Tempesta sui mercati. Ma solo su quelli italiani.

Scritto il alle 09:50 da Danilo DT

FTSEMIB che perde il 3.61%, il BTP a 10 anni che torna a rendere più del 3%. Una correzione più che lecita ma che interessa soprattutto Piazza Affari ed i mercati italiani. Infatti la volatilità NON lancia ancora allarmi preoccupanti.

Se l’italiano medio guarda oggi i titoli dei giornali, potrebbe anche prendere un coccolone. Si torna coi soliti titoli terroristici, del tipo “bruciati 18 miliardi di Euro in una seduta”. Subito mi viene in mente la stufa alimentata in banconote da 500 €… Ma ha senso dire queste cose?

Lasciando da parte queste considerazioni, è evidente che il movimento correttivo a Piazza Affari è importante ma non va ad intaccare, al momento, la tendenza di medio periodo.

Grafico FTSEMIB

… e nel contempo, in un clima dove il rischio veniva venduto, quantomeno in Italia, tornavano a salire i rendimenti. Eccovi il decennale italiano (BTP) con quello spagnolo (Bonos). Un balzo che riporta i due bonds oltre il 3% di rendimento.

Rendimento BTP e BONOS 10yr

Sembra una Caporetto ma poi se si guarda con attenzione non è proprio così. Certo, hanno pesato i dati di ieri…

L’Italia si ferma ancora. Nel primo trimestre dell’anno il Pil italiano è tornato a scendere, anche se di un marginale 0,1%, facendo indietreggiare l’economia di 14 anni, vanificando in un istante le aspettative su una ripresa ormai imminente e facendo tornare improvvisamente lo spettro del ‘rischio-Italia’.  (…) Il primo trimestre è stato infatti da dimenticare anche per altri Paesi dell’eurozona, cresciuta a macchia di leopardo, con casi eclatanti in positivo come quello della Germania (+0,8%) ma anche in negativo come l’Olanda (-1,4%) o la Francia, immobile sulla crescita zero. (Ansa)

…però se poi andiamo a vedeer a fondo, possiamo dire che si tratta (al momento) di banale correzione. Cosa ce lo certifica? Sempre lei, la volatilità

Volatilità: grafico forex, bond equity

Certo, sia il forex, che l’equity che i bonds hanno visto un aumento della volatilità ma come potete vedere è MARGINALE: vale a dire che l’Italia è stata un po’ una storia a parte, il mondo si è modo con maggiore prudenza in uqesto movimento correttivo.

Che i nostri mercati avessero più BETA rispetto ad altri, era un dato di fatto. Ma quello che dobbiamo accettare è che la nostra borsa e i nostri BTP saranno molto più sensibili di altre asset class ai movimenti correttivi.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

I need you! Sostienici!

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto.
Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email (intermarketandmore@gmail.com).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

1 commento Commenta
draziz
Scritto il 16 Maggio 2014 at 10:34

Bruciati X miliardi, bruciati Y miliardi…
Quando la Borsa scende tutti a fare harakiri…
Quando la Borsa sale perchè non ci riempie la bocca con la frasetta “oggi creati Z miliardi”, domani quando sale ancora ne creiamo degli altri!
Bisca o sala da gioco autorizzata? :mrgreen:

I sondaggi di I&M

TASSO BCE a fine 2024 in %

View Results

Loading ... Loading ...