position in the whole international balance sheet and also in the debt subcomponent.

In contrast to the advanced group, these long positions became more positive after the crisis.

The study of the determinants of cross-country exposures to the Swiss Franc produced several findings.

A- First, bilateral trade, GDP volatility and capital controls are important determinants for the overall and the debt-only exposures in advanced countries.

Is reported thus the international currency exposures embedded in the Swiss international investment position: Switzerland has become increasingly long in foreign currencies, in part driven by the thirst by foreign investors for Swiss Franc assets.

Moreover, the estimated international currency exposures are exploited to quantify the adverse valuation impact generated by the appreciation of the Swiss Franc in recent years: this is large relative to GDP, given the outsized scale of the Swiss international balance sheet.

B- Second, exchange rate risk, country size and the covariance between the exchange rate appreciation and GDP grow are relevant factors determining the exposure of the whole international balance sheet of these countries. However, this is not the case for the debt subcomponent.

C- Third, the study shows that the exchange rate regime is important for the overall exposure while domestic inflation and EMU membership is relevant for debt-only exposures in emerging and developing countries.

The higher is the volatility in domestic inflation and GDP growth, the larger is the uncertainty about the real returns on nominal positions.

The higher the exogenous component in the volatility of the exchange rate, the more risky will be assets denominated in Swiss Francs.

A critical factor in determining the long or short position is the covariance between domestic wealth and the nominal exchange rate vis-à-vis the Swiss Franc. This is proxied by the covariance between the change in real GDP per capita and the bilateral exchange rate.

l- – – – –

l-§-l A. S. Bénétrix, P. R. Lane (Swiss National Bank, to the workshop on “Foreign currency lending since the financial crisis”), “Cross-country exposures to the Swiss Franc”, Zurich: November 20-21, 2014

http://www.snb.ch/n/mmr/reference/sem_2014_11_21_Lane/source/sem_2014_11_21_Lane.n.pdf

-[ http://www.snb.ch/fr/ifor/research/conf/id/sem_2014_11_21 ]-

– – – – -l

サーファー © Surfer

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gainhunter
Scritto il 16 gennaio 2015 at 08:01

@finanza: Nel giro di 8-10 anni circa – il Suo “management”, appartenente alla Casa dei Drăculești dei famosi biscazzieri – ne ha combinate di Tutti i colori (con o senza le lavatrici annesse; e senza riserva, soprattutto).

Prima di tutto grazie.

Qualche dubbio avrebbe dovuto venire a chiunque sapendo che il bilancio della snb è arrivato a superare l’80% del pil dell’intera Svizzera. Io che non conosco tutte le dinamiche relative alle banche centrali mi sono posto la domanda sui rischi di una cosa del genere. Sbaglio?

Ti vorrei chiedere conferma, visto che sai e sai leggere dati e tabelle ufficiali, del fatto che il cap sul chf abbia avuto come tramite l’acquisto di bund e oat da parte della snb e quindi abbia contribuito negli anni scorsi all’allargamento degli spread con i titoli dei paesi periferici. Al momento l’unica mia fonte sono il sito snbchf e il mio cervello, su cui non posso fare totale affidamento :)

Ciao

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 16 gennaio 2015 at 09:50

@finanza,

gainhunter,

Premetto che non conoscendo nulla sulle opzioni/covered/swap e relative invenzioni finanziarie e sapendo che una banca centrale è un regolatore e non speculatore forse sparo la cazzata del secolo. Secondo me alla fine la BSN non perde nulla anzi forse ci guadagna in barba al referendum recente ha levato il cap dopo aver fatto preventivamente contratti a scadenza, pari alla scadenza dei titoli in portafoglio, di acquisto sull’ oro al prezzo in € nella media peggata degl’ultimi due anni ( 950/1050€). Immagino tutto troppo contorto come ragionamento, confido nelle vostre abilità. Grazie e buon fine settimana.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

sturmer
Scritto il 16 gennaio 2015 at 10:48

Ciao a tutti… leggevo giusto qualche momento fa su zerohedge un intervento di Schiff riguardo alle implicazioni della manovra SNB sul QU europeo…

Mi riallaccio alla bella immagine che gira in rete del treno stracarico di operatori long sul dollaro e short sull’euro… Vi immaginate il sangue che scorrerebbe se, e dico se, il QE europeo non ci sarà, ed invece la fed dovesse far partire un disperato QE4 ???

