Terrorismo psicologico gratuito contro il Bel Paese

Scritto il alle 15:15 da Danilo DT

In questa giornata condizionata da problemi tecnici, mi sta a cuore continuare ad approfondire la vicenda “default Italia” e soprattutto quello che ci gira attorno (media).

Ringraziamo il pur valido giornale anglosassone The Telegraph, il quale mi riferisce un’allegra e simpatica notizia, secondo la quale gli amici di JP Morgan starebbero mettendo in giro delle voci drammatiche su una crisi di liquidità che colpirebbe l’Italia a partire da settembre.
Signori, è così che si creano del crisi dal nulla, sulle notizie infondate e assolutamente terroristiche.

 

JP Morgan warned clients that Italy has a thin margin of safety and risks running out of cash to cover spending as soon as September. “Italy and Spain will run out of cash in September and February respectively, if they lose access to funding markets,” said the bank’s fixed income team of Pavan Wadhwa and Gianluca Salford. Worries about Italy’s immediate cash level risks leading to “a self-fulfilling negative spiral.” (Source The Telegraph)



Per farla breve, secondo JP Morgan l’Italia si troverebbe con una crisi di liquidità nel mese di settembre. Ma vi rendete conto di quanto sia pericolosa una notizia del genere? Può creare terremoti finanziari ben peggiori di quanto si possa immaginare!

Soprattutto perchè la notizia è TOTALMENTE infondata. Chiaro l’intento di fare terrorismo psicologico gratuito ed indirizzato esclusivamente ai propri interessi. E poi, il rischio di liquidità sarebbe realistico solo a condizione che tutti i prestiti non venissero più rinnovati (aste deserte) e che lo Stato praticamente perdesse le sue principali fonti di introito. Non dimentichiamo però che NON c’è mai stato pericolo di aste deserte (nemmeno nel periodo della grande speculazione contro la Lira del 1992) e che questo scenario richiederebbe veramente una situazione catastrofica a livello di sentiment e di rischio paese.

E a quel punto, non dimentichiamolo, sarebbe bello che fine farebbero le super potenze dell’Euro, Francia e Germania. Sono certo che affonderebbero nell’arco di qualche settimana.
In conclusione, queste forme di terrorismo psicologico sono un cancro che deve essere debellato. E ai signori di JP Morgan, che sicuramente si divertiranno a shortare tutto lo shortabile sul nostro paese, auguro di potersi polverizzare anche gli attributi che non hanno, visto che cercano di fare valanghe di profitti massacrando chi non può difendersi, ovvero i paesi che oggi sono strutturalmente più deboli. Inoltre non possiamo non colpevolizzare anche Il The Telegraph che ovviamente coglie la palla al balzo, rincara la dose e pittura un futuro a tinte ancora più fosche.
Non illudiamoci, certo. Sarà un autunno caldo e ci vorranno sacrifici da parte di tutti. Ma questo catastrofismo fine a se stesso lo trovo deleterio e controproducente all’ennesima potenza. E poi… da che pulpito, visto che gli stessi USA non siano proprio il massimo della solidità. O forse sbaglio qualcosa?

E ancora, se l’Italia arrivasse a queste condizioni, allora cosa dire di Irlanda, Portogallo, ovviamente Grecia e Spagna?

Vi lascio solo con un’ultima importante considerazione. Il nostro mercato oggi è in balia della speculazione e della paura (e di un rischio secondo me sopravvalutato). L’EFSF ancora non è operativo e quindi non esiste una struttura che possa “difendere” i paesi periferici dagli attacchi esterni. Occorre urgentemente un intervento della BCE. Non solo per difendere l’Italia, ma per difendere se stessa. Se i tedeschi riescono a capirlo.

STAY TUNED!

DT

Ti è piaciuto questo post? Clicca su Mi Piace” qui in basso a sinistra!

Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!) | Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS! |
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

Tags: ,   |
31 commenti Commenta
84leonardo
Scritto il 2 Agosto 2011 at 15:26

ormai il mondo è questo….

4 idioti che shortano. Prima fanno terrorismo e poi shortano al ribasso. Fin quando a tutelare il mondo finanziario ci saranno i politici attuali (di cui gli italiani forse sono i meno peggio e i più irrilevanti) la finanza crollerà e a rimetterci saranno sempre i soliti. Gli onesti lavoratori.

