SP 500: brucia le tappe ma ora una pausa

Scritto il alle 12:20 da Danilo DT

Grafico SP 500 e andamento utili trimestrali USA

Il rally delle borse di questi giorni ha stupito un po’ tutti in particolar modo per la rapidità del movimento. Per carità, ormai non bisogna più stupirsi di nulla. Però un +17% in un mese di escursione (dai minimi posti a 1074 fino alle quotazioni odierne) non è certo cosa da poco.
Guardando il grafico SP 500 risulta però chiaro, utilizzando i ritracciamenti di Fibonacci, che ormai abbiamo raggiunto un livello dove il mercato, a seguito delle violente escursioni, ha raggiunto il suo target e necessita di una pausa di riflessione. 61.8% di Fibonacci che corrisponde ad un importante resistenza ex supporto. I volumi continuano a non essere entusiasmanti e questo potrebbe portarci a dei sospetti.

Grafico SP 500

Nel frattempo uno sguardo anche agli utili sullo stesso Spoore. La situazione non è poi così negativa e le aziende raggiungono livelli di utili maggiori di quelli previsti dagli analisti. La crescita degli utili è pari ad un 13.50% e le società che battono il consensus è pari al 63.7%. Ribadisco quanto già detto, gli Usa continuano ad essere molto malati, ma le aziende quotate al Waal Street sono spesso multinazionali che fanno utili non solo negli States. Ecco perché, ormai, lo Spoore è molto più che un indice azionario USA. E’ un benchmark che va oltre ai confini geografici USA. E’ ormai mondiale.

Analisi utili societari SP 500 che battono il consensus

Chart By BeSpokeInvest

Analisi Utili trimestrali SP 500

Stay Tuned!

DT

Sostieni I&M! Il tuo contributo è fondamentale per la continuazione di questo progetto!

Ti è piaciuto questo post? Clicca su Mi Piace” qui in basso a sinistra!

Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!) | Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS! |
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
8 commenti Commenta
a_rnasi
Scritto il 25 ottobre 2011 at 12:43

Io vedo il bicchiere mezzo pieno lato crescita utili in assoluto. sul lato utili che battono le stime di consensus, considerando che queste sono state tirate giù negli ultimi tre mesi di circa il 10%, non le trovo “significative”.
comunque nel complesso non c’è malaccio.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gremlin
Scritto il 25 ottobre 2011 at 12:43

la mm 200 si trova ora a 1274 e ha un trend calante
anche questo sarà un tappo da rimuovere per cui probabile un po’ di congestione fra 1255 e 1270 con diverse trappole
comunque con l’aria che tira fra un po’ devo riaggiornare il mio scenario elliottiano: ritorno al top 1370 e poi giù ma senza bucare mille
quindi si prospetta a breve la negazione del bear market di lungo, ma solo correzione lunga del bull 2009/2011

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 25 ottobre 2011 at 13:10

a_rnasi@finanza,

Sono d’accordo, non malaccio ma calma e sangue freddo.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

candlestick
Scritto il 25 ottobre 2011 at 13:30

molto dipenderà dai dati che usciranno nel pomeriggio e nei prossimi giorni… se saranno positivi si potrà vedere l’S&P 500 attorno a quota 1270… altrimenti non è assolutamente da escludere un ritorno del ribasso dopo piccola congestione in area 1250!

this is my view!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 25 ottobre 2011 at 13:40

dream correggimi se sbaglio, rosemberg sostiene

A dire il vero, i guadagni sono venuti in generale abbastanza decentemente. Finora, il 67% ha battuto le aspettative EPS, il 10% ha soddisfatto le aspettative e il 23% ha perso. Questi sono più o meno in linea con le norme storiche. Ma la cosa interessante è che l’entità del “beat” è di gran lunga inferiore a quello che è stato confrontato con altri quartieri durante il recupero che ha avuto inizio due anni fa, e gran parte della “beat” sono venuti da finanziari e di una volta “contabilità “fattori di avviarsi.

L’andamento su base annua in S & P 500 EPS gestione operativa è salito la scorsa settimana al 13,8% dal 11,5%, con quasi il 90% di quella miglioramento provenienti dalle banche. Gli analisti hanno anche preso il loro numero Q3 indietro fino al 14,6% dal 12,4% la scorsa settimana (anche se ancora sotto la vista del consenso del 16,9% durante il trimestre ha cominciato

Il 90% dei miglioramenti avviene dalle banche ( quindi falsi), e che le stime iniziali erano per un aumento del 16,9% di miglioramento ad inizio trimestre poi rivisto in corsa, non mi sembrano trimestrali in grado di trascinare i mercati, i dati macro fanno abbastanza schifo, ergo la stragande maggioranza del rimbalzo sono le euro speranza e il new q3 usa o SBAGLIO?

Torno a bombazza a l’euro piano e all’euro speranze, come la mettiamo con questo?

http://www.lighthouseinvestmentmanagement.com/2011/10/24/mystery-solved-ecb-cant-afford-the-greek-barber-shop/

Gli euri chi li mette? chi ricapitalizza chi deve comprare i bonds piigs? le banche centrali dei paesi che poi devono essere aiutati?, come può la fed monetizzare il debito europeo, senza avere i soldi per sostenere il taglio del debito greco o di altri paesi? ( stessa cosa dicasi per la fed, ma per ora negli usa gli và grassa ).

Grazie

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

bergasim
Scritto il 25 ottobre 2011 at 13:51

http://endoftheamericandream.com/archives/the-big-wall-street-banks-are-already-trying-to-buy-the-2012-election

Le donazioni sono in migliaia di usd o in milioni di usd?
In migliaia mi sembrebbe un pò poco per influenzare una campagna elettorale

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gremlin
Scritto il 25 ottobre 2011 at 14:40

bergasim,

813 mila ma hanno iniziato da poco
grazie per averci segnalato chi sarà il prossimo bought president
lo scenario di una BCE a leva 30 e tutte le storie sul greek barber shop è uno dei tanti tasselli a livello di ‘fondamentali’ che fanno ritenere che siamo ancora una volta in bolla con le settimane contate

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 25 ottobre 2011 at 15:48

bergasim,

Dici bene, anche secondo me non sono trimestrali che hanno la forza di trascinare i mercati. Ecco perchè scrivevo prima calma e sangue freddo. Possono dare sprizzi di euforia ma di breve periodo. E se il vento cambia direzione, non hanno forza sufficiente per difendersi dagli orsi. Intanto il borsello inverte la rotta e il grafichino qui sopra acquista ancora più valore.
Sul discorso dei soldi… è tutto lì il problema… si parla di cifre a vanvera, ma nondi come poterle racimolare, anche perchè… non mi sembra che ci siamo grosse disponibilità in giro. Ed ecco che si parla di leva finanziaria, di assicurazioni, di garanzie… Tutta fuffa che si aggiunge alla fuffa. Questo sia ben chiaro. Certo, per il breve termine ci può stare per rattopapre l’emergenza ma poi RIFORME STRUTTURALI URGENTI.

Per questo citofonare Silvio. il suo piano per lo sviluppo fa sQuola…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+