Stress Test III: enorme ricapitalizzazione banche Eurozona?

Scritto il alle 09:42 da Danilo DT

Proprio l’altro giorno parlavamo dell’ipotesi di nuovi stress test. Ipotesi poi smentita. Ma ecco che magicamente tutto viene rimesso in discussione. E per certi versi, il ragionamento sta in piedi. Infatti il FMI, gli stessi USA più diverse organizzazioni internazionali non fanno altro che chiedere la ricapitalizzazione delle banche dell’Eurozona. E non per ultimo il presidente della Commissione Europea Barroso si è fatto sentire

 L’AIA, 11 ottobre (Reuters) – Il presidente della Commissione europea Jose Manuel Barroso ha detto che domani proporrà un piano per la ricapitalizzazione delle banche, nel tentativo di arginare la crisi del debito della zona euro. “Domani alla Commissione farò qualche proposta su qualcuno di quei temi, come ad esempio la ricapitalizzazione delle banche europee. Crediamo che ci sia bisogno di una risposta ampia che prenda in considerazione tutti gli aspetti, non solo uno” ha detto Barroso ai cronisti.  (…) “Abbiamo bisogno di una governance più forte, di più disciplina. Abbiamo bisogno di integrazione e disciplina” ha detto Barroso.(NDR: domani inteso come oggi, 12 ottobre)

Il nostro esperimento ci ha portato a dire che le banche europee necessitano di una ricapitalizzazione pari almeno a 100 miliardi di Euro. Cifre poi confermate da altre analisi, e addirittura rincarate da alcune banche d’affari. Il mercato ha bisogno di certezze. E queste certezze dove le va a cercare? Ancora nei fantomatici e favolosissimi stress test. Quindi prepariamoci agli stress test III.
Come riferisce il FT in un articolo apparso ieri, , l’EBA, ovvero l’European Banking Authority, presieduta da Andrea Enria, avrebbe deciso per una nuova versione più “estrema” degli stress test.

The European Banking Authority’s board of supervisors has approved in principle the idea that banks should be made to raise their core tier one capital ratios – the key measure of financial strength – to 9 per cent, well beyond the current expectations of banks and analysts, even after absorbing writedowns on the value of their sovereign debt holdings.

Officials cautioned, however, that the 9 per cent threshold – which could see dozens of banks forced to raise a combined €275bn, according to Morgan Stanley estimates – is still being debated in national capitals and in Brussels. (Source FT)

La cosa deve essere fatta in gran fretta e quindi l’EBA ha richiesto alle varie banche un documento dove venisse certificata l’esposizione ai vari debiti sovrani, in particolar modo ai PIIGS. Certo, sempre incrociando le dita e sperando che non accada come con Dexia, dove oltre ad una folle esposizione in bond Made in Grecia, ci si ritrovavano anche tanti bei ABS, CDO & Co derivanti dai vecchi subrime. Titoli mai svalutati che erano pura monnezza nel portafoglio della banca.

La grande novità, come scritto nella citazione, è il Core Tier 1 al 9% al netto delle svalutazioni dei titoli PIIGS.
Certo che il 9% è un livello notevole e decisamente impegnativo, anche perché, non dimentichiamolo mai, questo momento non è proprio “propizio” per ricapitalizzare, non vi pare? Inoltre in passato abbiamo visto diverse volte che dall’idea originaria, gli stress test sono poi stati tutti “alleggeriti” proprio per venire incontro alle esigenze di banche e governi.

Infatti, sempre ridendo e scherzando, ho ripreso il mio giochino sugli stress test (CLICCATE QUI!!!)  e ho provato a tararlo con le nuove esigenze dell’EBA.
Siete pronti a ridere?

Tanto per cominciare una premessa. Il “giochino” arriva solo al core tier 1 pari all’8%. E secondo me questo sarà il livello a cui si faranno i monitoraggi. E comunque già con core tier all’8% c’è da ridere, o se preferite c’è da piangere. Infatti troviamo in cima alla lista delle signore banche che non oso immaginare come faranno a ricapitalizzare, se non tramite l’EFSF.
Ma non temete, ben presto avremo news in merito.
E se il core tier 1 richiesto sarà appunto 9%? Bene, anzi male. Il sistema si troverà in forte difficoltà con una cifra richiesta che non sarà pari a 150 miliardi ma oltre i 200 miliardi (sono mie stime personali e quindi inaffidabili!!!)