Ci vorrebbero misure molto severe nei confronti di chi lancia questo genere di frignacce…

che schifo.

Scritto il 2 Agosto 2011 at 15:27

…scusate lo sfogo ma mi sono sentito preso in giro come Italiano. E chi mi conosce bene, sa che io sono uno con le spalle larghe ma non accetto le cose false e gratuite sul mio conto (essendo ancora orgoglioso di essere italiano, malgrado tutto). Quindi… ho scritto questo post.
intanto, cari lettori, la speculazione dilaga anche su altri paesi… Stavo notanto che anche su Belgio e Francia le cose stanno un po’ peggiorando…

l.b.chase
Scritto il 2 Agosto 2011 at 15:31

Ma tu sei così convinto che il cancro sia facilmente debellabile??? Non mi risulta… Penso che sia molto più facile affondare un paese marcio con una classe politica iper corrotta.. 🙄

a_rnasi
Scritto il 2 Agosto 2011 at 15:31

84leonardo@finanza,

ci sono le misure severe: si chiama aggiotaggio art 501 codice penale, aggravato tra l’altro come pene se dalla notizie deriva un deprezzamento della valuta nazionale o dei titoli di stato
tra l’altro ho visto anche io l’articolo e ci sono pure i nomi degli analisti…

jt_livingstone
Scritto il 2 Agosto 2011 at 15:53

Non voglio difendere gli squali di JP Morgan ma secondo il mio modesto parere bisogna smettere di dare la colpa agli altri per i disastri del nostro paese.

Se il mercato crolla sulle frasi di 4 cretini di JPM allora siamo proprio alla frutta, anzi al conto

JPM sta esprimendo la sua opinione e se non siamo nemmeno in grado come paese di difenderci da un report allora forse JPM non ha tutti i torti a fare la sua call.

Io credo nell’italia ma onestamente serve un cambio di mentalita’ bisogna cominciare ad avere fiducia nei nostri mezzi e smettere di dipendere dagli altri.

Il punto e’ JPM ci attacca, diamo una bella prova di solidita’ e diamo fiducia al mercato, dove sono i nostri leader? Son buoni solo a farsi pagare i pranzi e cene a Roma e a fare i festini a Milano.

Io dico che bisogna tirare fuori gli attributi e dimostrare a JPM che si sta sbagliando, ammesso come dice DT che si stia sbagliando e io gli credo ( a DT non a quei bastardoni di JPM)

Non si puo’ nemmeno piu’ dire Forza Italia, per colpa di quel c… del presidente del consiglio che si e’ appropriato anche un incoraggiamento neutrale e condiviso

Quindi usero’ un Coraggio Italia!

Siamo un grande paese e ci tireremo fuori

a_rnasi
Scritto il 2 Agosto 2011 at 16:04

jt_livingstone,

Leggendo bene più che la colpa a JPM qui c’è lo zampino del Telegraph (noto giornale anti euro). Un conto è dire (il virgolettato di JPM): ” se l’italia non riesce più ad accedere al mercato non avrà soldi a Settembre” è abbastanza ovvio, vale per qualsiasi stato.. altro è iniziare la frase con ” JP Morgan warned clients that Italy has a thin margin of safety and risks running out of cash to cover spending as soon as September”. “L’italia ha limitati margini di salvezza”. E’ molto secca e diretta, quasi una sentenza…difficile trovare una frase del genere in un report di un broker…è troppo rischioso per loro, infatti è una frase infarcita dal giornalista. Il problema è che qui si è voluta far passare una ipotesi con la realtà dei fatti..come se fosse una cosa che succederà. mio personale parere…

Scritto il 2 Agosto 2011 at 16:25

a_rnasi@finanza,

Sicuro, the Telegraph non è sicuramente NON colpevole…

pecunia
Scritto il 2 Agosto 2011 at 16:30

bello scritto DT !

