Attenzione al cross EUR USD

Scritto il alle 12:24 da Danilo DT

Come già detto diverse volte in questi giorni, il cross EUR USD resta una delle grandi chiavi di lettura del mercato, anche se per certi versi, il mercato resta impostato in modo evidente sulle tematiche delle correlazioni intermarket che funzionano in modo quasi matematico a seconda del tipo di rischio.

Quindi, resta normale ritrovarci con borse deboli e nello stesso tempo commodity in correzione e governativi in ripresa. Oltre che le “valute rifugio”in ripresa.
Ovviamente il discorso resta valido “viceversa”. Se quindi l’equity si riprende, l’intermarket si comporta di conseguenza. Ricordate: gestione del rischio. Questa è la corretta chiave dil ettura.
Nel numero infrasettimanale di TRENDS approfondirò meglio la questione.

Intanto però buttiamo un occhio attento al cross EUR USD, in quale diventa veramente molto interessante a livello strategico.
Lasciamo da parte la situazione macroeconomica, che vede paesi come Irlanda e Grecia in forte difficoltà (ristrutturazione del debito secondo me ormai ovvia, è solo questione di tempo). Situazione che non è assolutamente da trascurare, ci mancherebbe, ma che in questa analisi voglio lasciare da parte.
Guardiamo il grafico del cross EUR USD,

Grafico EUR USD. Cross a livello chiave



In sintesi vediamo che:

1- le quotazione del cross EUR USD si presentano a cavallo di un livello critico con le fan line di Fibonacci, in particola modo con l’ultima fan line. È diventata praticamente una valida trendline
2- il conteggio di Demark (Sequential) è stato tremendamente perfetto. Guardate i cerchi gialli. Arrivati al 13mo movimento del countdown, raggiungimento dell’area finale e poi arrivo al 9° movimento di set up, dove arriva la correzione.
3- Area 1.26 diventa il supporto statico chiave
4- Incrocio non bello della MM 21 sulla 55

Conclusioni

 

Quindi facciamo molta attenzione anche perché qeusto cross avrà forti ripercussioni su tutto l’intermarket. La rottura al ribasso della fan line e del supporto posto al 23.6% di Fibonacci (1.26) significherà nuova forza per il dollaro USA e un ritorno a minimi precedenti dell’Euro
Viceversa se viene rotta al rialzo la trendline viola… cambia tutto. A quel punto ci toccherà risentirci.
Navighiamo a vista e non anticipiamo i tempi. Il vento in questi mari in tempesta può cambiare repentinamente…

STAY TUNED!

DT

Tutti I diritti riservati ©
Grafici e dati elaborati da Intermarket&more sulla database Bloomberg

NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Sostieni I&M! Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!

Image Hosted by ImageShack.us

Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
3 commenti Commenta
giomf
Scritto il 14 settembre 2010 at 21:53

Ora l’ EUR/USD ha rotto la trendline al rialzo, quindi, come dicevi, ora è un vero long per l’ equity ?
( intermarket )

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

giomf
Scritto il 14 settembre 2010 at 21:55

Chi mai mi risponderà qui . . ?

Il block notes a addirittura la data di luglio … ti ricordi di me ..Dream…?

Io mica demordo … ! non demordo mai .. !

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Euro o non Euro....questo è il problema?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+