La crisi dell’Eurozona è finita, andate in pace

Scritto il alle 16:14 da Danilo DT

EFSF superstar, il mercato festeggia. Ma attenzione, la parola fine è molto lontana….

OCCHIO AGLI UPDATE A FONDO PAGINA!!!

Quanto è successo oggi a Bruxelles si può sintetizzare in questi termini.

I&M è uscito qualche ora fa con un post (CLICK HERE) che cercava di spiegare quali erano le indiscrezioni in uscita dal Meeting. Nessuna presa di posizione forte sulla Grecia, anche se le indiscrezioni davano per certa l’accettazione di un default . Borse che iniziano a scendere, Euro debolissimo.

Poi sono usciti comunicati molto nebulosi, dove non si capiva esattamente cosa si era deciso. E nulla poteva essere peggiore dell’indecisione in questo momento, e così la borsa vira violentemente in negativo. Ma poi…la luce. Arriva un comunicato anche se molto spartano, e la borsa vola, con un Euro in gran recupero.

Il vero protagonista del meeting è l’EFSF, questo misterioso contenitore salva Euro che fino ad ora non aveva grosse implicazioni operative. Da oggi non sarà più così.
L’EFSF (European Financial Stability Facility) infatti potrà fare cose che non poteva fare prima…
E in breve il miracolo. Spread Bund BTP che crolla letteralmente (a 250 bp!, un paio di giorni fa era a 330…) e scenario da risk on. Tutti a comprare, e/o tutti a ricoprirsi. Sembra proprio che la crisi dell’Euro sia finita.

Evviva! Tutti salvi! Banche, stati, cittadini! Evviva…

Ma perché non ci hanno pensato prima… Forse perché questa soluzione non è indolore e non è completamente risolutiva. Ma questo il mercato oggi lo ignora. E’ gran festa. Lasciamo che si festeggi.

Ma torniamo all’EFSF. Da oggi potrà comprare direttamente sul mercato secondario (quindi mercati regolamentati tradizionali) i titoli dei paesi periferici in crisi. E se sarà necessario, si metterà in acquisto direttamente, se ci fossero forti pressioni speculative su un PIGS, per esempio. Quindi gli spreads sui vari bond periferici, contro BUND, sono destinati a stringersi (molto bene, pagheremo meno le nuove emissioni).

Ma l’interventismo dell’EFSF potrebbe anche voler dire un’altra cosa: il debito greco è posseduto per il 70% da banche. Non si esclude che addirittura non si siano raggiunte delle intese per un buy back da parte dell’EFSF proprio di debito greco dalle banche. Ecco spiegato anche il mega rally del settore.



MA ATTENZIONE. Non è tutto qui. Mi risulta che comunque, non sono stati assolutamente escluse ristrutturazioni, rinegoziazioni, rollover, haircut sul debito della Grecia. E allora… non si tratta di un salvataggio incondizionato. La strada da percorrere per il salvataggio della Grecia potrebbe ancora essere lunga. Perché festeggiare così? Forse per eccesso di entusiasmo o forse, più semplicemente, per eccesso di short da ricoprire.

Morale: godiamoci il rally, tiriamo il fiato, recuperiamo un po’ di terreno. Ma tenete comunque conto che la parola fine, per questa crisi, è ancora molto lontana.

UPDATE : h. 20.25

LAST UPDATE: h.00.45

STAY TUNED!

DT

Ti è piaciuto questo post? Clicca su Mi Piace” qui in basso a sinistra!


Vota su Wikio!
Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!) | Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS! |
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
26 commenti Commenta
dot.com
Scritto il 21 luglio 2011 at 16:51

sempre una connotazione negativa a questi articoli, qualunque cosa si faccia non va bene.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

    Scritto il 21 luglio 2011 at 17:28

    Ciao! Io sono per il confronto… Io nn sono molto positivo. Dacci il tuo punto di vista! :-)