purtroppo in questo momento di grande speculazione non vi è un porto sicuro….
io comunque, a piccoli passi, sto prendendo titoli del nostro stato. sbaglierò? staremo a vedere.
certo ha ragione anche Livingstone, quando praticamente parla dei costi della politica.
certo sarebbe utilissimo per il paese abbassare da subito i costi della politica, piuttosto che propinarci una cosiddetta “patrimoniale light”. (sono le voci che circolano….)
il cittadino ha già dato con la manovra dello scorso luglio, ora tocca alla casta cedere qualcosa e pure in fretta .
parere personale 🙂

andrea.mensa
Scritto il 2 Agosto 2011 at 17:07

io credo che stia sopravvenendo la sindrome della vittima.
mi esprimo con un esempio che credo chiunque capisca.
io vengo fermato dalla polizia perchè viaggio a 60Km/ora dove c’è il limite dei 50, e mentre redigono il verbale passanoauto che vanno almeno a 100.
ecco che scatta in me la sindrome della vittima, e comincio ad affermare, con una certa ragione, che non è giusto che multino me e non fermino quegli altri.
qualsiasi paese, oggi, con il debito che ha, si trovasse addosso una speculazione abbastanza forte da bruciare tutte le sue riserve, andrebbe in default.
è cosa scrivevo in un altro post oggi.
è il “sistema” che rende tutti, ma proprio tutti, colpibili dalla speculazione, solo ch eabbia risorse sufficienti.
questo è il problema, e quando si viene colpiti bisognerebbe guardare un po’ più in là del fatto contingente.

andrea.mensa
Scritto il 2 Agosto 2011 at 17:12

ps. normalmente quella che chiamo “speculazione” è costituita da tanti soggetti, normalmente anche in lotta tra di loro.
il casino avviene quando , per un fatto oggettivo, o per una casualità, se ne trovano un certo numero nella stessa direzione.
allora l’azione diventa evidente, e come uno squalo ferito ne attira altri, così una vittima resasi evidente, attira altri soggetti.
questo è il mercato, bellezza……
non c’è altra soluzione che TOGLIERE i mezzi alla speculazione, ridurli a dimensioni tali ch eanche coalizzati, non possano nuocere più di tanto.

andrea.mensa
Scritto il 2 Agosto 2011 at 17:13

pps. oppure togliergli gli strumenti…..

a_rnasi
Scritto il 2 Agosto 2011 at 17:31

sell off finale sui btp che si tira dietro unicredit (sospesa) ed eurostoxx. main e xover a 123 e 464 di nuovo sui massimi di giornata. se penso che siamo solo al 2 agosto è dura…buona serata a tutti

Scritto il 2 Agosto 2011 at 17:37

a_rnasi@finanza,

Occorre quanto mai un intervento politico dei vertici BCE. Se non arrivano segnali, il mercato ci affonda. Credo che non occorre dire altro.

jt_livingstone
Scritto il 2 Agosto 2011 at 17:49

intanto guardatevi cosa succederebbe se l’italia va a gambe all’aria

Americani, Tedeschi, Spagnoli, belgi, francesi, ecc ecc

ce n’e’ per tutti
sarebbe una piccola apocalisse finanziaria

http://www.businessinsider.com/whose-heads-will-roll-if-italy-goes-bust-2011-8

GO! ITALIA!

jt_livingstone
Scritto il 2 Agosto 2011 at 18:04

un altra bella serie di slide che nonostante sia un po’ cattiva in effetti fotografa una brutta immagine del bel paese

http://www.businessinsider.com/how-italy-got-to-be-such-a-wreck-2011-7#

in particolare fa stupore vedere che secondo la World Bank siamo dietro la Namibia per la facilita’ di fare business in Italia. Ovvero un investitore trova piu’ conveniente rischiare qualcosa in Namibia che in Italia.

Ragazzi svegliamoci se l’Italia e’ sotto attacco ci sono delle ragioni molto piu’ gravi di un semplice

Nonostante cio’ io ho fiducia che gli italiani si rimboccheranno le maniche e si tireranno fuori dalla situazione.

P.S. scusate il congiuntivo sbagliato sul post precedente, che figuraccia 🙄

a_rnasi
Scritto il 2 Agosto 2011 at 18:37

Dream Theater,

Dream, l intervento politico domani lo fa Silvio.. Altro che BCE!! 😀 😯

henry74
Scritto il 2 Agosto 2011 at 18:51

E allora basta con queste agenz. di rat. e banche d’aff. di mer….. Basta a gettare mer…. addosso a paesi e quindi indirettamente al popolo che cerca di sopravvivere e campare, perchè signori cari dei vari tripla A e company di sticaz…ci state veramente rompendo i c…… Scusate lo sfogo ma quà stanno giocando un poco lurido credo, vero?! Siete d’accordo?! :mrgreen:

alfio200
Scritto il 2 Agosto 2011 at 20:32

Lodevole e patriottico, ma non vero.

