Scendono le compravendite di case esistenti

Scritto il alle 16:57 da mattacchiuz

Brevissimo quanto inutile aggiornamento degli ultimi dati disponibili in merito al settore immobiliare statunitense.

Secondo l’ufficio statistico di Realtor che ricordo essere la non poco coinvolta associazione delle agenzie immobiliari, nel mese di maggio 2011 si sarebbe registrato un ulteriore rallentamento nell’attività di compravendita di immobili residenziali.

Rispetto a aprile, quando la rilettura mostra 5 milioni di case vendute su base annua, maggio perde il 3.8% delle compravendite facendo segnare al dato la cifra di 4.81 milioni.

La colpa, sottolineano quelli giù all’ufficio statistico, è da imputare come sempre ai vari disastri naturali che hanno vessato gli stati centrali nordamericani, mentre non si fa cenno, ad esempio, del fatto che, secondo Bloomberg, più del 50% delle vendite di case sopra ai 500 mila dollari in Florida sia dovuto SOLO ai brasiliani.

Sembra di essere tornati a due anni fa, quando ad ogni annuncio di un dato negativo, il mercato reagiva schioppando all’insù. Questa credo sia diventata ormai l’idea media dell’investitore professionista: se le cose si mettono male la FED stamperà ( dippiù ) e l’unione europea si indebiterà ( dippiù ).

Ogni ulteriore commento, credo sia superfluo.

La finanza prima o poi incontrerà la fisica. Non so dirvi in che modo o quando, ma sono sicuro che accadrà.

Mattacchiuz

Tags:   |
5 commenti Commenta
Scritto il 21 Giugno 2011 at 17:21

..non abbatterti così… inutile no di certo.. magari poco efficace come analisi nel breve periodo, ma l’immobiliare resta una delle più grandi problematiche che porterannoa d una nuova recessione….

mattacchiuz
Scritto il 21 Giugno 2011 at 17:54

ma va, non sono mica abbattuto, mi limito a raccontare i numeri con qualche commento ironico.
è due anni che sostanzialmente si ignora tutto, suppongo sia possibile ignorare ancora per decenni. 🙂

mattacchiuz
Scritto il 21 Giugno 2011 at 17:55

cmq secondo me domani bernanke spalancherà la porta al nuovo qe, magari sotto una forma diversa, bellissima e finora sconosciuta, ma dirà qualcosa di simile… 🙂

vichingo
Scritto il 21 Giugno 2011 at 18:31

mattacchiuz,

…..perché i mercati vanno sostenuti e dobbiamo testare i nuovi massimi, in barba a tanti guru dell’analisi tecnica che hanno previsto, a breve, cataclismi epocali………….no, dai scherzo, il mercato fa quello che vuole, io ho puntato sul verde, poi se perdo, pace, tanto è una scommessa. 8)

Scritto il 21 Giugno 2011 at 21:25

mattacchiuz,
Staremo a vedere… sono curioso anche io…

I sondaggi di I&M

TASSO BCE a fine 2024 in %

View Results

Loading ... Loading ...