Ciaoooo

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

michi81
Scritto il 16 gennaio 2015 at 12:13

sturmer@finanza,

Ne scorrerebbe a fiotti, ma perché dovrebbe succedere che non si fa il QE europeo e si fa un QE4? Non vedo nessuna ragione..

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

sturmer
Scritto il 16 gennaio 2015 at 12:25

michi81@finanza,

Ciao… Beh, io sono un neofita e non certo uno “dentro alle cose”… Però posso immaginare che il QE europeo sia molto vincolato al via libera tedesco, che non credo di poter dare per scontato, e che l’economia USA sia solo apparentemente così messa bene…

Lo so, sono pessimista di mio, ma io preferisco definirmi realista…

Per cui, come vedi, la possibilità teorica che i tedeschi dicano nein, e che i problemi del crollo del prezzo del petrolio sull’industria dello shale usa possano indurre nel giro di poco ad una nuova mano di QE in usa… ci stanno.

I miei 2 centesimi, ovviamente…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

idleproc
Scritto il 16 gennaio 2015 at 14:36

In sintesi, o sei un “insider” onesto intellettualmente, competente tecnicamente e informato come Surfer, DT e altri che qui scrivono o è molto difficile giocare nel grande gioco finanziario.
Ci si può però arrivare anche per altre strade più “esterne” alla finanza e vincere la scommessa… ma secondo me non è una buona idea se devi difendere la pagnotta, puoi solo farlo per divertirti, difenderti e cercare di capire dove il gioco andrà a parare.

Complimenti a tutti, partendo da DT, ovviamente.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 16 gennaio 2015 at 16:12

Alors … partiamo dal basso.

Idleproc,

purtroppo, non è un gioco. Purtroppo. Ed è sbagliatissimo continuare a considerare l’economia e la finanza dei giochi. Sono delle scienze esatte (prescindendo dal fatto che in queste due decadi, una passata e l’altra attuale/presente, sono/state anche sapientemente manovrate).

Rimangono e rimarranno delle scienze. Esatte. Su cui tra l’altro gira il Mondo – da quando l’Uomo è sotto il cielo.

Le Persone devono/dovrebbero capirLo proprio quando accadono questi avvenimenti – e farsi quindi il cd. esame di conoscenza.

Son Tutti bravi – cd. ansia del furbetto – a consultare volantini nei/dei vari supermarkets per cercare di comperare al risparmio determinati prodotti – comparando anche il centesimo -; poi nei cd. settori delicati che interessano (LE VERE) scelte (importantissime) – che vanno ed andranno ad intaccare DAVVERO la Loro Vita (CARNE e SANGUE) – fanno cadere le braccia. E svalvolare il cervello.

Lo riscrivo (fino alla noia – a Me non entra in tasca proprio nulla): bisogna essere preparati, bisogna tenersi informati, bisogna studiare, bisogna aggiornarsi e se non si ha tempo o si hanno dei limiti (per vari motivi) bisogna quanto meno cercare di capire le cose, a prescindere dal lavoro che si fa o dalle relative passioni individuali.

Nella Vita (economico-finanziaria) nessuno regala nulla. Nessuno.

Ciao.

Sturmer,

bravo, perché hai il giusto approccio – essendo un neofita.

MAI DARE NULLA PER SCONTATO: AVERE SEMPRE IL PUNTO “?” NEL CERVELLO (è il Suo sale) – non sapendo, precipuamente, cosa e quali sono i termini stringenti su cui il Board dell’ECB si può/potrà muovere.

In parte, ad oggi, sono ancora divisi. O almeno sembrano tali; divisi – classico giuoco delle parti.

Io da sempre sono contrario ai QE – per tanti motivi che ho scritto e riscritto N-VOLTE -, ma nel momento in cui decidessero di accenderLo/vararLo si dovrà SAPERE BENE – PER ISCRITTO IN MODO ESTESO E PUBBLICAMENTE, come hanno fatto le tanto vituperate BoE e Fed! – quali sono le relative contropartite (IN TUTTI I SETTORI. TUTTI!).

