Esposizione Stati verso i PIGS

Scritto il alle 15:03 da Danilo DT

 

Debito sovrano, torna la paura del default.
La situazione greca è tutt’altro che risolta. Il premier greco non fa altro che spandere fiducia a destra e manca, garantendo il rimborso, escludendo ristrutturazioni, tacciando i più pessimisti. Ma cari lettori, non potrebbe fare diversamente. Come ho detto in un’intervista recente a Class CNBC, la psicologia ,nel mondo finanziario, ha un’importanza notevole e se il governo greco non avesse questo atteggiamento spavaldo e garantista, potrebbe innescarsi sul mercato una catena speculativa che manderebbe in crisi a tempo di record Grecia & Co.
Come dicevamo, i problemi non sono finiti. E non solo in Grecia. Tante sono ancora le questioni da risolvere e da discutere, la più recente proprio qulel Irlandese di cui abbiamo parlato stamattina.

Il report della BRI

Recentemente la BRI, la Banca dei Regolamenti Internazionali, che possiamo tranquillamente definire come la Banca Centrale delle Banche Centrali, ha stilato un report trimestrale dove riprende in mano la pratica PIGS, citando in particolar modo l’esposizione dei vari stati ai paesi di quell’area, che per la cronaca, ricordo rapidamente:

  1.  
    1. Portogallo,
    2. Irlanda,
    3. Spagna
    4. e Grecia.

Come possiamo notare dal grafico qui sotto, l’esposizione verso questi paesi (esposizione che negli ultimi tempi è addirittura aumentata) continua ad essere sempre sostenuta e nel breve difficilmente cambierà anche perché se ci fossero dei sell off, potrebbero avere effetti veramente catastrofici.

Comunque sia, risulta che la più esposta sulla Grecia resta la Francia, mentre sull’Irlanda, la Germania si avvicina molto alla Gran Bretagna, paese ovviamente più esposto sull’Eire. Sul Portogallo, l’esposizione massima la si registra in Spagna (come ovvio) anche se non dimentichiamo ma il fatto che le dimensioni del debito portoghese sono probabilmente il problema meno grave. Chiude la Spagna, dove ancora Francia e Germania si contendono la palma dei più esposti.

Grafico dell’esposizione PIGS

Clicca per ingrandire

Fonte: BIS

Tabella esposizione PIGS

Clicca per ingrandire

Fonte: BIS

Facciamo un ragionamento. Il fallimento di questi paesi, viste le esposizioni sopra descritte, sarebbe accettabile e realistico?

Ai posteri ed ai lettori l’arduo pallino della discussione. Il mio parere è sempre lo stesso: si manifesterà ottimismo, si farà il possibile per sistemare il tutto caricando l’onere alla comunità e solo se la situazione sarà insostenibile, arriverà la rinegoziazione.
Per farla breve, alla fine della fiera, sarà sempre e solo il povero cittadino che si ritroverà con prelievi fiscali ed austerity, e se poi è sfortunato, con bonds ai quali verrà abbattuto il valore nominale. Ottime prospettive, direi…

STAY TUNED!

DT

Tutti I diritti riservati ©
Grafici e dati elaborati da Intermarket&more sulla database Bloomberg

NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Sostieni I&M! Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!

Image Hosted by ImageShack.us

Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS!

Tags: , ,   |
10 commenti Commenta
bergasim
Scritto il 20 Settembre 2010 at 16:18

I veri e unici pigs sono a wall street, dati negativi e borse in salita io non ho altre parole da dire.

Vi allego e poi vi saluto una tabella con le revisioni al ribasso di una serie di dati rilasciati dal BLS e che revisioni al ribasso

mattacchiuz
Scritto il 20 Settembre 2010 at 16:29

alla fine lo nber ha dichiarato che la crisi è finita nel giugno 2009, 1 anno e 3 mesi fa…

Scritto il 20 Settembre 2010 at 16:29

Consiglio la lettura di questa newsletter sulla situazione passata del giappone e le prospettive che si ripeta OGGI:

http://economicsfreenews.blogspot.com/

Io sono testimone della vericidita di molte affermazioni, ho ancora un fondo puro Japan 5 stelle a meno 53 %… Attenzione che se succede non bastera’ una vita per recuperare….

mattacchiuz
Scritto il 20 Settembre 2010 at 16:30

domani gaithner, dichiarerà anche la piena occupazione… 🙂

Scritto il 20 Settembre 2010 at 16:30

bergasim,

Ciao Berga, sempre in ambito WS e banche in generale, occorre mai dimenticare che le stesse banche sono sempre cariche di titoli tossici ed asset non svalutati, malgrado che il mercato sia crollato. Un esempio su tutti? I titoli come CMBS o Alt-A. A bilancio quotano 100. Ma il sottostante…
🙄

Scritto il 20 Settembre 2010 at 16:31

mattacchiuz: alla fine lo nber ha dichiarato che la crisi è finita nel giugno 2009, 1 anno e 3 mesi fa…  

Certo, e nel frattempo il debito pubblico italiano si è azzerato…:?:

mattacchiuz
Scritto il 20 Settembre 2010 at 16:39

Dream Theater,

ma adesso le cose non basta dirle per renderle vere?

bergasim
Scritto il 20 Settembre 2010 at 17:18

a Polo 41

Compito in classe ripresa

Ops ho sbagliato ripresa

Quando i lavoratori guardavano il mercato del lavoro dall’alto in basso, erano però altri tempi

Nasce in Italia un nuovo partito, si stima da fonti ufficiali che potrebbe assestarsi intorno al 40%


Scritto il 20 Settembre 2010 at 17:39

mattacchiuz,

Eccerto che basta… Con la fantasia si possono fare grandi cose. Ma le parole volano, ed i problemi rimangono…

amensa
Scritto il 20 Settembre 2010 at 18:08

soluzione del problema
alle 3 di notte la moglie, svegliata dall’agitarsi del marito, esplode :
“piantala di agitarti, ma cos’hai ?”
“domani mi scade il debito di 5000€ con Giovanni, ma il non ho un becco….”
la moglie prende il telefono compone il numero di Giovanni, e quando una voce assonnata risponde “pronto” replica:
“sono la moglie di Andrea, e volevo dirti che dei 5000€ che ti dovrebbe dare domani , non ne ha nemmeno uno !”. aggancia il telefono e rivolta al marito:
“adesso puoi dormire , che sveglio sta Giovanni !”

I sondaggi di I&M

VEDO PREVEDO STRAVEDO tra 10 anni!

View Results

Loading ... Loading ...