AUSSIE long term

Scritto il alle 07:07 da gremlin

Questo è l’andamento del future AUD/USD (dollaro australiano) dal 2001.

Confrontando con SP500/DJ e Dollar Index noterete periodi di marcata correlazione (es. crollo del 2008), ipercorrelazione (es. rispetto a SP500/DJ ha da tempo superato i massimi 2007) a periodi di evidente decorrelazione (es confrontare 2002 con azionario e dal maggio 2010 con EURUSD).
Ecco il grafico equivalente di EURUSD:

Notare intanto l’assoluta affidabilità della media mobile 89 weekly per AUD che si contrappone all’inaffidabilità della stessa se utilizzata su EUR dal 2010 dovuta alla divergenza dei rispettivi trend di medio lungo: lateral rialzista per AUD e ribassista per EUR.
Le ragioni della forza relativa di AUD sono di tipo fondamentale (soprattutto elevato tasso di interesse 4,75% grazie ad economia forte indotta soprattuto da export di materie prime strategiche) su cui si innestano ciclicamente folate speculative imponenti (carry trade e aspettative di ulteriori rialzi dei tassi).

Operativamente
Il future ADSS.. è quotato al CME e un noto broker italico (banca online) offre le relative opzioni caratterizzate da una discreta liquidità con spread bid ask accettabili. Al momento sono disponibili le scadenze apr, mag, giu e settembre.
Dato il trend di fondo e una volatilità giornaliera nettamente più ridotta rispetto a eurusd si può operare con un rapporto rischio/rendimento migliore sempre rispetto a eurusd. Le opzioni AUD pagano 10$ per tik mentre quelle su EUR 12,5$. Anche la marginazione è più contenuta per AUD e viene gestita secondo la metodologia TIMS più “personalizzazioni” del broker che tra l’altro non rende ancora possibile la compensazione margini in caso di copertura con future (su eurusd invece funziona).
Volendo aprire una posizione a basso rischio di protezione (cioè bassa probabilità di dover interevenire a protezione, aggiustando la posizione con tecniche ad hoc) suggerisco la vendita scoperta di put sett 93: ora si può incassare circa 850euro/contratto con una marginazione di 1000 euro scarsi.
Disponendo di 10mila di capitale se ne potrebbero vendere due con un ROI del 17% pari al 3,4% mensile.
Va da sè che vendendo più di due contratti il ROI si impenna e pure il rischio di protezione e di margine.
Obbligatorio anche per un’operatività così semplice preparare una piano di controllo del rischio.
Di AUD ne avevo già parlato a novembre febbraio qui e qui.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (4 votes cast)
AUSSIE long term, 10.0 out of 10 based on 4 ratings
2 commenti Commenta
brio
Scritto il 29 marzo 2011 at 13:24

Buongiorno a tutti.
Volevo porre 2 domande:
– visto l’andamento di breve del future ADSS non è meglio attendere qualche giorno per scoprirsi su put scadin quenza settembre ?
– operando su settembre l’analisi del grafico su quale time frame va fatta ?
Grazie e buona giornata

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gremlin
Scritto il 29 marzo 2011 at 16:53

brio@finanza,

(tornato da poco)

1. in linea di massima se si decide di operare senza avere sentore di eventi a breve (es. FOMC) che possano dare direzionalità impulso ai prezzi meglio farlo subito, tanto qualunque posizione si apra con scadenza a 5 mesi vi è sempre il rischio di dover fare aggiustamenti; con AUD ho scelto la put nuda molto otm perchè mi sembra il lato giusto per operare sul lungo periodo
2. oltre agli eventi potenzialmente market mover vanno considerati i pivot tenici molto importanti nel valutario; nel nostro caso ieri c’è stato un ritocco del massimo storico ma poco convincente tant’ che oggi ha ritracciato leggermente senza più tentare il breakout, e qui siamo su un pivot cruciale. Se il breakout si completasse con successo allora questo sarebbe un buon segnale per vendere put, se invece non ci fossero altri tentativi di breakout o addirittura iniziasse un ribasso allora sarebbe sicuramente meglio attendere; stiamo comunque parlando di scegliere il timing migliore per vendere al prezzo più alto possibile in un contesto di breve periodo;
3. settembre significa 5 mesi quindi time frame weekly è meglio, buono il daily per cercare livelli d’allerta

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

VEDO PREVEDO STRAVEDO tra 10 anni!

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+