Tu, molto saggiamente, come altri economisti, tranquillizzi per non diffondere il panico, ma io sono d’accordo con Benetazzo che tempo fa alla domanda se l’Italia è un Titanic che sta affondando rispose: “E’ già affondato, solo che non ce ne siamo ancora accordi”. Commento ancora più incisivo da parte di Della Luna (autore di Euroschiavi): “Anche se ci fosse la secessione, il Nord non potrebbe comunque salvarsi evitando la bancarotta”.

Basta farsi due conti (vedi i miei post precedenti) per capire che il Paese finirà “matematicamente” con il fallire.

La DB che vende 7 miliardi di BTP “non” è speculazione!

Aggiungo solo che il risparmiatore itraliano sta maturando le sue conoscenze finanziarie in maniera esponenziale, prima conosceva solo i BOT, adesso scopre anche i titoli di Stato stranieri, il rating, lo spread, gli ETF…per cui la percentuale del suo risparmio in BOT calerà comunque vistosamente.

A proposito…a parte il debito pubblico italiano, c’è il discorso “comunale” dei derivati. Vogliamo parlarne un po’, DT?

Last but not least, il controllo dell’Italia è strategicemnte vitale. Chi controlla l’Italia, controlla il Mediterraneo, chi controlla il Mediterraneo, controlla le vie del petrolio arabo.

LA SPECULAZIONE SULL’ITALIA E’ STATA FATTA DA 60 ANNI DI PROTETTORATO AMERICANO CHE L’HA GETTATA NELLE CONDIZIONI IN CUI E’ ADESSO. QUESTA E’ LA VERA SPECULAZIONE!

calciatore
Scritto il 2 Agosto 2011 at 21:39

Il Telegraph dice la sacrosanta verita’, cioe’ che L’Italia delle banane ha approffitato dell’ombrello dell’euro per finanziarsi a tassi bassi e non in linea con il rischio paese, ampliando a dismisura il debito pubblico , tanto le aste erano coperte dai compagni di merende europei , BCE in testa.- Ora , chi mette i suoi soldi nei BTP chiede maggiori tassi, e saranno sempre piu’ alti in relazione all’economia italiana, non a quella tedesca o francese e olandese, la BCE non puo’ intervenire piu’ di tanto perche’ e’ gia’ piena di debito-spazzatura greco , irlandese e portoghese. Questa e’ la realta come la si guardi, il sistema di mettere tutti solo l’ombrello dell’euro non ha funzionato ed ora gli stati membri non avranno piu’liquidi da girare alla BCE che prima o poi implodera’ , Pero’ prima gli stati virtuosi si saranno gia’ sganciati dall’euro lasciando al mercato il compito di dare il giusto tasso di interesse a tutti i bonds .- Consiglio vivamente di tenere in mente il cross eur/chf, vero termometro europeo.

Scritto il 2 Agosto 2011 at 21:49

a_rnasi@finanza: Dream Theater,
Dream, l intervento politico domani lo fa Silvio.. Altro che BCE!!   

Menomalechesilvioceeeeee…. :mrgreen:

Scritto il 2 Agosto 2011 at 21:57

alfio200@finanza,

Interessante commento….ma non sono d’accordo e ti spiego perchè. Se la metti su questi binari allora occorre fare un ragionamento diverso.
Riprendendo le frasi che tu hai scritto… se l’Italia è un Titanic che sta affondando rispose: “E’ già affondato, solo che non ce ne siamo ancora accorti” allora ti inviterei a riprendere il post sui favolosi USA. Siamo sicuri che anche loro non siano falliti? e se poi parliamo degli altri paesi europei? Siamo sicuri che anche loro non siano falliti? Ma parliamo della Germania. LA GERMAAAAANIA? Si, la germania. il paese Euro più sicuro e solido. Il benchmark. solidissimo, sulla carta. Ma siamo sicuri che anche la Germania sia virtualmente fallita? La risposta è no, ma potrebbe esserlo. non per i suoi conti, ma per quelli delle sue banche. E allora, guardiamoci negli occhi ed ammettiamo la realtà Il sistema finanziario globale è marcio, marcio fino al midollo. E quindi…è una lotta per la sopravvivenza, per tirare avanti, convinti che tanto con qeusta realtà dovremo convivere per sempre. Un’ultima cosa: riprenditi i conti fatti nel post delle cicale e delle formiche di anonimocds. Debito pubblico 2.000 miliardi. Asset degli italiani 8.000 miliardi. Non dimentichiamolo.

