Sussidi, Costruzioni e Mutui

Scritto il alle 16:17 da mattacchiuz

Visto il dilagante ottimismo, visto che ogni ribasso dei mercati è interpretato come una buy opportunity, visto che i nostri leader ci vietano di parlare di cose reali e visto che sono ancora ciucco da ieri, oggi voglio contribuire anche io seminare gioia, speranza e, se qualcuno lo volesse, anche amore!

Due sono i settori macroeconomici interessati dai dati di oggi: i sussidi di disoccupazione, dal BLS, e le vendite di case esistenti, da Realtor. Parleremo tuttavia anche di mutui, vedremo come sono cambiate alcune cosette nel corso degli ultimi tre anni; non parleremo di “food stamps”, ovvero del programma “pane ai poveri” ( 133.4 dollari al mese di assegno che il governo american stacca per chi non riesce a mangiare abbastanza per sopravvivere ) sia perché difficilmente si sparge gioia e ottimismo dicendo che 1 americano su 7 campa grazie a questo programma, sia perché il dato è ancora fermo ad aprile, con i suoi 40 milioni e siffola.

Cominciamo subito con il numero di initial claims. I dati nudi e crudi, per la settimana conclusasi il 17 luglio 2010, sono i seguenti:

Initial Claims (SA) a 464000    da 427000 = +37000
Initial Claims (NSA) a 498022    da 511135 = -13113

 

Sempre molta gente, in particolare 498022 persone in più, hanno l’occasione di coltivare ancora più hobby. Non dovendo lavorare,  incrementa il tempo libero da dedicare alle attività ricreative, all’amore, alla famiglia, alle cure del proprio corpo e del proprio spirito. E in America, tutto questi significa CONSUMI amici miei! E visto che il Governo giusto l’altro ieri ha esteso i benefici di disoccupazione fino a novembre, per altri 4 mesi gli americani potranno godersi le ferie, doppie o triple, magari nel Golfo del Messimo come Michelle consiglia, non preoccupandosi, se non occasionalmente, di cercar lavoro. In questo modo, pure il tasso di disoccupazione scenderà ancora , andando a sparire la forza lavoro complessiva.

La relazione tra questo numero e la serie negli anni scorsi, è ben evidenziata dal grafico seguente. Guardate che bei colori. Forse dovrei usare anche altri pattern, magari il tratto punto, oppure dei fiorellini… e se ci mettessi del rosso?? Che dite?

Peccato solo che è stata violata la simmetria delle serie 2010, centrata sul picco delle serie negli anni scorsi. Vabbè, faranno meglio la prossima volta. 

 

Passiamo invece ai sussidiati di lungo periodo ( CC NSA Continued Claims Non Seasonally Adjusted ) e di lunghissimo periodo ( EUC 2008 Emergency Unemlpoyment Compensation ). Si nota la continua riduzione nel numero di persone che accedono al sussidio. Il dato di oggi indica che 7.878 milioni di persone ricevono gli aiuti governativi. I circa 400 mila fortunati esclusi rispetto alla settimana precedente, potranno così tornare ad uno stile di vita, certamente più modesto, ma anche più umano. Forti dei loro 133.4 dollari che d’ora un avanti riceveranno ogni mese, potranno recarsi in zone rurali, dedicarsi all’agricoltura di sussistenza, vivere a contatto con gli animali ( pet -terapy ) e maledire in ascetico isolamento ( poi si organizzeranno in strutture urbanistiche stile medioevo ) i banchieri stressati di Wall Street e i loro schiavetti del Senato. Forse Apple venderà qualcosa di meno, ma sapete quante zappe in più???

Vediamo ora il dato di Realtor. Ricordo che Realtor è l’associazione delle agenzie immobiliari americane, Immediatamente, il numero di case esistenti vendute a giugno è un pelo calato. Dai 5.66 milioni di unità abitative di maggio 2010, siamo passati ai 5.37 milioni di giugno 2010; un misero 5.12% in meno. Per spargere ottimismo nonostante questi numeri, vi dirò che questa è una serie ritardata di un paio di mesi ( non lo è invece il Pending Home Sales, curva blu ) e quindi probabilmente il mese prossimo sarà peggio, e in più posterò il grafico capovolto verticalmente. Non è migliore così l’effetto??