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)

paktrade
Scritto il 21 luglio 2011 at 17:07

e una moneta ha sempre 2 facce… 8)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

grande mur
Scritto il 21 luglio 2011 at 17:34

Si ma a leggere questo blog viene la depressione. D’accordo che le monete hanno 2 faccie, ma se si racconta sempre la faccia triste, ci perdiamo quelle felici, dopo un po’ ti entra la tristezza addosso e non combini piu’ niente.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

smsj
Scritto il 21 luglio 2011 at 18:05

Se ben guardiamo, gli acquisti di questi giorni riportano in bolla le vendite esagerate dei giorni immediatamente precedenti.
In un mercato sottile è chiaro che gli indici forniscono dati eclatanti in un senso o nell’altro, dando sensazioni forti in un senso o nell’altro. Chiaro che se gli acquisti continueranno anche domani e la prossima settimana saremo di fronte ad euforia, ma al momento sono semplici occasioni di acquisto su un mercato in saldo.
Trovo comunque corretto che il blog prenda delle posizioni, anche negative se lo ritiene.
Forse si calca troppo la mano su ciò che non va, e questo alla lunga appare, e io credo lo sia, preconcetto e funzionale a delle teorie specifiche, e quindi poco collegato alla realtà dei fatti concreti che prima o poi comunque si manifestano in tutta la loro evidenza.
Anche il troppo sarcasmo e la troppa ironia alla lunga diventano fine a se stessi e possono far percepire scarsa obiettività.
Infine il catastrofismo non si addice a materie fluide e sociali come l’economia e la finanza che come tutti sanno non sono scienze esatte: quasi mai le cose vanno completamente in un senso o nell’altro, ma sono frutto di un susseguirsi di situazioni che interagendo danno luogo a complessità enormi e continuamente variabili. Pretendere di ricondurle in termini meccanicistici crea malintesi ed errate aspettative.
Beninteso, a parte alcuni eccessi il blog a mio parere è tra le migliori fonti di informazione indipendente.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

7voice
Scritto il 21 luglio 2011 at 18:08

ah ah ah hanno salvato ? andate a casa buffoni, con il petrolio a 100 $ cosa hanno salvato ? SONO SOLO DEI VENDITORI DI FUMO, ADESSO MANCA LA PAGLIACCIATA FINALE DELL’ALZATA DEL TETTO DEL DEBITO AMERICANO ! FORZA REPUBBLICANI MANDATE IN DEFAULT L’AMERICA ! è ORA DI DIRE BASTA A QUESTA PAGLIACCIATA DI ECONOMIA BASATA SU UNA MONETA CHE RIMANE CARTA X IL CESSO ! IL PETROLIO DOVRA’ SALTARE X ARIA A 300 $ AL BARILE SOLO COSì SI FARà FINITA QUESTO FURTO CONTINUATO ! DEFAULT DEGLI ACELLONI…………………….BASTA CON QUESTA FARSA DI ECONOMIA BANCARIA !

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ivegotaces
Scritto il 21 luglio 2011 at 18:17

E’ assolutamente legittimo che la si pensi diversamente, però come dice DT dareste un contributo positivo al blog esponendo quali sono a vostro avviso gli aspetti positivi – sempre che non siano già stati esposti. Girate sta moneta e dite cosa voi vedete.

In merito al crollo dello spread c’è la possibilità che si tratti di un così detto pullback (mannaggia altro pensiero negativo). Dottore una Zyprexa … :|

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

andrea.mensa
Scritto il 21 luglio 2011 at 18:54

quando luce forte non ce nè, allora si prendon le lucciole per lanterne.
verissimo il fatto che qui si continui a vedere aspetti negativi, ma questo è proprio ciò che chi sta creando questa immensa bolla vuole che si cominci a credere, ovvero che non siano le cose che vanno male, ma che si voglia solo vedere gli aspetti negativi.
è un gioco estremamente pericoloso, perchè se ci si cade si finisce proprio di fare la parte del “parco buoi”.
le risorse, dall’altro lato della barricata sono tante, e lo scoppio della bolla avverrà probabilmente quando almeno una parte di polli avrà abboccato… e loro si saranno scaricati di un bel po di ciarpame.
un grande economista disse”quando a comprare azioni arriva anche il lustrascarpe, è ora di vendere….”.
ma c’è qualcuno che si domanda come fanno a crescere i valori di aziende che stentano sempre più a vendere i loro prodotti, che producono a meno del 70% della loro capacità produttiva, che fanno utili licenziando gente ?
già solo questa domanda dovrebbe indurre ad una pausa di riflessione…..

