Wall Street e COT Report: Chart e analisi (3^ settimana di marzo)

Scritto il alle 14:30 da Lukas

GUEST POST: analisi dei dati del CFTC e del COT Report secondo Lukas.

Cari amici, nell’ultima settimana, il caso Italia è stato praticamente ignorato dai mercati  finanziari, lo scenario RISK ON ha preso nuovamente il sopravvento, ed il vecchio DOW JONES ha addirittura ritoccato e stabilito i suoi nuovi massimi storici.

Lo scenario intermarket, in particolare, ha registrato un nuovo rialzo settimanale delle quotazioni del dollaro Usa, rialzo ormai pari a ben il 15,49 % negli ultimi 5 anni. Rialzo, del tutto inatteso, che sembra voler decisamente riesumare l’antica correlazione positiva tra valuta Usa e mercato azionario. La ritrovata forza del dollaro, peraltro, contribuisce a stabilizzare, in termini reali, anche le quotazioni delle commodities. Il mercato obbligazionario, invece, ha registrato un nuovo consistente storno settimanale delle quotazioni dei bond, pari all’ 1,09 %, ed è ormai quasi da un anno che non si registrano nuove tensioni in tale mercato. A chi si attende uno storno o addirittura un nuovo imminente crollo delle quotazioni del mercato azionario, faccio sommessamente rilevare, che tale scenario intermarket è diametralmente opposto a quello che precedette il crollo dell’anno 2008. Il mio scetticismo, sull’ipotesi correzione, sembra comunque, per il momento, trovare piena conferma. Il nostro benchmark azionario di riferimento, l’S&P 500, ha infatti registrato, anche in quest ’ultima settimana, un incremento del 2,17 %, ed è ormai anch’esso molto prossimo ai suoi massimi storici.

Dopo tale premessa, passo, ad esaminare i nuovi dati del COT REPORT settimanale, pubblicati venerdì dalla CFTC (Commodity Futures Trading Commission), concernenti i valori aggregati dei Futures e delle Options su tutti gli indici azionari USA, che risultano essere i seguenti:

Commercial Traders : – 89.177

Large Traders : + 72.580

Small Traders : + 16.597

Trova pertanto nuova conferma, la configurazione complessiva del Cot Report sull’azionario Usa, in auge ormai da oltre 7 mesi. In quest’ultima settimana, registriamo tuttavia ingenti e rilevanti movimentazioni nelle posizioni nette dei diversi operatori. In particolare, i Large Traders, mediante l’acquisto di ulteriori 30.453 contratti long, rafforzano pesantemente la loro precedente posizione Net Long, raggiungendo l’esposizione massima degli ultimi 3 anni. Per contro, i Commercial traders, mediante la cessione di 17.433 long, ribadiscono ancor più decisamente la loro attuale posizione Net Short. Gli Small Traders, infine, cedono nuovamente 13.020 contratti long, e riducono la loro abituale posizione Net long ad un livello nettamente inferiore a quella della loro media storica, ed anche ciò ci induce a ritenere ancora del tutto prematura un’ imminente correzione significativa dei listini azionari .

Per ciò che concerne, infine, il mio portafoglio titoli, frutto dello stock picking effettuato sul nostro listino nazionale, condotto sulla base della strategia “ LONG TERM MOMENTUM “, registro dall’inizio dell’anno un guadagno del 9,97 %, a fronte di un rialzo del nostro indice globale pari allo 0,25 %. La perfomance pertanto batte ancora nettamente il mercato, ed avalla i criteri di selezione sinora adottati. In questa settimana, riconfermo, quindi, 9 dei 10 titoli del mio portafoglio, costituito solo da titoli del FTSE MID CAP, e del FTSE STAR, appartenenti ai settori INDUSTRIA, BENI E SERVIZI DI CONSUMO, SERVIZI FINANZIARI e TECNOLOGIA,

Vi ringrazio, come sempre, per la vostra stima e fiducia, ed auguro a TUTTI gli amici del blog una serena e proficua settimana.

LUKAS

 

Non sai come comportarti coi tuoi investimenti? BUTTA UN OCCHIO QUI | Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Wall Street e COT Report: Chart e analisi (3^ settimana di marzo), 10.0 out of 10 based on 1 rating
2 commenti Commenta
zamika
Scritto il 12 marzo 2013 at 07:07

“mio portafoglio, costituito solo da titoli del FTSE MID CAP, e del FTSE STAR, appartenenti ai settori INDUSTRIA, BENI E SERVIZI DI CONSUMO, SERVIZI FINANZIARI e TECNOLOGIA,”

ciao Lucas, bravo, ti seguo sempre. :!:

Potresti far outing :wink: e regalarci la lista di questi magnifici titoli che sovraperfomano sarebbe uno spunto operativo interessante anche per noi.

ciao e complimenti ancora :-)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 12 marzo 2013 at 11:35

zamika@finanza,

Cara Zamika, per ovvi motivi……ho preferito esaudire la tua gentile richiesta in privato.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Sondaggio #2-21: SP500 a fine anno sarà... (base 3700)

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+