Questa è la mia mappa del core tier 1. Vediamo se le previsioni si avvereranno.

PS: ho stimato haircut per i vari bonds dei PIIGS secondo un mio personale parere. Non odiatemi troppo se poi salta fuori che ho tarato male il giochino. Quantomeno, da buon curiosone, io ci ho provato…

Sostieni I&M. il tuo contributo è fondamentale per la continuazione di questo progetto!

STAY TUNED!

DT

Ti è piaciuto questo post? Clicca su Mi Piace” qui in basso a sinistra!

Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
33 commenti Commenta
Scritto il 12 ottobre 2011 at 09:48

La domanda sorge spontanea…
come la mettiamo con la Germania che, sulla carta, dovrebbe ricapitalizzare DB e Commerz in modo molto massiccio? E RBS nuovamente nell’occhio del ciclone? E noi, italici, come gestiremo UCG, MPS e le altre? Mah… Basterà Santa EFSF da Bruxelles?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

paktrade
Scritto il 12 ottobre 2011 at 10:45

Dream Theater,

DT, se la situazione è questa, cosa festeggiano le borse? E’ una settimana che vedo numeri verdi in giro… E in più Eur/Usd che sale a rotta di collo…
Bastano due chiacchiere dello stile “volemose bbene” e “ha da passa’ a nuttata” che tutto si riemtte a posto?
O non si vogliono curare di questi aspetti, o sono falsi problemi, o c’è in atto una notevole misitficazione… Quali dei tre? Oppure ancora peggio?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 12 ottobre 2011 at 10:48

se devo esere sincero, penso addirittura che il mercato sia destinato ancora a vedere positivo epr un po’… Magari un giorno vi parlerò del modello previsionale che mi sono costruito.
Ormai non mi sorprendo più di nulla. La realtà è una cosa, la finanza è un’altra. Occorre adeguarsi e non prendersela troppo….
;-)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ob1KnoB
Scritto il 12 ottobre 2011 at 11:03

gna fa. caro dt non è essere catastrofisti ma gna’puo’fare. E’ come chi ristrutturando una casa di 50 anni rompe un tubo dell’acqua. Toppa la falla e ragiona su quanto tempo potra’ andare avanti un impianto che era stato concepito per le esigenze di cinquant’anni prima, che è gia’ pieno di toppe, che mette a rischio tutti i lavori che sta attuando perchè da qualche parte la prossima falla stà gia lavorando. Un buon geometra dovrebbe consigliarti di fermarti e valutare se del caso di rinunciare a qualche abbellimento e destinare le risorse al rifacimento dell’impianto. La falla oggi si chiama Piigs, domani banche, dopodomani assicurazioni, tra qualche giorno sistemi pensionistici, poi magari ancora bolla immobiliare. L’impianto è il sistema economico attuale, quello che aprendo il rubinetto e funzionando, dovrebbe garantirmi acqua pulita che si chiama lavoro, prospettive future, salute etc. Due semplici grafici in allegato su cui riflettere:
Gdp area euro e Debt/gdp area euro al 2010 (per cui senza i deficit attuali e senza le opportune correzioni tipo consolidare le agenzie governative, i debiti degli enti locali e i fuori bilancio).
Aggiungiamo un po’ di leva e interessi reali negativi et voila’: il punto di non ritorno è gia’ stato superato per il semplice fatto che il denominatore non ha alcuna possibilita’ attuale di incrementarsi più velocemente del numeratore ed ogni intervento di questo tipo non fa’ che accelerare il disastro. Ma tant’è il mio attuale geometra (il mercato) ha sempre ragione, e tira dritto a tappare le falle..forse sono io l’imbecille che gli ha detto di risparmiare.
http://www.tradingeconomics.com/euro-area/government-debt-to-gdp
http://www.tradingeconomics.com/euro-area/gdp

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 12 ottobre 2011 at 11:10

paktrade,

ciao Pak …..come stai?……Anche tu tra gli scettici?……che delusione !!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 12 ottobre 2011 at 11:21

ob1KnoB@finanzaonline,

il numeratore dell’area pigs…….non ha la possibilità attuale di incrementarsi…….ma il denominatore globale……continua imperterrito la sua crescita a tassi del 4 – 5 % all’anno……ed in un’economia ormai globalizzata……prima o poi gli effetti si avranno dappertutto…seppur con intensità diverse…..O vogliamo anche qui…..accreditare tesi come quelle di alcuni ” SANTONI “….circa la fine imminente del mondo ?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

paktrade
Scritto il 12 ottobre 2011 at 11:23

Dream Theater,

E va bene, bisogna aspettarsi di tutto, ma questo è già un atteggiamento sospetto di per sè, mi sembra…
Mò che analisi faccio? In intermarket vedo le seguenti stranezze:
– correlazione positiva gold – borse (ma non doveva essere bene rifugio?)
– Euro con un sacco di problemi (banche, Trichet, Slovacchia,…) e che nonostante tutto sale (e per quanto?)
– risk on a tutta birra ma sulla base di cosa?

