ORO: ultima spiaggia prima dell’inversione

Scritto il alle 11:00 da Danilo DT

Il metallo giallo si è dimostrato nelle ultime settimane un vero e proprio elemento capace di esprimere tanta volatilità a volte incontrollata. Le incertezze a livello mondiale continuano ad essere tante, ma è anche vero che la politica monetaria USA sembra scemare e, nello stesso tempo, ci sia una ripartenza dei tassi di interesse. Scenario non proprio idilliaco per il metallo giall che si trova in apparente difficoltà.
Ma eccoci giunti all’ultima spiaggia.

Grafico ORO

Dopo aver rotto il trend rialzista (in rosso) l’oro ha lateralizzato con un movimento che non convince ma che ci dà un’indicazione (secondo me) molto forte. Il supporto in area 1522. Questo livello potrebbe rappresentare per l’oro il punto critico assoluto. Se violato al ribasso, significherebbe inversione. A quel punto meglio investire altrove.

Buttate un occhio al nuovo network di

Meteo Economy: tutto quello che gli altri non dicono

STAY TUNED!

DT

| Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Tags:   |
18 commenti Commenta
lorenzo_1
Scritto il 5 Aprile 2013 at 11:34

tassi di interesse in ripresa? al momento BTP e BUND sembrano dire di no, dite che sia ora di realizzare i gain sui corsi? – chi li ha, ovviamente 🙂 –

alfio200
Scritto il 5 Aprile 2013 at 11:35

Anche l’oro, a mio avviso, rientra nel “nonsense” generalizzato. Come scrivi tu, l’economia è a scatafascio, ma la borsa sale. Se la borsa è drogata al rialzo sembra che l’oro sia drogato al ribasso.

Mi sembra ovvio che non solo noi che ci occupiamo di finanza, ma anche il cittadino medio “percepisce” scricchiolii (per ora in lontananza) in ogni dove, preludio a un crollo generalizzato.

Il quantitative easing finirà e il dollaro degli straindebitati States salirà a scapito dell’oro? Un drogato che riscuote più fiducia di un professionista in giacca e cravatta con laurea a Oxford?

Mah…prenderei in considerazione la teoria della vendita dell’oro di carta per non far crescere troppo l’oro fisico o per farlo scendere in modo da poterlo ricomprare (sempre quello fisico) a prezzo più basso. Come dire, vendo l’oro di carta per comprare a prezzo ribassato l’oro vero.

E poi c’è sempre il discorso Italia: patrimoniali, ritorno alla lira, euro di serie B, prelievi coatti dai conti correnti. L’oro (fisico) nella cassetta di sicurezza è sicuramente meno esposto in questi casi di liquidità e titoli.

Sempre, secondo il mio modesto parere.

luca
Scritto il 5 Aprile 2013 at 12:16

Sono usciti gli speculatori quelli che usano la leva finanziaria……. non c’erano grandi guadagni per loro…. più remunerativo l’azionario anche se il rischio è enorme.
Chi deve saltare su di un carro in fretta e furia meglio se lo fa mentre il carro va piano….. saltare su di un direttissimo è un problema quindi meglio rallentarlo quel che serve, far scendere i passeggeri lamentosi in modo da star più comodi quando sarà il momento 😉

ihavenodream
Scritto il 5 Aprile 2013 at 12:20

alfio200@finanza,

Questa roba della rottura dei supporti, inversioni, fasi laterali ecc, come un po’ tutta l’analisi tecnica e’ roba da cartomanti…l’analisi fondamentale invece ci dice ke l’oro non e’ proprio un assett, non ha in business alle spalle, non stacca dividendi, ne’ cedole…si può considerare alla stregua di una valuta magari…una valuta ke si svaluta meno delle altre secondo la vulgata comune…in realta’ c’e’ ancora un sacco di oro da estrarre sul nostro pianeta e poi nessuno ha mai davvero pagato qualcosa in oro, da Carlo Magno in poi quanto meno…il mio consiglio spassionato a questo punto e’ : se avete proprio deciso di comprare metalli preziosi, allora comprate azioni di societa’ minerarie…almeno avete i bilanci per orientarvi….e poi iniziano a diventare davvero scontate…

lampo
Scritto il 5 Aprile 2013 at 13:11

Un ribasso dell’oro è fisiologico (entro certi termini) se lo consideriamo in termini di potere d’acquisto. Molti beni sono scesi di prezzo (nel senso che a causa della crisi, fra sconti e offerte varie siamo in effettiva deflazione per molti beni), mentre sono aumentati gli oneri per chi negli anni passati li aveva comprati a debito.
Visto che l’oro riflette in media il potere di acquisto delle varie valute (ed in particolare del dollaro)… mi pare del tutto normale ed un semplice riallineamento l’attuale calo.

ihavenodream
Scritto il 5 Aprile 2013 at 14:35

lampo,

Pochi concetti, ma confusi…prima parli di merci, poi di potere d’ acquisto del dollaro…mah…io vorrei solo ricordare ke rispetto ai pikki di un paio di anni fa l’oro e’ sceso di un fisiologico 25%, e ke una ventina d’anni fa, quando la corsa all’oro non era ancora iniziata, l’oro viaggiava a 1/3 del prezzo attuale…e ke nei precedenti 100 anni il prezzo ha sempre oscillato in una banda limitata 200-600, poi e’ iniziata la corsa all’oro appunto…e’ curioso come in questi blog parlate di bolle dietro l’angolo 5 volte al giorno e non vi accorgete dell’ unica bolla conclamata esistente, mi kiedo: e’ il classico prosciutto sugli okki o e’ interesse speculativo?