Cerca di essere positivo – non si vive solo pensando alla pecunia. Per fortuna, la Vita è a colori.

Ciao.

Kry,

la BSN ha perso la reputazione (e non da ieri).

Lascia stare ora i numeri, i contratti, le cifre. A babbo morto sono sempre insignificanti.

Per chi è una Persona onesta, perbene, seria significa non avere (più) fiducia – a prescindere anche dal fatto che ieri MOLTI hanno perso MOLTO (NON CONOSCENDO CHE LE CARTE ERANO TRUCCATE PERBENE – “SI ERANO FIDATI” di una Istituzione che negli Statuti (LEGALI) ha scritto una cosa e poi nella pratica faceva/ha fatto/fa altro).

Lo ri-scrivo: di quanto accaduto ieri Io non Mi meraviglio affatto. L’avevo previsto, infatti. Anzi, Mi meraviglio – e in parte Mi fanno ridere – di Coloro i quali (le cd. pecore) si son meravigliate. I sonnambuli.

Per capire cosa sia la “Svizzera” – e come ha operato nel corso dei secoli – basta studiarsi – bene – la Sua Storia. Il resto è acqua, che scorre e scorrerà. Sempre.

Giambattista Vico, docet:

“Latinis verum et factum reciprocantur, seu, ut scholarum vulgus loquitur, convertuntur”.

-[G.B. Vico, “Opere” – Sansoni 1971, P. 63]-

Ciao.

Gainhunter,

non sbagli affatto – sulle due opzioni [solo gLi smemorati (?) o i ciechi (?) non avevano “capito” bene; in specie, la prima opzione?! Per farTi/Vi capire cosa significa avere rispondenza nella veridicità legale degli statuti – gli unici che in sede amministrativa/giudiziaria possono far testo; se trovano un risparmiatore incazzato e svalvolato al quadrato, con un cazzuto professionista anche Lui incazzato, Ci sarà da divertirsi. E si divertiranno anche i giornalisti].

Quello che posso scriverTi (qua, pubblicamente) è che la piazza era di transito soprattutto per made Us ed Uk (quelli che alla fine Li hanno accappottati – e non la ECB!), in parte per Fra e – sembrerà strano – solo in parte per Ger (primariamente hanno usato Lux ed HK).

Sui periferici Ci hanno guadagnato ed inzuppato un pò tutti – nessuno escluso. Limitarsi solo alla SNB sarebbe intellettualmente ingiusto; non corretto.

Comunque, rileggi con attenzione lo studio che ho postato – nel secondo link, in particolare, trovi/aTe molte cose interessanti (ritornando all’inizio: per capire bene le fasi – passate – e scorgere il divenire).

Vediamo se pubblicheranno nell’atto di accensione del QE tutte le distinte, con i passaggi (a monte, x anno; ed a valle, x transito).

Ciao.

サーファー © Surfer [Saluti a Michi81 ed a Tutti]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

stanziale
Scritto il 16 gennaio 2015 at 18:30

Boh, ripeto il mio pensiero non da ora: e’ tutto IMPAGABILE. E’ quindi normale che qualcuno cerchi di anticipare, avvantaggiarsi. Quindi, buon inizio a tutti del prossimo venturo quantitative easing generale , penultimo passo prima dii un default valutario mondiale.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

perplessa
Scritto il 16 gennaio 2015 at 21:55

oltre che capitali in arrivo, quelli citati nel post, ucraina e russia, ci potrebbero anche essere capitali in uscita, per esempio quelli italiani in relazione all’accordo fiscale appena sottoscritto, in fuga verso lidi più discreti.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gainhunter
Scritto il 17 gennaio 2015 at 14:41

@Kry
A 15% loss on the FX rate today, however, would mean that the SNB currently has an unrealized loss of 15% of its 540 billion CHF balance sheet, i.e. 81 bln. CHF, which is a bit more than our estimate of 76 billion owners’ equity.
On the other side, the 8% gold share is a balance sheet hedge against fiat currency losses.
Read more at: http://snbchf.com/2015/01/end-chf-cap-snb-intervene/ | SNB & CHF