L’unico che funziona come dovrebbe è il bund, che forse però prima era troppo alto e ora sta tornando a livelli umani, e si muove in correlazione negativa con le borse…

Qualcuno dici che possa entrare a questi livelli sull’azionario? Io non credo, a meno che ci siano cose che non sappiamo, cosa che non è da escludere…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

paolo41
Scritto il 12 ottobre 2011 at 11:24

Dream Theater,

non è solo il fatto che le banche devono ricapitalizzare che, secondo me, deve giustamente essere un motivo di preoccupazione, quanto il continuo buttare sul piatto il collegamento con un eventuale haircut dei Piigs…e dell’Italia in particolare, sul cui debito si è concentrata, più o meno giustamente, la speculazione dei mercati.
Non vi sembra una contraddizione che si faccia partecipare (con consistenti esborsi )alla creazione del fondo salva-stati paesi in forte difficoltà, come Italia e Spagna, per creare una difesa delle banche che sono più esposte nei confronti di tali stati, presupponendo nel frattempo che anche per tali paesi sarà necessario un hair cut ?????
Ci rendiamo conto che un minimo default dell’Italia fa saltare la “fortezza” europea ??
Vada per la Grecia che doveva essere lasciata fallire molto tempo fa; comunque, tutto considerato, è una goccia nel vaso e il suo futuro è segnato, sempre che riescano a contenere le contestazioni sociali e a tenerla all’interno dell’euro.
Dato che a pensar male spesso ci si indovina, non sarebbe affatto da escludere che il duo Merkozy (che stanno facendo carte false per difendere il loro rating AAA) progetti, sotto sotto, una scissione dei paesi “virtuosi” dai Piigs e da altri paesi dell’est-europeo, proponendo l’euro A e l’euro B (sarebbe la migliore occasione per tornare ad una nostra moneta nazionale).
Rientrando nel razionale, se non c’è intenzione di far saltare i Piigs, un’altra strategia, forse la più probabile, potrebbe essere quella di attaccare comunque i Piigs e l’Italia in particolare (bloomberg e cnbc stamani sono ossessivi sull’argomento), per nascondere lo stato pietoso di parecchi istituti finanziari tedeschi, francesi e inglesi, che continuano ad essere pieni di incagli e di assets tossici ancora legati alla crisi del 2008.
C’è da dire che il contesto politico italiano tende ad aggravare l’outlook dell’economia del paese, ma come hanno riportato diversi economisti l’aggregato pubblico-privato di debiti e ricchezza pone l’Italia in una situazione decisamente migliore di tanti altri paesi che, in questo momento, si “divertono” a sparare sugli altri invece di guardarsi in casa propria.
C’è anche chi dice che sia un attacco congiunto per far dare le dimissioni al governo…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 12 ottobre 2011 at 11:58

paktrade,

Non ti preoccupare dei commenti di capitan lukas, lui vede positivo quando tutto è nero, e nero come nel settembre 2010 quando sosteneva che il ribasso era alle porte ( sp 500 da sett 2010 a dic 2010 +16%, ma sono sottigliezze), lui il capitano legge nelle frattaglie dei cot come gli antichi analisti di wall street gli hanno insegnato per corriposndenza.
Il suo ottimismo è fondato sul nulla, la realtà ci dice che oggi le borse europee salgono solo grazie al sp 500 e alle varie voci positive sui vari piani salva stati/banche da metetre in atto.
se poi trichet lanci qulache piccolo monito questa è poca cosa
http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=157296

Ma il buon capitano oggi vede solo verde, e addirittura ha uno spazio tutto suo dove sbizzarrisi, abbiamo perso un valido condottiero mattacchiuz ( se ci sei batti un colpo), sostituito da uno scarso gregario.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ob1KnoB
Scritto il 12 ottobre 2011 at 12:28

