Cerca nel Blog

CINA: arrivano i dati sul PIL, con gli auguri della casa

Scritto il alle 18:43 da Danilo DT

rivoluzione-economia-cina

Mettetevi la sveglia. Domattina alle 4 capiremo se il grande bluff con gli occhi mandorla continuerà oppure no.
Il motivo è il seguente: nella notte verrà comunicato dalle autorità cinesi il fatidico dato sul PIL trimestrale della Cina, tanto atteso quanto contestato. Sull’argomento ho già scritto tanto e quindi, per non tediarvi e non ripetermi, vi consiglio, se volete fare un ripassino, di CLICCARE QUI.
Pechino continua a dire che l’obbiettivo di crescita per il 2016 tra il 6,5% ed il 7%. Numeri che il mercato non osava nemmeno immaginare, se nonché nelle ultime settimane, alcuni dati macroeconomici sorprendentemente positivi hanno fatto tornare la fiducia agli investitori.
Ma i dubbio permane, e come non potrebbe dopo tutto quello che abbiamo scritto nei precedenti post?
E di certo le parole del premier Li Keqiang non fanno altro che alimentare i miei dubbi:

(…) “To finish building a moderately prosperous society in all respects and double the 2010 GDP and per capita personal income by 2020, the economy needs to grow at an average annual rate of at least 6.5% during this five-year period,” Premier Li Keqiang stated in his Work Report delivered to the National People’s Congress in March.
And China’s economic czar sent a clear message to China’s statisticians. It was “impossible,” Li said, for the growth rate to drop below 6.5%. (Forbes) 

china-GDP-PIL-PREVISIONI-2016

Beh, nulla è impossibile. A meno che lo si renda comunque possibile con un aiutino. E allora anche il 6.6% previsto diventa realtà. La parola ora ai dati ufficiali. Se così possiamo definirli.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

bolla-speculazione-cina

UPDATE

China third quarter GDP grows 6.7 percent as expected as construction booms, debt rises

 

Magicamente il dato nel terzo trimestre analogo al primo e secondo, in linea (e a metà strada quindi praticamente centrato in pieno) con l’obiettivo del governo di Pechino fissato tra il 6,5 e il 7% di crescita per il 2016. Stabilizzazione della seconda economia del mondo dunque, a dispetto delle ricorrenti previsioni di “atterraggio duro”. Ma il dato generale in linea con le previsioni (e sempre guardato con sospetto, vista la propensione degli statistici cinesi ad aggiustare i numeri e la strana staticità al 6,7) va anche analizzato e confrontato con i numeri della produzione industriale, degli investimenti pubblici (+11,3%) e privati, del consumo, dell’inflazione (alcuni di questi componenti arriveranno in seguito).  Di sicuro, è soprattutto il mercato immobiliare ad aver permesso al Pil cinese di crescere nel 2016: c’è una bolla che però non scoppia e continua a gonfiarsi, con i prezzi delle case che nelle grandi città sono cresciuti del 30 per cento su base annua e le vendite che continuano a tenere, anzi salgono. Il settore immobiliare vale circa il 15 per cento del Pil cinese, supera abbondantemente il 20 per cento se si considerano anche le spese per rifiniture e arredamento (e questo è positivo anche per l’export italiano, forte e molto apprezzato in materia). Ma sia i costruttori di case sia gli acquirenti ricorrono ai prestiti per finanziarsi. E il debito cinese, che supera il 250% del Pil, continua a destare allarme. Anche se nessun economista è in grado davvero di dire se il 250% di debito possa davvero portare a una crisi finanziaria grave in un Paese come la Cina dove le banche sono statali e il governo centrale ha riserve in valuta estera superiori ai tre trilioni di dollari.
Il governo sta cercando di raffreddare il mercato immobiliare e tra metà settembre e oggi già 20 grandi città cinesi hanno introdotto restrizioni agli acquisti, sotto forma di un aumento fino al 40-50% dell’anticipo da versare alla firma del compromesso. (Source)

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email ([email protected]).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (5 votes cast)
CINA: arrivano i dati sul PIL, con gli auguri della casa, 10.0 out of 10 based on 5 ratings
Tags: ,   |
4 commenti Commenta
元サーファー
Scritto il 19 ottobre 2016 at 05:23

China stats: GDP for Q3-2016: 6.7% y/y – in line with expected and unchanged from Q2-2016.

China: trend of GDP growth [Q3-2014 – Q3-2016]

Shortly, now:

1- Economy clearly steady situation

2- Economy sees more positive signs

3- Employment better than expected

4- Consumption contribution to economy is increasing

5- China property curbs timely, effective, cool market, lead to lower price in some Cities

6- Ultimate goal of property curbs to support economy

7- Yuan depreciation has brought pressure in short term

8- Yuan has no fundamental to depreciate in medium and long term

9- Capital formation accounts for 36.8% of China’s January – September GDP growth

10- Net exports account for -7.8% of January – September GDP growth

11- Rising prices of industrial products, profits partly due to supply-side reforms, these will unwaveringly push forward

12- Property sector contributed 8% to January – September GDP growth

Final result, so:
China’s Q3-2016 economic growth stabilized, in line with estimates; weaker exports and investments were counterbalanced by a heated housing Market.

l- – – – –

§- National Bureau of Statistics of the People’s Republic of China (NBS, Press release, Staff, the), “National economy grew steadily with progress made and quality improved in the Q3-2016″ – Beijing: October 19, 2016
http://www.stats.gov.cn/english/PressRelease/201610/t20161019_1411211.html

– – – – -l

サーファー © Surfer [Everything under control, in short – at least for now l Dicitur!]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Scritto il 19 ottobre 2016 at 07:59

Esatto… Everything under control,

….now

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 19 ottobre 2016 at 08:09

IL GRANDE MIRACOLO CINESE

http://www.reuters.com/article/us-china-economy-gdp-idUSKCN12J060

China third quarter GDP grows 6.7 percent as expected as construction booms, debt rises

Beh, semplicemente la favola continua, no?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

元サーファー
Scritto il 19 ottobre 2016 at 16:33

“Li utilizzano come bancomat” – (Mia citazione, in un pour parler).

Tutti – Nessuno escluso.

Se a Loro va bene, contenti (quei Tutti).

:Ricordi/a:

“Every breath you take
Every move you make
Every bond you break
Every step you take
I’ll be watching you”

Let’s go on to swing https://www.youtube.com/watch?v=OMOGaugKpzs

サーファー © Surfer [Tra gonzi spesso Ci s’intende l In specie, se gLi passano qualcosa; di paccottiglia il Mondo è pieno (dal punto di vista Umano, soprattutto)]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!
outlook-2017-iam

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

[email protected]

Commenti recenti

Google+