TASSI REALI EUROZONA: clamoroso minimo storico

Scritto il alle 07:48 da Danilo DT

I dati sull’inflazione europea non sono certo molto rassicuranti, quantomeno per ora. Secondo i dati pubblicati da Eurostat venerdì scorso, a luglio 2022, a cinque mesi dallo scoppio della guerra in Ucraina, l’inflazione in Italia si colloca all’8,4%, non distante dal +8,9% dell’Eurozona. Per oltre metà (10 su 19) dei paesi dell’Eurozona il tasso di crescita dei prezzi al consumo è già in doppia cifra.

I numeri parlano chiaro, la situazione si fa pesante e non possiamo nemmeno immaginare che tale scenario resti su certi livelli a lungo perché porterebbe una recessione pazzesca, una perdita di potere di acquisto tremenda e un impoverimento in generale di tutta l’area. E la BCE sarebbe quindi costretta ad alzare i tassi ulteriormente anche se tutti sappiamo benissimo che poi, i rialzi dei tassi in Europa non avranno certo degli effetti determinanti per l’economia visto che si tratta di un’inflazione da offerta e non da domanda.

Intanto però questo grafico rappresenta l’assurdo. Se andiamo a vedere i tassi reali, oggi, sono a livelli mai visti. Ovviamente, perché il tasso reale è dato dal tasso nominale meno l’inflazione. Il risultato è lampante ma mette a nudo la criticità del momento. O quel tasso reale rientra rapidamente oppure la BCE dovrà ancora intervenire. Con effetti che saranno per forza negativi per i mercati e per l’economia.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia.
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+