Lukas,

L’oggetto della valutazione era semplicemente se l’area euro (ovvero colei che deve sopportare l’effetto dell’efsf e della ricapitalizzazione delle banche) e’ in grado di sopportare efficacemente la cosa. Ed in mio giudizio la risposta è NO. Questo prescinde dall’andamento della finanza che in tantissime occasioni ha comportamenti che stridono con la realta’ economica. I nuovi Nobel hanno studiato le dipendenze causa/effetto dell’economia e mi auguro (dal punto di vista personal/finanziario mi e’ completamente indifferente visto che sono out) che una visione rialzista dei mercati porti con se’ benefici per la comunita’ ma non ti nascondo forte scetticismo.
Mi parli di ‘globale’?. Da dieci anni globalmente si e’ passati da +1 crescita debt= +3 crescita PIL mondiale ad una proporzione quasi inversa…(non ce ne è abbastanza da preoccupare?)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

paktrade
Scritto il 12 ottobre 2011 at 12:30

Lukas,

Di solito quando non capisco una mazza è meglio che stia fermo, come esperienza insegna… Non voglio dire e pensare cose solo perchè qualcuno l’ha detto, sono abituato a ragionare sulle cose… Poi è vero che se ragiono sui grafici vedo delle cose strane che non mi spiego, e torno nella condizione iniziale, non comprendo quindi sto fermo…

bergasim,

ok, cot e mica cot, qualcosa comunque in cui credere il capitano ce l’ha… Brutto invece quando avevi delle (poche) certezze, e vedi che alla lettura delle cose come hai sempre fatto i conti non tornano… Rifai i conti e non tornano lo stesso… Allora devi scegliere se farti trasportare dalla corrente col rischio di andare a sbattere sugli scogli, oppure stare nel porto alla fonda…
Di solito io scelgo di stare alla fonda, ma questo potrebbe essere il caso di seguire il flusso…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 12 ottobre 2011 at 12:31

vedo che in valtellina l’aria è ancora fredda….invece qui oggi c’è un sole che quasi…quasi….pomeriggio vado a fare un bel bagno nel nostro splendido mare !!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 12 ottobre 2011 at 12:33

paktrade,

ciao Pak un abbraccio !!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 12 ottobre 2011 at 12:38

Dream Theater,

Guarda che non vorrei crearti problemi……e quindi se lo ritieni opportuno…..io posso benissimo interrompre la pubblicazione del mio post……..ormai al centro di polemiche di infimo livello !!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 12 ottobre 2011 at 12:56

Dream Theater,

Sai………Errare humanum est, perseverare autem diabolicum !!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

idleproc
Scritto il 12 ottobre 2011 at 12:58

Da ospite, sono convinto che le polemiche e lo “scontro” tra punti di vista diversi siano del tutto normali e positivi. E’ un bellissimo blog con persone competenti intelligenti e critiche che non hanno portato il cervello all’ammasso.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 12 ottobre 2011 at 13:01

Lukas: Dream Theater, Guarda che non vorrei crearti problemi……e quindi se lo ritieni opportuno…..io posso benissimo interrompre la pubblicazione del mio post……..ormai al centro di polemiche di infimo livello !!!

Ma stai scherzando??? Quando uno si espone è sempre soggetto a critiche.
Hai la mia benedizione per continuare il suo bel post. E’ un punto di vista “personale” che può anche non essere condiviso. Ma tutto fa brodo per poterne poi discutere e, tutti insieme, migliorarci. Non ti pare? ;-)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 12 ottobre 2011 at 13:05

Dream Theater,

Critiche sul merito certamente……ci mancherebbe altro…….ma critiche alla mia persona in quanto tale……sono del tutto inaccettabili !!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

idleproc
Scritto il 12 ottobre 2011 at 13:42

Lukas,

Purtroppo è la persona che è mediatrice delle idee… se assistessi ad alcuni scambi di idee con la mia amatissima moglie correresti a comprarti un giubbotto antiproiettile… anche con mia figlia per la verità… uno dei suoi “alias” è Jena.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

paktrade
Scritto il 12 ottobre 2011 at 13:47

Lukas,

Ma non te la prendere, è normale che se tu dici “A” ci sarà sempre qualcuno che dirà “non A” o addirittura “B”, anche solo per essere bastian contrario… Diversi punti di vista sono sempre un arricchimento! Meglio due idee che neanche una, lasciatelo dire da un tuo fan!!
Dai che vai bene così! Sono io quello in crisi di spunti decisionali, mica tu! Poi lascia che ti dicano dietro, come diceva il buon Dante “non ti curar di loro, ma guarda e passa avanti”… Forse non sono le testuali parole, ma il succo è quello!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 12 ottobre 2011 at 13:51