@サーファー
ありがとうございます

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

kry
Scritto il 18 gennaio 2015 at 06:24

@finanza,

Le banche centrali , so che non bisognerebbe generalizzare , per quel che ne penso non sono MAI state affidabili, ne degne di reputazione e meritevoli di fiducia. DOVREBBERO operare per tutti invece il loro ” mandato (?) ” la lotta contro l’inflazione è per garantire gl’interessi ( non bancari ) di chi è già potente ed in deflazione possono , per tale motivo , vivere alla giornata. Era da diversi giorni che guardavo il cambio stazionare intorno a 1,2010/1,2001 e questo alimentava in me il dubbio che la BSN avesse potuto farcela ( mi rallegro per non essere nella categoria delle pecore e sonnambuli ). Le banche centrali hanno sempre sempre sempre , magari anche volutamente , perso le loro battaglie contro la speculazione anzi potremmo dire che sono proprio loro che le alimentano. M’associo al tuo abbraccio nei confronti di chi ha perso grazie a questa manovra solo nei confronti di chi avesse acceso dei mutui all’estero in CHF, in Italia si vede che l’esperienza dell’ECU non è servita e come scriveva tempo fa qualcuno ” i soldi sono fatti per staccarli dalle mani degli stupidi “. Caspita come si fa a ” GIOCARE ” ( si giocare perchè per me , nel mio piccolo, di questo si tratta ) sul ribasso del CHF. Per capire la svizzera mi vien da sorridere anzi essendo cugino W INTER ( thur) , esaltazione della santa croce , anno sansoni -7 anche se solo x3 come concetti è dentro anche il dadaismo re/i/spirato. Per quello che riguarda la storia e il latino ” t’invidio ” ma mi ritengo fortunato nel aver trovato risposta nel sapere che son portatore di dislessia ( pur non essendolo convivi in maniera più leggera con i PRO e i contro ) e son riuscito al massimo ad arrivare alla specializzazione CFPmontatore meccanico. Grazie. Ciao.
gainhunter,

Azzz in inglese , per fortuna che c’e google. Un mio amicio turco che parla molto bene l’italiano m’ ha detto che è molto facile capire il mio inglese …. se sai l’italiano. :-) Ti ringrazio molto. Ciao.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 18 gennaio 2015 at 16:49

Kry,

“Noi” (relativo) – purtroppo – viviamo in questa era storica – ed osserviamo e/o valutiamo solo questa. Se Ci riusciamo.

“Noi” (soggettivo) – purtroppo – osserviamo e valutiamo questa era storica – e viviamo solo in questa. Se Ci riusciamo.

“Noi” (singolo) – purtroppo o per fortuna – non viviamo, non osserviamo, non valutiamo solo questa era storica. Riuscendoci, spesso.

Le Banche Centrali – come Istituzioni – sono/state/saranno sempre importanti ed hanno/avuto/avranno un ruolo ben chiaro. Definito. Per costituzione statutaria d’istituzione – e con le varie trasformazioni susseguitesi nel corso del tempo e degli anni. Ognuna con le proprie peculiarità, essendo i “sistemi” (in senso ampio) diversissimi; ma integrati – da sempre.

Il management, no; mai (facendo la tara anche con/a le dovute e/o riconosciute/storiche eccezioni) – perché è/stato/sarà “selezionato” (mediamente) da “associazioni” (di categoria). Management che rammento è di carne ed ossa (i.e., conosce i “vespasiani” e quindi la famosa locuzione romana: “pecunia non olet” – visto che non Ti piace il Latino).

Per farTi/Vi capire, il risvolto della “pecunia” Ti/Vi scrivo questo: essendo un grandissimo “stronzillo”, Mi è capitato/capita spesso di porre – in consessi di “conto/peso” – determinate domande od osservazioni (cd. rimandi) statutari: ebbene, le braccia cadono di brutto e senza sforzo. E Li capisci subito chi vale da chi non vale nulla (e perché è stato “selezionato” e quindi si “trova” là). Basta fissarLi bene nelle pupille. Solo questo.