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gainhunter
Scritto il 21 luglio 2011 at 18:55

La mia interpretazione è questa: prima di Luglio i problemi erano i PIG, soprattutto la Grecia; quando le voci di un possibile contributo “volontario” dei privati sono diventate più insistenti (fine Giugno) è partita la speculazione al ribasso sui titoli di stato di tutti i 5 PIIGS; magari lo scopo degli speculatori (le solite banche) era di farsi pagare dal mercato i contributi “volontari”, puntando sul fatto che la percezione di un contagio imminente a tutti i PIIGS li avrebbe agevolati. Ora, con questa notizia che rimanda il problema prendendo tempo, pur senza risolverlo, come giustamente ci fa notare Dream, i mercati stanno riprendendo i livelli pre-speculazione: bund e CHF giù e titoli di stato in recupero. In pratica sono venute meno l’imminenza del contagio e l’urgenza della contribuzione “volontaria” delle banche, e quindi la speculazione sta fortunatamente rientrando. E magari dopo aver incassato i guadagni al ribasso gli stessi speculatori si sono riposizionati al rialzo per incassare la seconda tranche.
Questa è la mia modesta opinione.
8)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 21 luglio 2011 at 19:18

andrea.mensa@finanza,

Quoto al 100% i realisti sono i catastrofisti, i venditori di sogni sono i bullisti, i primo sono brutti e pelosi, i secondo sono solo professionisti affermati, belli, desiderati e sicuri di se, peccato che sia solo fumo negli occhi, la loro sicurezza apparente, come chi cerca di imporsi urlando invece di discutere, oggi stà accadendo la stessa cosa i bullisti ci urlano in faccia, dai i balconi dei loro castelli ( sulle nuvole) che hanno ragione loro e che noi siamo solo degli iettatori, peccato che con tutto quello che è successo ( parmalat,cirio,argentina, bolla tecnologica del 2000, bolla immobiliare del 2007), la gente abbia magari perso la speranza ma non la vogli adi sognare ( vedasi giro di affari del gossip a livello mondiale e delle scommesse) non abbia insegnato nulla, noi siamo i cattivi ( alo rogo o in esilio), loro sono i buoni e belli che tutti vorrebbero imitare.
La loro fotuna e che i veri valori e sani principi non siano quotati in borsa, altrimenti noi saremmo ricchissimi ( lo siamo ugualmente sotto altri punti di vista) e loro sarebbero dei morti di fame, ma oggi nel mondo attuale principi e valori sono come i mutui subprime, e sono stati declassati dai principali governi ( regimi e forse la poroal più adatta ), come spazzattura.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

idleproc
Scritto il 21 luglio 2011 at 19:20

Sembrerebbe il prolungarsi di una catena di S.Antonio… urge andare su Marte e trovare qualcuno su cui scaricare.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

l3g0
Scritto il 21 luglio 2011 at 19:22

“Non si esclude che addirittura non si siano raggiunte delle intese per un buy back da parte dell’EFSF proprio di debito greco dalle banche.”

Spero di aver capito male: così ancora una volta si salvano le banche, mentre i risparmiatori con i loro bond vengono lasciati nella *****? 8O

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

alfio200
Scritto il 21 luglio 2011 at 19:27

Spiegazione gradita…

perchè l’euro, rispetto alle altre valute, ha guadagnato poco sulla sterlina?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 21 luglio 2011 at 19:34

la regina delle banche fallite usa bank of america, un colabrodo a livelli di city sale alla grande, dando il pretesto ad un già tonico dow di salire alla grande, intanto il petrolio ( solo per quelli che lo usano) è a 118 bei dollaroni ( svalutati)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

alfio200
Scritto il 21 luglio 2011 at 19:42

Per non parlare di euro-dollaro australiano.

E poi…se la crisi dell’Europa è finita, perchè il prezzo dell’oro è sceso di poco?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

idleproc
Scritto il 21 luglio 2011 at 20:14

andrea.mensa@finanza,

Già la penso come te anche sul fatto che uno dei parametri fondamentali per comprendere come andranno le cose è il tasso di utilizzo degli impianti di produzione.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 21 luglio 2011 at 20:29

Piccolo appunto dell’autore

grande mur@finanzaonline: Si ma a leggere questo blog viene la depressione. D’accordo che le monete hanno 2 faccie, ma se si racconta sempre la faccia triste, ci perdiamo quelle felici, dopo un po’ ti entra la tristezza addosso e non combini piu’ niente.  

