Rotazione settoriale: una guida per investire in borsa

Scritto il alle 10:20 da Danilo DT

Sappiamo tutti che il rialzo dei mercati è legato anche a fattori “anomali”, vedasi stimoli di politica monetaria non indifferenti.
Però, cercando di fare un’analisi del mercato, ho tirato giù dal mio beneamato Bloomberg© un grafico sicuramente che ci aiuta a fare delle valutazioni.
Partiamo dall’origine. Per valutare la rotazione settoriale, occorre parlare di comparti industriali, che cercheremo di racchiudere in questa classificazione:

1-basic materials
2-consumer cyclical
3-consumer non cyclical
4-energy
5-utility
6-technology
7-financial
8-industrial

In ambito di cicli di mercato, ecco come vanno ad allocarsi I vari settori all’interno del ciclo economico.

In questa fase di mercato occorre analizzare le cose con una certa prudenza, in quanto i tassi, come detto in un post recente dedicato all’intermarket, stanno salendo, il PIL rischia a livello globale di rallentare, gli indici di trasporto (cosa già avvenuta) stanno invertendo ma in linea di massima l’industria resta forte e le banche recuperano redditività.
Quindi nel grafico sopra proposto, possiamo dire che ci troviamo all’inizio dell’area 3.
Quindi dove andare ad investire? E in quali aree?

Andiamo a scoprirlo. Prima però una premessa FONDAMENTALE. Andremo ad analizzare la forza dei settori vs. Benchmark (in questo caso è stato usato Eurostoxx50). E quindi, ovvio che se la borsa crolla, un settore potrà essere più forte (difensivo) vs benchmark ma difficilmente riuscirà a stare positivo.

Rotazione settoriale: il grafico

Questo grafico può essere illuminante. Non sto a spiegarvi le dinamiche di costruzione, anche perché già so che a voi interessa il risultato. I settori che oggi sono più forti e quindi più cari, li troviamo nel quadrante. Sono quei settori che hanno raggiunto l’apice e che sono destinati al quadrante 2 del “rallentamento”. Nel quadrante 1 troviamo tra gli altri il settore auto, basic resources, hi tech, oil.
Interessante notare che il settore auto già si sta spostando verso il quadrante 2.
Nel quadrate due ci sono quei settori che ora sono deboli e che resteranno ancora tali. E quindi sono da evitare.
Nel quadrante 3 troviamo le “scommesse”, ovvero quei settori che dovrebbero trovarsi, contro benchmark, ai massimi della debolezza. E qui troviamo tra i tanti i telefonici, le banche. L’immobiliare è ancora in area 2 e sta entrando appena in area 3. Troppo presto.
Invece occhio alle banche, in uscita dall’area 3 e tentativo di ingresso in area 4.
Chiudiamo con i settori che sarebbero da privilegiare in questo momento, quelli che troviamo in area 4: healthcare, food & beverage e soprattutto utility.

Certo, questa non è legge, ma sicuramente può autare (e non poco) a districarsi in questa giungla del mercato.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo su Wikio!

E CLICCA QUI per poter votare gli ultimi 3 post di I&M! DAI VISIBILITA’ ALL’INFORMAZIONE INDIPENDENTE!

STAY TUNED!

DT

Tutti I diritti riservati ©
Grafici e dati elaborati da Intermarket&more sulla database Bloomberg

NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Sostieni I&M!
Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!

Image Hosted by ImageShack.us

Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI!

Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.7/10 (6 votes cast)
Rotazione settoriale: una guida per investire in borsa, 9.7 out of 10 based on 6 ratings
11 commenti Commenta
50 cent
Scritto il 4 febbraio 2011 at 11:47

Scusa Dream, se ho capito bene le banche potrebbero entrare nel 4 e quindi, nel caso, da privilegiare.
In tal caso cosa farà il nostro MIB? esplode al rialzo?
Lo chiedo per cultura e per interesse personale: sono long sul MIB con gain % a due cifre; sarei quasi pronto ad uscire se non addirittura a reversare, ma ora credo che dovrò considerare anche questo fatto.
Ciao e come sempre grazie.
50

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 4 febbraio 2011 at 11:56

La rotazione descritta nel grafico vede le banche in una situazione di sottoperformance evidente dall’indice. Morale: sono decisamente depresse e potrebbero riprendere a correre. Ovvio però che non c’è scritto nel grafico e da nessuna parte un elemento chiave fondamentale, irpeto, FON-DA-MEN-TA-LE per la borsa, ovvero IL TIMING
Tieni conto che area 3 = scommessa e quindi potrebbe essere decisamente prematuro.
Molto meglio puntare, a livello settoriale, secondo me, sull’area 4.

PS: che ne pensate? Continuo ad aggiornarlo in futuro? :-)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

50 cent
Scritto il 4 febbraio 2011 at 12:50

Grazie Dream.
Si: io lo terrei aggiornato perchè completa il quadro delle visioni.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

m75035
Scritto il 4 febbraio 2011 at 13:39

Dream Theater,

assolutamente si!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Alberto Zanetti
Scritto il 4 febbraio 2011 at 14:55

Ciao Dream! penso che ne varrebbe la pena!
Grazie per il post stupendo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 4 febbraio 2011 at 15:08

FTSE ITALIA ENERGIA ( 6 ) 4,51
FTSE ITALIA CHIMICA ( 2 ) 0,73
FTSE ITALIA MATERIE PRIME ( 3 ) 7,11
FTSE ITALIA EDILIZIA ( 14 ) 4,62
FTSE ITALIA BENI E SERVIZI INDUSTRIALI ( 43 ) 14,36
FTSE ITALIA AUTOMOBILI E COMPONENTISTICA ( 10 ) 7,58
FTSE ITALIA ALIMENTARI ( 8 ) 6,37
FTSE ITALIA PRODOTTI PER LA CASA ( 29 ) 0,48
FTSE ITALIA SALUTE ( 7 ) 2,68
FTSE ITALIA COMMERCIO ( 7 ) 2,21
FTSE ITALIA MEDIA ( 15 ) 3,42
FTSE ITALIA VIAGGI E TEMPO LIBERO ( 9 ) 2,49
FTSE ITALIA TELECOMUNICAZIONI ( 6 ) 8,85
FTSE ITALIA SERVIZI DI PUBBLICA UTLITA’ ( 18 ) 6,25
FTSE ITALIA BANCHE ( 17 ) 15,43
FTSE ITALIA ASSICURAZIONI ( 8 ) 11,22
FTSE ITALIA SERVIZI FINANZIARI ( 17 ) 0,21
FTSE ITALIA TECNOLOGIA ( 20 ) 11,09
FTSE ITALIA BENI IMMOBILI ( 10 ) 9,48

FTSE ITALIA ALL SHARE 8,18

rendimenti settoriali nella ns borsa dal 1 al 28 gennaio 2011…..Dream sembra di essere in fase 3…..migliori settori banche e beni e servizi industriali !!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

mattia06
Scritto il 4 febbraio 2011 at 15:12

ottimo, direi che oltre all’aggiornamento continuo sarebbe interessante anche monitorare i risultati per vedere se corrispondono. Es: oggi si dovrebbero privilegiare utilities e health care, bene vediamo cosa fanno da qui fino al cambio di quadrante….
Grazie DT

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 4 febbraio 2011 at 15:13

NB .: i settori materie prime, auto, prodotti per la casa, commercio e servizi finanziari sono da leggersi con il segno meno…..ossia registrano andamenti negativi.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Sondaggio #6-21: BITCOIN (BTC) a fine 2021 sarà... (base 30.000 $)

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+