Misery Index ai massimi: in USA e in Europa

Scritto il alle 11:22 da Danilo DT

Già dal nome non promette nulla di buono. Ed in effetti il Misery Index non è certo un indicatore di quelli allegri.
Ma cos’è il Misery Index? Il Misery Index è un indicatore “inventato” da Arthur Okun e mette in relazione due dati molto importanti per il consumatore: il tasso disoccupazione e tasso inflazione.

The misery index was initiated by economist Arthur Okun, an adviser to President Lyndon Johnson in the 1960’s. It is simply the unemployment rate added to the inflation rate. It is assumed that both a higher rate of unemployment and a worsening of inflation both create economic and social costs for a country. A combination of rising inflation and more people out of work implies a deterioration in economic performance and a rise in the misery index. (Source

Oltre a tasso disoccupazione e tasso inflazione, si è poi scoperto che c’è una forte correlazione tra il Misery Index e il tasso di delinquenza. Quindi potrebbe essere considerato anche un buon indice per valutare lo “stato della società”.
E i risultati che si sono raggiunti con il Misery Index proprio nella giornata di ieri sono decisamente preoccupanti.

E’ dal 1984 che non si raggiungevano tali livelli. Segno chiaro che il tessuto sociale è in forte tensione, segno che la situazione macro è preoccupante. Anche perché sommare inflazione e disoccupazione, significa generare un mix molto pesante da sopportare per il povero cittadino USA. Si, perché parliamo di USA. Come USA sono i due indici che ho messo a corredo del Misery Index, ovvero il Bloomberg Consumer Comfort, e l’University Michigan Consumer Sentiment, due indici che misurano la temperatura dei consumi.
Credo che il grafico non necessiti commenti.
Ma a questo punto la domanda sorge spontanea.

E se gli USA sono messi così male col Misery Index, come se la cavano gli altri stati? Eccovi un estratto di alcuni paesi, tra cui anche l’Italia, con il dato del Misery Index più recente, seguito da quello precedente.

Misery Index

Argentina*  17.20% 19.00%
Australia*   8.80% 8.20%
Brazil* 13.31% 11.40%
Canada* 10.20% 9.70%
China* 10.20% 7.80%
Euro Region* 13.00% 12.00%
Germany* 9.40% 8.80%
Greece* 19.35% 17.38%
Italy* 10.97% 10.13%
Japan* 4.50% 4.10%
Portugal* 15.70% 12.50%
Russia* 13.20% 13.60%
Spain* 23.99% 22.20%
Switzerland* 3.30% 3.80%
U.K.* 13.80% 12.40%
U.S.* 13.00% 10.70%
Venezuela* 35.00% 38.10%

Ovviamente un occhio dobbiamo buttarlo tra i risultati peggiori. Guardate il Venezuela, ma senza andare troppo lontano guardate la Spagna, poi la Grecia e il Portogallo… Ridendo e scherzando invece tra Italia e Germania non c’è poi tanta differenza. Invece Svizzera e Giappone…un altro pianeta…

Sostieni I&M. il tuo contributo è fondamentale per la continuazione di questo progetto!

STAY TUNED!

DT

Ti è piaciuto questo post? Clicca su Mi Piace” qui in basso a sinistra!

Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Tags:   |
3 commenti Commenta
atomictonto
Scritto il 21 ottobre 2011 at 13:56

Comprendo la necessità ed anche un pò il gusto di trasformare tutto in grafici ed indici… :-)
Ma era proprio necessario sto lavorone per scoprire che in Svizzera e Giappone stanno mediamente meglio in quanto a “miseria”, in Italia e Germania si sta tutto sommato bene, in Spagna e Portogallo un pò peggio ma tutto sommato si campicchia bene mentre in Venezuela sono miseramente miseri? :-D

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

    Scritto il 21 ottobre 2011 at 14:18

    Dici bene. Infatti io ho inserito il dato recente e anche quello precedente. Secondo me é interessante il confronto tra i due dati.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)

paktrade
Scritto il 21 ottobre 2011 at 14:39

Dream Theater,

Io quello che noto invece è un peggioramento dell’indice nel mondo “occidentale” e nei bric, e un miglioramento negli altri paesi… Questa è la democrazia globale? Ci si livella in “miseria” verso il basso invece che verso l’alto?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+