Bene, queste critiche sicuramente sono ben accette anche perchè avete ragione. Mi spiego meglio.
Quanto è successo oggi è sicuramente un passo importante. una presa di posizione forte dell’UE, un primo passo che deve portare (speriamo) alla nascita del mio grande sogno, il debito federale.
Però se ci pensiamo un attimo, la presa di posizione dell’UE di oggi serve soprattutto a livello psicologico.
Morale: nel breve periodo il mercato beneficerà di queste novità. Tanto che condivido pienamente il target di Gremlin nel suo post sull’SP 500 e quindi una prosecuzione del rimbalzo sui mercati azionari europei. Inoltre non dimentichiamo che questa è la borsa degli eccessi. Non dimentichiamo mai infatti che solo il 30% delle transazioni sui mercati vengono fatte sui mercati regolamentati.
Buondi assolutamente d’accordo su un rimbalzo di breve.
E allora perchè sono negativo? Essendo le mie analisi non di breve periodo, sono abituato a vedere le cose con orizzonte temporale più a lungo termine. E secondo me, quanto è successo oggi non è la soluzione definitiva e non è la soluzione della crisi. Forse ho usato toni un po’ troppo accesi, me ne scuso. Però tutto voglio fare fuorchè fare terrorismo psicologico. Cerco solo di dire le cose come le vedo io. Ovvio, non ho la pietra filosofale. Io faccio tutto il possibile. E spero lo capiate, il mio impegno sul blog (mia seconda attività) ultimamente è veramente elevatissimo.

Spero di aver chiarito…

:D

grazie delle critiche, quando costruttive sono sempre ben gradite!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

shoottheredc
Scritto il 21 luglio 2011 at 20:33

My liege, and madam, to expostulate
What majesty should be, what duty is,
Why day is day, night night, and time is time,
Were nothing but to waste night, day and time.
Therefore, since brevity is the soul of wit,
And tediousness the limbs and outward flourishes,
I will be brief.
Your noble MARKET is mad.*/**

*adattamento da AMLETO – ATTO II – SCENA II – parla Polonio
** se dovessi aver violato il copyright… rivolgetevi alla BCE…sono soldi sicuri…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 21 luglio 2011 at 20:40

smsj@finanza,

Grazie smsj. :D

ivegotaces@finanza,

Pull back e ricopertura. Per un po’ dovrebbe esserci meno tensione sui PIGS. E questo è sicuramente positivo. (visto come sono diventato bullish? :mrgreen: )

l3g0@finanzaonline,

No, nel senso che i loro acquisti sosterranno comunque i prezzi dei bond ellenici. Almeno spero.

alfio200@finanza,

La GB ha tanti bei problemini, se riesco nei prox giorni… necessitasi nuovi collaboratori di macroeconomiaaaaaaaaaaaaaaa

alfio200@finanza,

Oro sempre forte perchè asset safe haven sia per la crisi e sia per l’inflazione…altro tema che potrebbe diventare molto interessante (e se arriva… ne beneficeranno i paesi con tanto debito. Però la BCe dovrà essere un po’ brillante in merito)

Grazie a tutti per i commenti interessanti e propositivi

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 21 luglio 2011 at 22:14

Dream Theater,

Nonostante il mio Etf short sullo SPY registri una perdita del 2 %……negli ultimi 4 giorni…….permane la fiducia nel trading system fondato sul COT……e mi attendo comunque un spoore sotto quota 1316 !!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 21 luglio 2011 at 22:40

Dream Theater,

Oggi il rialzo dell’azionario non si è correlato con l’incremento delle commodities………inoltre e’ da un po’ di tempo che la svalutazione del dollaro non viene compensata da un rialzo delle commodities……..segno di economia stagnante…….e di deflazione incombente…….attenti alla bull trap !!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 22 luglio 2011 at 00:46

LAST UPDATE: h.00.45

http://intermarketandmore.finanza.com/cronaca-di-un-giorno-di-ordinaria-euro-follia-31811.html

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

elmariachi
Scritto il 22 luglio 2011 at 08:57

L’unico segno positivo sarebbe quello che la Ue si trasformasse in forza politica e non solo economica

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

paktrade
Scritto il 22 luglio 2011 at 09:06

DT, se è stagione di acquisti, mi comperi Lukas e lo fai giocare come mezzala o tornante vecchio stile? Lo voglio nel team!!
Firmato: un tifoso.

PS) Lukas, la prossima volta me lo paghi almeno un caffè? Così anche noi facciamo un po’ di sommerso e tangenti, mica solo i nostri politici!! :lol:

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 22 luglio 2011 at 09:25

paktrade,

Pak troppo gentile……appena recupero la perdita degli ultimi giorni….ti pagherò tutti i caffe’ che vuoi…..ora ti lascio che devo lavorare…….sai è tempo di redazione delle dichiarazione dei redditi…….ed in tanti non vogliono o non possono versare le imposte dovute…….mi sa che ci vorranno altre manovre…..altro che salvataggio compiuto !!!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

idleproc
Scritto il 22 luglio 2011 at 09:54

bergasim,

Il realismo ha il pessimo difetto di essere poco spendibile nel virtuale e nel mondo dei sogni indotti. Mitico.:mrgreen:

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

EURO: quale futuro ci attende?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+