lampo
Scritto il 5 Aprile 2013 at 15:06

ihavenodream@finanza,

Rilassati e prova a leggerti questo.. (che è di tre anni fa). comunque punti di vista diversi sono sempre ben accetti:
http://www.economicvoice.com/george-soros-and-the-gold-bubble/5006154#axzz2PaqsaKwB

Il grafico allegato è di molto lungo termine… ma ne trovi facilmente di più recenti, corretti per inflazione, che dimostrano quanto sia valutato o svalutato rispetto al potere di acquisto (a seconda dei punti di vista).

ihavenodream
Scritto il 5 Aprile 2013 at 15:41

lampo,

Mah, una fonte un po’ farlocca diciamo, a mio modestissimo parere, non capisco ke senso ha parlare di potere d’acquisto in questo caso…l’oro lo intendiamo come una forma d’investimento no? Mica come una moneta da scambiare…quindi occorre confrontare i rendimenti dell’oro con quelli di altri tipi di investimento, magari corretti x l’inflazione, in un periodo medio lungo…fallo e scoprirai tante cose interessanti…se parliamo di potere d’acquisto invece, il grafico ke hai postato dimostra solo ke col controvalore in dollari di un’oncia d’oro compri grosso modo sempre il medesimo quantitativo di merci, cioe’ in sostanza e’ un pessimo investimento, ti ripara grosso modo dall’inflazione e basta, ke e’ cio’ ke sostengo io…se poi a questo andamento medio secolare diciamo, aggiungiamo il fatto ke negli ultimi 15 anni l’oro ha sovraperformato tutto, e ha stracciato l’inflazione, ne possiamo dedurre ke e’ in bolla…e’ una bolla un po’ + complicata da vedere se vuoi, poike’ x l’oro non ci sono utili, dividendi o valori contabili sottostanti, ma questo la rende ancora piu’ pericolosa x cio’ ke mi riguarda…assomiglia un po’ alla bolla dei tulipani nel 1700..

candlestick
Scritto il 5 Aprile 2013 at 16:34

Buongiorno..
io vorrei solo aggiungere alle vostre previsioni il fattore x che in questo blog troppo poco spesso si prende in considerazione quando è di importanza ASSOLUTA! IL TEMPO!

se consideraste i cicli temporali sarebbe un gioco banale capire che l’oro anche sotto a 1522 (anzi se si fermasse anche poco sotto darebbe il segnale di un nuovo inizio del ciclo intermedio), sarebbe un’opportunità di acquisto FACILE FACILE! ripeto.. FACILE! ma per fortuna non siamo tutti uguali. 😉

lampo
Scritto il 5 Aprile 2013 at 18:11

ihavenodream@finanza,

Infatti, considerando il breve termine, nei scorsi giorni ho preferito vendere l’oro cartaceo che avevo in portafoglio in attesa dell’evoluzione futura, facendo una rotazione su alcune valute “sicure”.

ihavenodream
Scritto il 6 Aprile 2013 at 09:15

lampo,
Oro cartaceo? Rotazione sulle valute sicure? Ma di cosa stiamo parlando…ascolta il succo del discorso x cio’ ke mi riguarda e’ ke l’oro non e’ proprio una forma d’investimento, le valute idem, certo ci si può speculare sopra, ti puo’ anke andar bene ma è come giocare la tris…sei uno scommettitore non un investitore…

ottofranz
Scritto il 6 Aprile 2013 at 12:08

lampo,

Lampo, metti in bolla il tavolo, ke se gli rotola giù la sfera siamo panati 😀 😀 😀 😯

luca
Scritto il 6 Aprile 2013 at 18:34

L’oro fisico è una forma di investimento.

candlestick
Scritto il 7 Aprile 2013 at 12:29

ah bhè se fare investimenti significa spostare quintalate di danari (per chi li ha) ha interessi pari a zero siamo capaci tutti… eh!

candlestick
Scritto il 7 Aprile 2013 at 12:32

la sfida è fare in modo che i mercati delle valute oro ecc.. che tu dici essere come un gioco d’azzardo (che è così per quelli inesperti), diventi una forma d’investimento abbassando i rischi..

ihavenodream
Scritto il 8 Aprile 2013 at 14:31

candlestick@finanza,

Un investimento per definizione, e’ qualcosa ke produce in flusso di cassa, diretto o indiretto, cioe’ una casa se la affitti ti da’ in flusso di cassa diretto, se ci abiti indiretto, perche’ non paghi l’affitto…un bond ti da’ le cedole, un’impresa fa flussi di cassa attraverso il proprio business, l’oro e le valute no, in generale tutto cio’ ke non produce cash flow e’ oggetto di speculazione o scommessa, perche’ per realizzare un guadagno devi prima o poi vendere, quindi scommetti ke il prezzo di acquisto sia piu’ basso del prezzo di vendita, o viceversa…tutto chiaro ora?

candlestick
Scritto il 8 Aprile 2013 at 18:49

certo.. ho capito cosa intendi, ma anche il business della aziende sono scommesse in fin dei conti e anche altre cose che hai elencato.. sono differenze molto sottili.. non soffermatevi troppo sui termini quanto sui contenuti.. è la ciccia che conta non i puntini sule i..

comunque grazie per la precisazione 😉

candlestick
Scritto il 8 Aprile 2013 at 18:54

es. tu comprando titoli di stato scommetti che lo stato non fallisce e in cambio ottieni un interesse bilanciato al rischio che lo stato stesso ha di fallire.

c’è solo un rischio minore rispetto a un’operazione di tipo che ne so valutario per es..

si valuta il rischio a mio avviso il resto sono arie.. 😆

I sondaggi di I&M

QUATTRO SCENARI PER IL 2024

View Results

Loading ... Loading ...