ORO, BENE RIFUGIO MA NON SOLO

Scritto il alle 14:25 da Danilo DT

torodoro.jpg

Quotazione e grafico dell’oro, correlazione con Dollar Index ed inflazione.

 

L’oro sta diventando una croce e una delizia per i traders e per gli investitori. I pareri sono i più disparati, le opinioni sono le più diverse.
Io, ovviamente ho la mia idea. Ed è un’idea ben precisa. Certo, discutibile. Ma per certi versi difendibile. Secondo me l’oro ha ancora dello spazio davanti a se. E questo spazioporta ad un target per il metallo giallo che si avvicina quantomeno a quota 1.300 per i prossimi 12 mesi.
E la correlazione col dollaro potrebbe non essere più così importante.

A: Grafico dell’oro

grafico_oro_13-03-2009

Charts by Bloomberg

 

Partiamo come sempre da qui. Purtroppo non ho molto tempo e allora sarò schematico.
Grafico perfetto.
Trendline rossa al momento non violata (notate il 61.8% di Fibonacci e la media mobile a 55 giorni, più precisi di così si muore…). Non escludo una rottura temporanea che ci porterà a quota 860 $/oz, magari a contatto con il 50% + vecchia trendline (movimento correttivo A-B-C). Ma a quel punto, secondo me, scatta il buy. Ma ora è presto per guardare così avanti, anche perché fino a quando regge la trendline rossa la tendenza è rialzista.

 

B: Oro ed inflazione

grafico_oro_inflazione_2009

Clicca per ingrandire – Chart by Bloomberg

 

La distanza tra il valore attuale dell’oro ed il valore ottenuto sottraendo l’inflazione, ci fa vedere un oro in condizioni di sottovalutazione enorme, soprattutto se rapportato alla storia.
Certo, se guardiamo oggi, siamo vicini ai massimi storici, ma se prendiamo come prametro il periodo degli ulti 40 anni, noterete che l’oro è lontano circa il 60% dai massimi reali registrati nel 1979. Che ne dite?

 

 

C: Dollar index e oro

DOLLAR INDEX_ORO_CORRELAZIONE_2009_DOLLARO_USA

Clicca per ingrandire – Chart by Bloomberg

  

Un altro dato molto interessante è che, anche in virtù di mercati finanziari molto particolari, con un dollaro USA che rischia di perdere la leadership di valuta di riferimento mondiale, a causa della politica monetaria friedmaniana degli USA. È appunto la correlazione tra Dollaro USA e oro.
Una correlazione che era tra le più classiche e che rischia di saltare definitivamentei. Oggi l’indice di correlazione tra il Dollar Index e l’oro è pari solo a -0.31. Praticamente, se una violta era normale trovarsi con Dollaro forte ed Oro debole, ora sta avvenendo esattamente il contrario. E’ uan situazione definitiva? Non credo. Il messaggio però è chiaro. L’oro inizia a godere “di luce propria” ed inizia a vivere le sue tendenze in modo più indipendente.

 

 

Conclusioni:TORODORO !

 

Analizzando il grafico A, non possiamo certo negare che fino a quando l’oro resta sopra alla trendline rossa, la tendenza continuerà ad essere positiva, analizzando però l’intermarket, non mi sorprenderebbe, come dicevo, una temporanea rottura.
Ma, per il medio periodo, lo scenario resta sempre, secondo me, bullish.

 

STAY TUNED!

Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

I sondaggi di I&M

TASSO BCE a fine 2024 in %

View Results

Loading ... Loading ...