Analisi ciclica: il punto sul ciclo economico

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Technorati
  • del.icio.us
  • Wikio IT

E’ bene di tanto in tanto fare un’analisi di più ampio respiro, non tanto per il solito motivo di cercare di predire o prevedere il futuro, quanto per avere un’idea di massima della posizione probabile in cui ci si trova sul basilare ciclo economico e poter così diversificare al meglio un ipotetico portafoglio.

Un ciclo economico, completo in tutte le sue fasi: accumulazione, espansione, distribuzione, contrazione dura mediamente 4/5 anni.
Secondo il classico modello a campana come nella seguente figura:

Dato ormai il forte contributo delle politiche economiche con i vari aumenti di massa monetaria (quantitative easing) è facile che si verifichi la conformazione cerchiata in figura, ossia un’estensione del ciclo che tende ad aumentare la sua durata. Gli strumenti con i quali sono riuscito a misurare in maniera quantitativa e qualitativa la posizione ciclica sono stati il composite momentum del Dott. Caruso e l’oscillatore ciclico frattale mio compagno da anni ormai dal quale traggo anche i miei segnali operativi.
Ve li propongo sul Dow Jones per il semplice motivo che dispongo di storico completo dal 1897.

Composite momentum


Oscillatore ciclico frattale

La bellezza di questi due strumenti è che nonostante siano di natura diversa, il primo è un oscillatore di momentum, il secondo di origine statistica, mi danno la stessa indicazione.
In parole povere se due strumenti di natura diversa mi danno la stessa indicazione posso affermare con maggiore probabilità la posizione ciclica. La riassumo nella maniera più semplice possibile con un’immagine:

(fonte immagine: francescocaruso.ch)

che vale più di mille parole.

Vi posterò a breve un ulteriore analisi con i probabili scenari a giugno-luglio ’11, sperando che il presente post didattico sia cosa gradita e una bussola di questi mercati mai semplici e scontati.

Buon trading
Spoore
www.imparare-trading.it

PS: questo post lo trovo di eccellente fattura sia perchè è assolutamente in linea con la mia analisi intermarket e sia perchè fotografa il mercato (secondo me) in modo ideale. solo una piccola nota… guardate il primo grafico e guardate che succede dopo l’estensione…

DT

Sostieni I&M!


Vota su Wikio!
Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!) | Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS! |
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

Ti è piaciuto questo post? Clicca su Mi Piace” qui in basso a sinistra!


VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Analisi ciclica: il punto sul ciclo economico, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Commenti (n° 8)Commenta

  1. Azz che onore!…addirittura tra i V.I.P.!!! 8)

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  2. spoore,

    ;-)

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. poseidone scrive:

    ciao a tutti..

    critica da prendere con simpatia non voglio offendere e ne attirarmi le ire dei presenti, ovvio non metto in dubbio la vostra capacita finanziaria..

    ma.. sembra a me o è un po avventato dar (come nell’ultimo schema) un giudizio su che punto del ciclo siamo giunti a questo momento? non per far il solito bastian contrario è!
    ma non puo essere che le borse siano solo al punto 2? o gia in vetta ne punto 4?
    essendo la finanza una cosa ” al sen di poi ” mi sembra un po avventado dar giudizi del presente ..

    p.s. colgo l’occasione per farvi i complimenti per il vostro lavoro, per la dedizione e impegno nella cura del blog! siete grandi! continuate sempre cosi.. l’onore che vi arriva e il piu gran dono per tutto! :D

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  4. poseidone scrive:

    il primo è un oscillatore di momentum, il secondo di origine statistica

    premetto che agli oscillatori non credo minimamente..

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  5. poseidone@finanza,

    Preferisco lasciare rispondere l’autore per post, ovvero Spoore. Poi se sarà necessario, interverrò io. resta il fatto che il grafico 1&4 sono molto diversi dai grafici 2&3.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  6. …poi come dico sempre, le vs critiche se costruttive sono SEMPRE benvenute. E ci mancherebbe! Mica possediamo la certezza assoluta. Tutti possiamo ancora imparare (tantissimo!) e migliorarci (in modo incalcolabile!)

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  7. poseidone@finanza,

    l’esordio di questo post mi sembra abbastanza chiaro: non c’è la minima intenzione di prevedere o predire, solo di stimare. A questo punto qualsiasi risposta è vana, in quanto ognuno di noi è dotato di libero arbitrio e se decide che non crede a nulla, non esisterà persona che potrà fargli cambiare questa prospettiva.
    A mio personale avviso tutto intorno a noi è ciclico, e se viene messo in dubbio vuol dire che probabilmente o io sono fuori dal mondo o chi ne dubita non si è accorto ogni giorno il sole sorge ad est e tramonta ad ovest.
    Detto questo non c’è molto da aggiungere, se non spendere due parole sugli oscillatori: il “creatore” del primo si meritato il titolo di MFTA (riconoscimento di livello internazionale), sul secondo invece posso inviarti una miriade di test statistici che dimostrano la presenza dei cicli di mercato.
    Come ha detto il padrone di casa: non ho la presunzione di detenere la verità, e meno male che è così, altrimenti significherebbe che il futuro è già scritto e la cosa mi metterebbe alquanto a disagio.
    Ben vengano le critiche 8)

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  8. Dream Theater,

    Penso sia chiaro che i grafici 1 e 4 siano una semplificazione ed una traduzione degli oscillatori dei grafici 2 e 3…se non era chiaro chiedo venia :roll:

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)