capitolo DB. Sei sicuro che abbia venduto BTP o magari.. si è coperta coi CDS? E perchè l’ha fatto? E secondo te lo ha fatto senza prima comunicarlo alla dott.ssa Merkel? Cmq facciamo attenzione. non c’è solo speculazione, c’è anche strategia, gestione del rischio e consapevolezza che l’Italia cresce poco, ha una classe politica ridicola e non è protetta dalla BCE. Tutti ottimi motivi per vendere i titoli di stato agli occhi degli esteri. Almeno secondo me….

Scritto il 2 Agosto 2011 at 21:59

calciatore@finanza,

Purtroppo quanto dici è quello che ci ha “arricchiti” in passato. E ci siamo arricchiti con una crescita del debito esponenziale….OPSSSS… mi sembra di rivedere gli USA… oggi, ne paghiamo le conseguenze. Dobbiamo rimetterci in riga e ahimè spurgare gli eccessi….

buf
Scritto il 2 Agosto 2011 at 22:13

gran brutte chiusure…domani ci attende altra giornata di passione.

andmoney
Scritto il 2 Agosto 2011 at 22:18

Problema, reazione, soluzione.

Siamo ancora alla creazione del problema.
Quando anche i cittadini di Francia e Germania avranno paura di perdere tutto, convergeranno in una reazione chiedendo un rimedio.
A quel punto spunterà la soluzione (ben nota fin dall’iniziono), con l’ennesimo (e decisivo) spostamento di sovranità e la creazione dell’Eurobond.

Azz… devo cambiare pusher 😈

a_rnasi
Scritto il 2 Agosto 2011 at 22:29

buf@finanza: gran brutte chiusure…domani ci attende altra giornata di passione.  

Già , s&p andato negativo ytd in valuta locale con volumi alti in chiusura di seduta. se i nfp venerdì saranno negativi alte probabilità di intervento di Ben..??

Scritto il 2 Agosto 2011 at 23:47

andmoney@finanzaonline,

No no, mi sa che il tuo pusher va benissimo!!! :mrgreen:

Scritto il 3 Agosto 2011 at 00:03

Chiusure veramente bruttine eh? A domani!

gainhunter
Scritto il 3 Agosto 2011 at 10:04

jt_livingstone: Non voglio difendere gli squali di JP Morgan ma secondo il mio modesto parere bisogna smettere di dare la colpa agli altri per i disastri del nostro paese.

Più che dare la colpa agli altri per gli errori del passato (e del presente), le questioni sono due:
– denunciare il fatto che ci siano, da parte dei soggetti che influenzano il mercato, due pesi e due misure a seconda del Paese
– evitare che questi soggetti abbiano colpa per il futuro del nostro Paese (e lo abbiamo visto con la Grecia nell’ultimo anno)

gainhunter
Scritto il 3 Agosto 2011 at 10:05

Dream Theater,

Sfogo doveroso, grande Dream!

gainhunter
Scritto il 3 Agosto 2011 at 10:11

alfio200@finanza,

Io direi che tutte le economie occidentali sono un Titanic che sta affondando, solo che alcuni passeggeri stanno cercando di buttarne a mare altri per ridurre il peso, con l’illusione che così facendo la nave resti a galla 😕

Per quanto riguarda i derivati di comuni e province, sarebbe interessante vedere anche quanti ne hanno gli altri enti territoriali europei, per non parlare delle banche.

Interessante il discorso su Mediterraneo e USA 😉

ottofranz
Scritto il 3 Agosto 2011 at 12:22

Dream Theater,

sembrerebbe una banalità dire che il più sano c’ha la rogna.

Proprio questo ame infatti puzza molto di trucchetto. Paura , terrore, speriamo che venga un Salvatore? Sarò diventato complottista?8O

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+