GOLDMAN SACHS: Potere e denaro

Scritto il alle 11:35 da Danilo DT

goldman_sachs_FED

Goldman Sachs, regina di denari.

Un paio di giorni fa ho pubblicato un post che per certi versi ha creato un po’ di scombussolamento nel blog. Probabilmente io ho posto male la questione, spiegando poi in un commento il numero 27. Mi sto riferendo al post “Si poteva fare di meglio?” .
In questo post, soprattutto nei commenti , si parlava del ruolo delle banche e dei dirigenti bancari, strapagati e soprattutto, ancora tutti in carreggiata dopo aver creato danni di inestimabile grandezza. Dei veri e propri distruttori di ricchezza globale, orientati solo al loro guadagno, senza scrupoli ecc. ecc. ecc.
Sempre in quest’ambito, sono andato a fondo di una questione di cui ho parlato ieri in un post, ovvero il collocamento governativo record di T-Bonds da 149 miliardi di dollari del Governo USA.
Dire oggi chi ha comprato con esattezza, questi bonds,  non è possibile. Ma l’unica certezza, anzi sono due, è che l’emittente è il Tesoro USA ed il collocatore, come sempre, è quella banca che più volte ho citato come “filo governativa” e che va all’ingrasso con queste emissioni.
La banca è la famosa Goldmas Sachs. Proprio lei, istituto che ha avuto ancheh qualche problemino ma che ora sembra fuori dalla crisi. Il fatto che poi sia una banca filo governativa la mette in una situazione ancnora più privilegiata. Ma questa è un’altra storia.
Andiamo ai fatti. Anche se, temo, vi farò un po’ arrabbiare con doppia ZZ (…)

Citigroup: aumentino in busta paga

Partiamo da un grande “ex colosso” che era sulal bocca di tutti come il possibile nuovo grande default tra le banche USA. Parliamo di Citigroup. Visto l’abbassamento dei bonus annuali, dovuti sia alla normatica che alla crisi, i vertici aziendali hanno deciso di venire incontro ai dipendenti con un ritocchino verso l’alto degli stipendi.

Che vergogna…

Proprio Citigroup. E pensare che solo qualche mese fa Citigroup aveva ottenuto dal Governo USA un belprestitino di 45 miliardi di dollaroni, per uscire dalla crisi. Che volete farci, bisognava intervenire per il quieto vivere dei dipendenti. Morale della storia: aumento salariale del 50%. Ripeto: 50%.  Ma credete che siano i soli ? Nossignore, perchè risulterebbe che anche Morgan Stanley e UBS sarebbero intervenute in questa direzione, aumentando la paga ai dipendenti. E…. Goldman Sachs?

Bonus: record per i dirigenti Goldman Sachs

Nei prossimi giorni i dipendenti della Goldman Sachs con sede a Londra, otterranno i più alti bonus mai pagati nella storia della Goldmas Sachs stessa. La fonte è Observer, ovvero The Guardian.
Ma come è possibile! Fino a qualche mese fa piangevano miseria, chiedendo aiuti allo Stato, mentre ora fanno i brillantini e riempiono nuovamente di oro i proprio dipendenti (tutti e non solo i dirigenti). Invece è possibilissimo.
Goldman Sachs incassa da questi collocamenti cifre ricchissime. Inoltre negli ultimi mesi sono lievitati i profitti da commissioni su trading non solo su equity ma anche su bonds e valute. Ricordate quando parlavo di mercato corporate nuovamente ravvivato, utilizzato anche per “scaricare” assets tossici? Ecco… Appunto…
E in questa attività Goldman Sachs non è seconda a nessuno, una vera e propria gallina dalle uova d’oro. Ma torniamo ai titoli governativi USA.

 GS (non i supermercati, ben inteso…) è il broker principale di bonds governativi. Colloca i titoli emessi dal Tesoro americano un po’ ovunque. E quindi, più il Tesoro emette, più Goldman Sachs colloca e trada. E più fa commissioni.
Non posso che dare ragione a tutti coloro che vorrebbero vedere azzerato un certo tipo di management. Però qui la questione è ancora diversa. E’ una questione di meccanismi. Praticamente Goldman Sachs, vista la sua posizione di leadership assoluta, si trova nella condizione di poter addirittura poter mettere il becco sulle questioni governative. Il suo potere è molto probabilmente molto superiore a quanto noi possiamo immaginare. Chissà i sotterfugi, gli accordi fatti, anche inerenti al PPT e alla cosiddetta “mano invisibile”, i black pools e quant’altro.
Che sia un mondo corrotto, quello della finanza, beh non avevamo alcun dubbio.
Ma leggendo tutte queste cose ti rendi sempre più conto di essere un burattino alla mercè del teatrino dei potenti che usano il sistema per fare tonnellate di utili mungendo una vacca che è e sempre più magra ed indebolita. E quando sarà ancora più magra, torveranno il modo di “doparla” e di farle fare ancora uno sprint…
Crolla la finanza, cambiano le regole, capiterà di tutto. Però loro, saranno sempre lì.
E questo Warren Buffet lo sa bene. Infatti ha comprato ad aprile, se non ero, un bel pacchetto di azioni di Goldman Sachs. E credetemi, non è un caso…

STAY TUNED!

CLICCA QUI SOTTO se vuoi ricevere la newsletter COMPASS Banner Maker

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+