La curiosa stagionalità del petrolio

Scritto il alle 11:55 da Danilo DT

petrolio-stagionalità

 Qualche giorno fa un lettore, in un commento mi ha fatto accendere la fatidica “lampadina” facendomi ricordare un argomento che da tempo volevo trattare e poi, u n po’ per mancanza di tempo e un po’ (ehm…soprattutto) perché me n’ero scordato, era finito nel dimenticatoio.

Ho allora rispolverato la memoria ed è quindi giunta l’ora di un post sulla stagionalità del petrolio.
La cosa potrebbe apparire strana, ma invece, strana non è , soprattutto alla luce dei brillanti risultati che questa piccola ricerca ha portato.

Che cosa ho fatto nello specifico?
Ho ipotizzato che, ogni anno, a partire dal 2000, in data 10 marzo (circa), compravo del petrolio.

Come sarebbe andato il mio investimento nel corso dell’anno?
La cosa curiosa è che, dal 2000 fino ad oggi, se io avessi comprato del WTI o del petrolio brent, nel corso dell’anno avrei sempre avuto occasione per venderlo nella peggiore delle ipotesi in pari, oppure guadagnandoci cifre anche notevoli.
Questa analisi non tiene conto del fattore cambio e del rollover (ETC per esempio). Infatti non dimentichiamo mai che il WTI è trattato in dollari USA e quindi il cross euro dollaro ha unìinfluenza assolutamente determinante per poter valutare la performance dell’investimento.
Lasciando da parte questo particolare, andiamo a vedere cosa è successo nello specifico.

Stagionalità petrolio dal 2005 al 2010

stagionalita-petrolio-wti

Base di partenza: 10 marzo di ogni anno
Dal grafico si nota che nel corso dell’anno avrei potuto sempre liquidare le posizioni sul petrolio con dei forti utili.
Nella fattispecie, se avessi avuto al fortuna e l’arguzia di vendere durante l’anno di acquisto ai massimi (…) avrei portato a casa.

a) nel 2005 il 30.4%
b) nel 2006 il 28.4%
c) nel 2007 il 77.3%
d) nel 2008 il 34.7%
e) nel 2009 l’ 82.8%

Numeri che fanno venire i brividi, che come detto, NON TENGONO CONTO:

1) della componente valutaria
2) dell’eventuale roll over

Certo, molti di voi potrebbero considerare quest’analisi casuale. E allora io ho provato a fare di più, andando a sgattaiolare anche nel quinquennio precedente. Ed ecco il risultato.

 

Stagionalità petrolio dal 2000 al 2005

stagionalita-petrolio-wti-ante-2005

Base di partenza identica: 10 marzo di ogni anno. In questo caso la performance della potenziale vendita sarebbe stata:

a) nel 2000 il 17.1 %
b) nel 2001 il 7.2%
c) nel 2002 il 55.6%
d) nel 2003 ZERO (unico caso che comunque chiude in pareggio)
e) nel 2004 il 52.9%

Un ultimo dato: teoricamente il massimo si registra quasi sempre nella stagione estiva o al massimo a settembre, dove si sono viste anche copiose correzioni. Ma vi lascio guardare i grafici. Credo possano esservi utili.

STAY TUNED!

Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS!

Leggi anche I link di finanza indipendenti scelta per te da I&M

financial_links_i&m

Sostieni I&M! Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!

sostieni-IM

http://www.wikio.it

Image Hosted by ImageShack.us

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

VEDO PREVEDO STRAVEDO tra 10 anni!

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+