Ma non solo, l’apoteosi dello spargere ottimismo la si raggiunge quando si confronta il grafico dell’Existing Home Sales con l’MBA Purchase Index ( di cui parlerò anche dopo ), si evince chiaramente che gli americani neanche stanno facendo i mutui per comprare la casa! Devono comprarla in contanti!! Ovviamente questa è una considerazione un po’ giocosa ( spargo anche gioia ) in quanto l’MBA tiene conto solo delle case monofamigliari.

  

Bene, posso ora procedere spedito nel mio spargere ottimismo andando a discutere cinque minuti di mutui.

Ieri come ben sapete è uscito il MBA Purchase Index, ovvero l’indice compilato dalla Mortgage Bankers Association che tiene traccia della quantità di mutui stipulati per l’acquisto di una casa singola monofamiliare. Purtroppo esso è un indice, e non sono ancora riuscito a scovare come sia calcolato. Tuttavia, il Purchase Index, è composto da due sottoindici, sempre se ho capito bene. Il primo sottoindice è relativo ai Conventional Purchase Application, ovvero alle stipule di mutui convenzionali, mentre il secondo è relativo ai Government Purchase Application, cioè alle stipule di mutui per i quali garantisce il governo. L’idea è che, se sei un qualche tipo di lavoratore sottopagato, protestato, tossico, “maniacamente e  compulsivamente” consumatore, ma che magari puoi contare su una donazione da parte di amici, parenti, genitori, compagni di merende, e cose simili, puoi recarti presso lo sportello governativo più vicino, chiedere la garanzia, loro te la danno, te ne torni in banca, gli dici: “datemi i soldi, datemeliiiii”, gli dai la garanzia dello zio Sem, ti pigli i soldi, vai a goderti la vita nella piscina olimpionica delle tua nuova casa. OTTIMISMO!! Vi dico questo, perché ieri, leggendo il report del MBA, mi è sfuggito l’occhio ( uno solo, l’altro pur essendo fisicamente presente in volto, non funziona bene causa incidente occorsomi in età puerile ) su una frase alla quale avevo sempre dato poco peso e che onestamente non compare quasi mai. Si parlava di Government Purchase Applications. Quindi, grazie a Dream, ne sono venuto a capo e ho rintracciato i dati dei due sottoindici.

Dall’autunno del 2009 ad oggi, si è evitato il peggio ( spargo ottimismo ) grazie alla socializzazione ( per Mariothegreat: non comunistizzazione…) dei mutui. Anche nell’ultima settimana, in particolare, i mutui concessi dagli istituti di credito sono diminuiti. Sono invece aumentati di qualche punto ( ancora ottimismo!! ) i mutui garantiti dal governo. Tutto ciò si è tradotto in un poderoso rialzo dell’indice principale. Rialzo che ha toccato l’astronomica percentuale del 3.4%, ai minimi storici. Se volete posso ribaltare anche questo di grafico… . Ma soffermiamoci ciqnue minuti a pensare cosa significa e a fare due paragoni due. Fino a qualche lustro fa, in certi luoghi del pianeta…, squadre di carpentieri, muratori e imbianchini lavoravano, per ordine del governo, per costruire case e abitazioni destinate a squadre di operai, carpentieri, muratori e imbianchini. Il governo, in pratica, li faceva lavorare, pagandoli poco, ma dando loro il necessario per la sopravvivenza. Oggi, in USA, squadre di carpentieri, muratori e imbianchini costruiscono case per squadre di operai, carpentieri, muratori, imbianchini e disoccupati. Solo che ora, invece che dargliele e basta, queste squadre a cui sono destinate le costruzioni, sono obbligate comunque a passare per qualche banca, e chiedere un mutuo garantito dal governo. Se quindi prima il cerchio era più o meno chiuso ( squadre che costruiscono per se stesse ) adesso, nel cerchio, si è inserito un parassita: le squadre continuano a costruire per se stesse, ma devono passare per le banche! Oggi ho scoperto la vera differenza tra il capitalismo e il com…. ops… socialismo! Ottimismo! Meno persone lavorano e più persone campano!

Spero che il taglio ottimistico sia stato notato e apprezzato

Mattacchiuz

Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

I sondaggi di I&M

QUATTRO SCENARI PER IL 2024

View Results

Loading ... Loading ...