Lukas,

Nessuno qui stà criticando la tua persona ci mancherebbe , ma al contrario il tuo modo di comportarsi , potresti titartela di meno ed ammettere che nel 2010 hai cannato con le tue analisi, basterebbe solo questo, fino a quando non lo ammetterrai verrai da me criticato.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lampo
Scritto il 12 ottobre 2011 at 13:56

Lukas,

Secondo me la tua analisi è un punto di vista interessante, al pari di tanti altri.
Dopo… purtroppo non è corretta al 100%… ma non puoi mica azzeccarci sempre… altrimenti sono sicuro che non saresti ancora qui a farla :wink:

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 12 ottobre 2011 at 15:50

bergasim,

Beh la tua malafede è del tutto evidente…….nei 3 mesi precedenti in cui ho postato la mia previsione short sull’equity…….nessuna critica……..perchè favoriva i tuoi bond………appena invece è cambiato il mio orientamento ……”apriti cielo “……..con riferimenti del tutto assurdi……ossia relativi a supposte previsioni errate di 3 mesi……quando tutti leggono che la mia “personale” previsione ha un orizzonte temporale di una settimana.

Ma io penso che chi legge ed interviene qui……..è gente capace di valutare non solo le nostre capacità in materia finanziaria……ma anche e soprattutto il modo di porsi di ognuno di Noi……..a partire dall’amico Dream….che ringrazio per la Sua rinnovata stima e fiducia !!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 12 ottobre 2011 at 15:56

Dai ragazzi, facciamo un respiro e rilassiamoci! Già il mercato ci rende tutti nervosi! :-D
Dai, aperitivo per tutti … Vi aspetto stasera tutti a casa di Gremlin alle 19 (sperando che non mi senta e non legga questo commento sennò mi fucila…heheheheh)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

paktrade
Scritto il 12 ottobre 2011 at 16:05

Aaaahhhh, non so se ce la faccio col treno!!!
Brindate anche alla facciaccia mia che sono fuori con i miei conti deposito al 2% e con i fondi in dollari (mannaggia alla miseria!!!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 12 ottobre 2011 at 16:32

Lukas,

hai ragione sono in malafede, sono in già in ginocchio a wall street.
Bond on non bond l’economia andra in recessione ed io al contrario di te oggi non sò assolutamente cosa fare, i dubbi sono tanti le risposte poche e non troppo affidabili, questi rialzi di borsa effimeri li lascio a chi crede nelle parole degli analisti e nelle loro previsioni.La situazione è nera sotto tutti i punti di vista, sia per i corporate, sia per i bond emergenti, governativi etcc… perchè si rischiano tagli di capelli e di non poco conto, ma quella del mercato azionario con economie prossime alla recessione , un sistema bancario decotto, stati senza soldi, a mio modo di vedere è messa molto peggio.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 12 ottobre 2011 at 17:49

bergasim,

io non ho mica detto di aver sposato il mercato azionario……..ne ho una sola di moglie……sono del tutto monogamo !!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gainhunter
Scritto il 12 ottobre 2011 at 19:04

Lukas:
Dream Theater,

Guarda che non vorrei crearti problemi……e quindi se lo ritieni opportuno…..io posso benissimo interrompre la pubblicazione del mio post……..ormai al centro di polemiche di infimo livello !!!

Per quanto mi riguarda, il post sul cot è molto interessante, anche per gli spunti che poi ognuno può rielaborare come meglio crede (visto che i dati sono pubblici e gratuiti).
Io mi auguro che tu voglia continuare.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gainhunter
Scritto il 12 ottobre 2011 at 19:07

Però, a fare il giochino con i dati falsi sul debt/gdp non c’è gusto… :P

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lucianom
Scritto il 12 ottobre 2011 at 20:58

Mamma mia , quanti discorsi, ma non vi accorgete che l’ euro sta diventando sempre più forte, non vi viene il dubbio che il problema sta altrove, tento di indovinare “forse negli USA?”

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lampo
Scritto il 13 ottobre 2011 at 15:50

Complimenti DT… sei stati fin troppo ottimistico nelle tue previsioni! :wink:
http://www.borsaitaliana.it/borsa/notizie/finanza/oggi-in-borsa-dettaglio.html?newsId=N342896&type=TOP_NEWS

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+