HOT NEWS : BCE sta preparando piano per #Grexit

Scritto il alle 14:43 da Danilo DT

grexit-grecia-uscita-eurozonaLa notizia è trapelata negli ultimi minuti. Sembra proprio che la Bce si sta preparando per l’uscita della Grecia dall’Eurozona e nello stesso momento si stia lavorando su come gestire l’emergenza che ne deriva ed il relativo effetto contagio. (Grexit)
Questa potrebbe anche solo essere una boutade, oppure una provocazione. La fonte,per la cronaca, è il noto Der Spiegel:

Frankfurt am Main – Die Europäische Zentralbank (EZB) bereitet sich auf einen Ausstieg Griechenlands aus der Währungsunion vor. Zu diesem Zweck führen Mitarbeiter nach Informationen des SPIEGEL bereits interne Planspiele durch, wie der Rest der Eurozone zusammengehalten werden könnte.
Allen Dementis zum Trotz drängen die europäischen Währungshüter die Griechen dazu, endlich Kapitalverkehrskontrollen einzuführen. Nach Erkenntnissen der EZB überweisen die Griechen täglich mehr als eine Milliarde Euro ins Ausland. (DS)

La BCE al momento non commenta. Ora non resta che aspettare il responso del Meeting in corso a Bruxelles. Però resta il fatto che il Grexit non è più cosi folle se la BCE sta lavorando al cosiddetto “Piano B”. Un grazie a Lampo per la segnalazione

Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

InvestimentoMigliore LOGO

La nuova guida per i tuoi investimenti. Take a look!

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email (intermarketandmore@gmail.com).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Tags:   |
19 commenti Commenta
john_ludd
Scritto il 20 Febbraio 2015 at 15:26

il piano B lo ha anche la zia Maria, vuoi che non lo abbia la BCE ? se non per questa emergenza, per la prossima, o quell dopo ancora. Non devi essere molto addentro il sistema bancario altrimenti scriveresti che anche le nostre banche principali hanno un piano B (anzi no… non lo scriveresti, perchè ti fanno firmare dei bei fogli nei quali ti impegni a manternere il “massimo riserbo”). Bello parlare di nulla, su cose scritto da Sergio Cazzulato o Franz Stopazzoni, non costa niente. Attività che contende a YouPorn gran parte del nostro tempo (ma YouPorn è meglio, solo che io sono vecchio)

gnutim
Scritto il 20 Febbraio 2015 at 15:50

john_ludd@finanza,

dai Jhon, Danilo è fonte di info e spunti mica da ridere, ovvio che non tutti hanno una consapevolezza del presente così ampia, io compreso.

Danilo fa un egregio lavoro, il fatto che tu abbia postato questo commento vuol comunque dire che consideri il blog degno di essere preso in considerazione.

bye bye Euro e grazie ad entrambi

lucianom
Scritto il 20 Febbraio 2015 at 15:59

Dalla quotazione dell ‘ etf “GRC” il grexit non mi sembra proprio imminente!
Saluti a tutti

davtamb
Scritto il 20 Febbraio 2015 at 16:34

La National Bank of Greek quotata a NY si spara un +7% in questo momento. Direi che il sentiment non è molto negativo

Scritto il 20 Febbraio 2015 at 16:43

Faccio quello che posso. Scrivo quello che ritengo la gente debba sapere o che possa ritenere interessante. Ho rotto da tempo la sfera di cristallo. So di essere ignorante su tante cose e purtroppo molto lacunoso su altre. Dedico molto tempo ad questo forse inutile blog, sperando di fare un buon servizio che NESSUNO mi paga visto che le donazioni sono totalmente scomparse e ormai in Italia la gente chiede chiede ma guai a sostenere. Se scrivo qualcosa lo faccio sempre in buona fede. Se sbaglio o irrito qualcuno chiedo scusa. Purtroppo non ho avuto un padre che mi ha passato il dono di poter fare i miracoli come probabilmente molti miei conoscenti che ostentano anche capacità taumaturgiche nel mondo della finanza . Per il resto buona serata a tutti.
🙂

davtamb
Scritto il 20 Febbraio 2015 at 16:52

Danilo DT:
Faccio quello che posso. Scrivo quello che ritengo la gente debba sapere o che possa ritenere interessante. Ho rotto da tempo la sfera di cristallo. So di essere ignorante su tante cose e purtroppo molto lacunoso su altre. Dedico molto tempo ad questo forse inutile blog, sperando di fare un buon servizio che NESSUNO mi paga visto che le donazioni sono totalmente scomparse e ormai in Italia la gente chiede chiede ma guai a sostenere. Se scrivo qualcosa lo faccio sempre in buona fede. Se sbaglio o irrito qualcuno chiedo scusa. Purtroppo non ho avuto un padre che mi ha passato il dono di poter fare i miracoli come probabilmente molti miei conoscenti che ostentano anche capacità taumaturgiche nel mondo della finanza . Per il resto buona serata a tutti.

