AVANTI TUTTA e “don’t fight the FED”!

Scritto il alle 23:23 da Danilo DT

Credo che ormai sia chiaro a tutti il progetto che il sistema economico finanziario ha in serbo. Il mix di politica monetaria e fiscale a sostegno di un sistema economico in grossa difficoltà per colpa del Covid, del debito, ecc. ecc.
Quanto ha detto ieri sera il buon Jerome Powell merita la giusta considerazione. Leggete l’ANSA qui sotto.

(…) Il Pil americano nel 2021 “potrebbe” crescere anche intorno al 6%. Lo afferma il presidente della Fed, Jerome Powell, secondo il quale il Pil potrebbe tornare ai livelli pre-pandemia nella prima metà dell’anno. (…)

Missione numero UNO: far tornare il PIL USA ai livelli pre Covid.

(…) “Questo non è il momento di pensare al debito”, dice Powell rispondendo, nel corso di un’audizione in Congresso, a chi gli chiedeva dell’andamento dei conti pubblici. (…)

Urca, questo è un grande scoop. Il debito non è un problema? E lo dice il presidente della FED? Beh, signori, mi sembra chiaro che abbiamo invece un problema. E il problema è la perdita dichiarata dell’indipendenza della FED. Ok, era cosa già nota ma in questo modo è tutto molto esplicito ed evidente. E poi, indipendenza a parte, dire che il debito non è un problema significa voler deviare l’attenzione su altre cose in chiave positiva. Ovvero… “perché pensate alle cosa brutte? Signori, sta tornando la ripresa, e ne vedremo delle belle”.

(…) La strada – ha detto comunque Powell riferendosi anche ai 10 milioni di posti di lavoro che ancora mancano rispetto al pre-pandemia – “è ancora lunga, ulteriori progressi richiederanno del tempo”. La Fed s’impegna a mantenere una politica monetaria accomodante e, intanto, valuta attentamente la possibilità di un dollaro digitale. (ANSA). 

Ok, forse non è tutto oro quello che luccica, ci vorrà del tempo ma ce la faremo e se c’è bisogno ci attaccheremo a tutto. Anche al Dollaro digitale. Insomma senza pudore, tutti concentrati sull’obiettivo.
Don’t fight the FED. Ma se la FED osa oltremisura?

Questo grafico non rappresenta di certo una novità per noi. MMT, deficit a go-go e massa monetaria che decolla. Decolla talmente tanto che nella storia solo uno strumento si è potuto utilizzare per domarla (se va fuori controllo). Sono i tassi di interesse, proprio quei tassi che FED e BCE non hanno intenzione di muovere ancora per lungo tempo, proprio per non destabilizzare un sistema oberato dal debito. Nasce da qui l’esigenza del Dollaro digitale? E quanto potrebbe essere “disruptive”? Pensateci. A mali estremi, estremi rimedi. Ma attenzione, non scordatevi degli effetti collaterali, perchè per forza di cose, qualcuno dovrà pagarne le conseguenze.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se sei interessato agli argomenti qui espressi e vorresti approfondirli, contattami!
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)
(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!).

Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

#9-21: PIL Globale, nel 2021 registrerà un...

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+