Come ho avuto modo di scriverTi/Vi altre volte, il quadro si compone di miliardesimi di punti. Ed ognuno di questi punti è importante; ha un Suo senso. Che spesso deve essere valutato diversamente da altri punti, pur se servono tutti a comporre il quadro. Per avere la cd. visione – dello scenario.

Chi si sofferma/soffermerà – avendo proprie idee o pre-concetti positivi e/o negativi su quel punto, versante, situazione – non capisce/capirà MAI cosa ha/avrà davanti.

MAI!

E’ il classico “cieco di Sorrento” – che rammento, per chi non Lo conoscesse, vede solo quello che gLi fa comodo.

Questa è la differenza sostanziale tra chi si ri-trova in un’era storica – e/o anche in un’Istituzione.

Pronunciare o scrivere (poi) a pien sospinto – ormai quotidianamente, come gli amanuensi: ma avendo una pessima conoscenza della grammatica oltre che della grafia! – il sostantivo speculazione, significa che Coloro i quali l’utilizzano non conoscono per nulla la Sua etimologia.

Il termine speculazione nasce dalla voce latina specula (vedetta), da specere (osservare, scrutare), ovvero Colui che compiva l’attività di guardia dei Legionari (Romani).

Da qui deriva il senso etimologico di “guardare lontano” e/o “guardare in profondità con attenzione”, e così in senso traslato di “guardare nel futuro” e/o di “prevedere il futuro”.

Già la voce in tardo latino speculatio, speculationis indica l’attività d’indagine filosofica.

Il termine viene utilizzato oggi in ambito filosofico con l’accezione di “teorizzare senza una solida base fattuale”, conservando quindi l’originario senso etimologico della vedetta romana che guarda in lontananza.

Le Persone sono (“mediamente”) ingenue e buone – i.e., si fidano di tutto e di Tutti, in quanto seguono la Loro indole Umana (l’animo; il che non è sbagliato a priori, visto che – per quanto Mi riguarda – non sopporto affatto chi ha la puzza sotto il naso e/o quelli che si credono chissà chi: i peggiori sotto tutti gli aspetti ed i punti di vista – in-fatti, scopro/si scopre poi che non sanno un’emerita mazza!); certe volte e in certe situazioni, però è meglio non farLo.

L’affaire SBN – l’ultimo a cui stiamo assistendo, in questa era storica – è solo la classica punta di un’iceberg – che (credo) riserverà/svelerà, nei prossimi giorni/mesi, altre cose; i cd. scheletri celeti nell’armadio (sicurissimamente).

Infine, permettiMi di scrivere questo.

Trovo umanamente deplorevoli Tutti Coloro i quali hanno goduto o godono sulle disgrazie Altrui – provocate dalle decisioni della SBN; rammento a Costoro che la “vita è una ruota”: prima o poi può toccare anche a Voi/Loro – e non necessariamente sul versante economico/finanziario, di “lamentarsi e/o di piangere” le cd. lacrime amare.

Chi gode delle/sulle sfortune Altrui – quali Esse siano e/o per come si siano palesate e/o si siano subite – è umanamente una bèstia: ossia, una “persona” di bassi istinti – di bassi, in tutti i sensi.

Ciao e buona domenica.

サーファー © Surfer

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 8 febbraio 2015 at 22:32

…” The HSBC files, which cover the period 2005-2007, amount to the biggest banking leak in history, shedding light on some 30,000 accounts holding almost $120bn (£78bn) of assets. “…

D. Leigh, J. Ball, J. Garside, D. Pegg (The Guardian, com – Le Monde, BBCPanorama, International Consortium of Investigative Journalists ), “HSBC files show how Swiss bank helped clients dodge taxes and hide millions – Data in massive cache of leaked secret bank account files lift lid on questionable practices at subsidiary of one of World’s biggest financial institutions” – February 8, 2015

http://www.theguardian.com/business/2015/feb/08/hsbc-files-expose-swiss-bank-clients-dodge-taxes-hide-millions

サーファー © Surfer [(Kry: tranquillo; non ce l’ho con Te! Ciao) – Col tempo e la pazienza … siamo solo all’inizio! Basta aspettare, come scritto]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+