Italia: consumatore mai così depresso

Scritto il alle 11:05 da Danilo DT

Italian Consumer Confidence: mai così male dal 1993

Possiamo definirla profonda depressione per il consumatore italiano. I dati appena usciti sull’indice Italian Consumer Confidence illustrano in modo inequivocabile lo stato di grande difficoltà dell’economia italiana e soprattutto la crisi del consumatore. Siamo ai minimi dal 1993.
Inutile dire che occorre intervenire subito , proprio per evitare che la situazione si deteriori ulteriormente ed in modo completamente irreversibile, portando il nostro paese non solo in recessione ma in profonda depressione finanziaria.

italian consumer confidence | Source: Markit Economics - twitpic.com/9o9g7u

 

Sostieni I&M. il tuo contributo è fondamentale per la continuazione di questo progetto!

STAY TUNED!

DT

Non sai come comportarti coi tuoi investimenti? BUTTA UN OCCHIO QUI | Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
Italia: consumatore mai così depresso, 10.0 out of 10 based on 2 ratings
4 commenti Commenta
madmat
Scritto il 23 maggio 2012 at 12:13

No no… minimo assoluto…

Focus Economia di Sebastiano Barisoni – Radio 24
A maggio l’indice del clima di fiducia dei consumatori scende a 86,5 da 88,8. Lo rileva l’Istat, aggiungendo che si tratta del livello piu’ basso da gennaio 1996, ovvero dall’inizio delle serie storiche. Sul nuovo calo pesa il clima economico generale, che tocca un minimo assoluto.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

dot.com
Scritto il 23 maggio 2012 at 13:14

ettepareva che dream si lasciava sfuggire una notizia cosi’ ghiotta per alimentare i suoi articoli
permeati di pessimismo cosmico.

silenzio invece su quest’altra, perche’ non fa comodo: :-)

http://www.forexpros.it/news/notizie-indicatori-economici/i-nuovi-ordini-industriali-zona-euro-salgono-inaspettatamente-30748

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gaolin
Scritto il 23 maggio 2012 at 14:09

Limitiamoci a parlare di Italia.
Se può essere utile capire e sapere meglio come vanno le faccende nel nostro paese, basterebbe chiedere che qualche illustre esponente del mondo della finanza riferisse sulle richieste di nuovi finanziamenti per investimenti produttivi, fatti alle banche italiane nel 2012 da imprenditori del settore manifatturiero.
Per quanto ne so praticamente quasi zero.
Di finanziamenti accordati un po’ meno di quasi zero.

La cura Monti sta producendo i suoi “benefici” effetti nella testa della gente e poi, di conseguenza, sul resto dell’economia reale.

Dico “benefici” perchè sono quelli che ci salveranno, stando a quanto pensano i professori.

Dubbi: nessuno, perchè non si poteva fare nient’altro.

Avranno ragione?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 23 maggio 2012 at 17:49

dot.com@finanzaonline,

Fammi capire. Perchè tu avresti una chiave positiva per la lettura di questo dato sull’Italia oppure ti limiti semplicemente a fare lo struzzo e metti la testa sotto la sabbia per non vedere la realtà? Senza offesa, of course, però secondo me la situazione è molto preoccupante. Poi dimmi tu.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+