sei un grande Danilo

atomictonto
Scritto il 20 Febbraio 2015 at 17:09

Gentile DT,
faccio notare che “Der Spiegel” (“Lo Specchio” in Italiano) è un civettuolo settimanale equivalente al nostro “Oggi” o “Panorama”.
Non è che qualunque roba abbia un nome Tedesco sia automaticamente qualcosa di serissimo.. 😉
Ad ogni modo mi sembrerebbe normale che la BCE predisponga simili “piani di emergenza” anzi credo che lo debba fare per statuto (almeno spero).

john_ludd
Scritto il 20 Febbraio 2015 at 17:18

gnutim@finanza,

ma queste notizie stile DagoSpia se proprio le si vuole pubblicare andrebbero scritte in modo così… diciamo cialtronesco, per farsi una risata, altrimenti che facciamo, passiamo il tempo a inseguire la supercazzola di turno, forse è davvero così, siamo talmente annoiati e senza una minchia di utile da fare che ci dilettiamo nell’equivalente economico/finanziario di novella 2000 (esiste ancora ?)

è ovvio che c’è un piano B o anche un piano C … ma certo mica lo dicono a me, a te, a danilo o a DagoSpia !

john_ludd
Scritto il 20 Febbraio 2015 at 18:10

gnutim@finanza,

e non credo nel grexit, lo quoto al 10%. Gli euristi hanno troppo da perdere e tsipras non ha un mandato per uscire dall’euro, credo stiano solo trovando un modo per poter dichiarare ai propri elettori di avere vinto. I tedeschi devono dmimostrare di essere stati dei duri e tsipras di avere ottenuto circa quello che aveva chiesto ma chiamato in modo diverso. Il grexit porta alla fine dell’euro ma se l’eurozona cade x la grecia allora vuol dire che è ancora più una merdaccia di quel che credo. I giochi si chiuderanno SOLO con la prossima recessione americana attorno alla quale ancora tutto gira.

vichingo
Scritto il 20 Febbraio 2015 at 18:58

Buona sera a tutti. La mia view è che con il quantitative easing europeo stanno arrivando da oltre oceano una marea di soldi da investire nei mercati azionari area euro e piazza affari sarà la più performante. Quindi long……. e il primo settore ad andare su sarà il bancario. Non credo ci sia una grexit, almeno a breve, l’accordo arriverà.

7voice
Scritto il 20 Febbraio 2015 at 19:45

umilmente vi scrivo : IN THE PAKK . AI VOGLIA DI MANGIARE VRENNA , LO STOMACO ORMAI è TOTALMENTE APPICCIATO DALLE VACCATE CHE SI SENTO IN IN GIRO ! GREXIT ,GREXIT , GREXIT , MANNAGGIA LI MUORTI LORO !

vito_t
Scritto il 20 Febbraio 2015 at 22:16

DT leggo saltuariamente il tuo blog, e molto più raramente intervengo, ma preferisco il tuo punto di vista che spesso non condivido, piuttosto che la presuntuosa litania di chi ha sempre la verità in tasca, di chi , al contrario tuo, la sfera di cristallo non la ha rotta, di chi conosce tutti i testi corretti da leggere , di chi suggerisce tutti gli economisti da ascoltare , di chi ha sempre la visione giusta su tutto , di chi trasuda di sapienza, di chi …… se scrivesse un po’ meno probabilmente sarebbero in tanti a non sentirne la mancanza, ….. grazie per quello che fai !

perplessa
Scritto il 21 Febbraio 2015 at 04:04

john_ludd@finanza,

quale sarebbe il piano B della zia maria?

john_ludd
Scritto il 21 Febbraio 2015 at 10:03

perplessa@finanza,

ma che fai, scrivi sul blog alle 4 della mattina ?

lampo
Scritto il 21 Febbraio 2015 at 19:02

perplessa@finanza,

Provo umilmente a spiegartelo io: imparare a fare il bilancio familiare, semplice o dettagliato che sia.
Così si rende conto di quanto paga per ogni servizio… e incomincia a decidersi di trovare alternative.
Sarebbe già un traguardo… molto più delle liberalizzazioni annunciate… e poi gestite tramite “cartello”.
Purtroppo oramai è una delle poche difese. Insegnare già a scuola l’importanza del bilancio familiare (basta una lezione!)
I nostri vecchi anche con le sole elementari l’avevano capito… probabilmente sulla propria pelle per la miseria che c’era durante e dopo la guerra. Noi siamo più indietro di loro… e crediamo spesso agli elefanti che volano, quando andiamo in banca, dall’assicuratore… o da tanti “professionisti”.
Pochi di questi fanno veramente ANCHE l’interesse del cliente, dopo aver esaminato bene le sue effettive esigenze.

perplessa
Scritto il 23 Febbraio 2015 at 03:29

john_ludd@finanza,

sono dall’altra parte dell’oceano..è il fuso orario…adesso sono le 21,25..

perplessa
Scritto il 23 Febbraio 2015 at 03:31

lampo
avevo inteso un piano della zia maria in caso di uscita della Grecia dall’euro..

kry
Scritto il 23 Febbraio 2015 at 09:31

perplessa@finanza,

Curiosità, sempre dove c’è il canale?

I sondaggi di I&M

QUATTRO SCENARI PER IL 2024

View Results

Loading ... Loading ...