Mercati azionari che ritracciano, correlazioni che tengono

Scritto il alle 12:37 da gremlin


L’azionario US aveva iniziato la settimana scorsa con nuovi massimi ma poi si è indebolito progressivamente.
I mercati asiatici (Cina, Singapore e India in primis), l’Europa (Russia e Germania comprese), Canada, Brasile e Australia sono tutti in downtrend confermato come previsto dall’analisi ciclica. Gli USA invece resistono solitari in decoupling anche se nelle ultime 3 sedute hanno perso parecchio momentum (di breve).

Guardando SP500 in ottica di breve, lo scenario che preferisco in questo momento è il classico storno primaverile che metterà fine per un paio di mesi almeno al rally iniziato a novembre, quindi senza formazione di nuovi massimi. Analisi elliottiana (onda 5 con pattern da diagonale finale) e divergenze negative su MACD e RSI rendono questo scenario molto probabile
Tuttavia, guardando in ottica di lungo periodo (dai minimi 2011), l’evoluzione resta nettamente rialzista, con forte momentum su time frame settimanale (MACD e RSI in ipercomprato). E’ pertanto logico attendersi durante il 2012 nuovi massimi. Riporto la view di Caldaro in ottica daily che condivido:

E qui l’andamento settimanale dei comparti dell’equity, i finanziari i peggiori:

Questa correzione non dovrebbe spingersi sotto 1280 per mantenere inalterate le probabilità di ripresa del bull market a breve; una discesa più profonda andrà valutata per le cause sottostanti che la genereranno ma sicuramente aprirà scenari correttivi anche di lungo periodo. Il target ribassista di breve più probabile resta area 1310 dove si dovrebbe vedere una decisa reazione o quanto meno la formazione di una fase di accumulo.
Alla debolezza dell’azionario si è pure accompagnato un movimento delle diverse asset class abbastanza ben correlato.

Bond
I governativi USA e tedeschi è da qualche tempo che si muovono con violenza in su e giù all’interno di un laterale di lungo periodo; la settimana scorsa hanno ripreso a salire riflettendo il sentiment “risk off” dei grandi speculatori; invece il BTP è stato venduto in sintonia con le nuove paure sul debito spagnolo e sul dietro front di Monti sulla riforma del lavoro (sì al possibile reintegro dei licenziati).

Valutario
Dollaro US che si rafforza contro euro e dollaro australiano che da tempo ha perso lo smalto che l’ha contraddistinto negli ultimi 5 anni malgrado il continuo rialzo di WS che ha sempre fotocopiato. Questa debolezza contro USD deve allora essere messa in relazione alla concomitante debolezza dell’oro che resta il vero fondamentale di collegamento con l’aussie.

Preziosi
Dream ha parlato recentemente della discesa dell’oro anche nel suo video TRENDS e da allora il trend ribassista si è fatto più evidente; quando USD si rafforza, oro e petrolio scendono e così è stato anche per la settimana precedente.
Al momento l’oro non è più percepito come bene rifugio e quindi prevalgono le logiche speculative; molto probabile la continuazione della discesa ma in area 1500/1550 mi aspetto un forte ritorno degli acquisti.
L’argento ha formato da tempo un triangolo ribassista di lungo per cui molto probabile il test di area 25 fintato che prevale il sentiment “risk off” sull’azionario.

Commodity: energia
Il WTI dovrebbe trovare forte supporto in area 100 ma già a 103, dove si trova adesso, è discreta base di accumulo; è da notare tuttavia che la mancanza di nuove tensioni geopolitiche e una sorta di ciclicità stagionale inducono alle prese di profitto; sotto 100 si trova un altro forte supporto a 94; sul breve prediligere lo short trading e proteggere gli eventuali long con stop in area 102 e 99.
Il gas risente di un inverno eccezionalmente caldo negli US con temperature superiori ai top del 1945 e la produzione continua a determinare un aumento delle scorte; probabilissima formazione di nuovi minimi a breve, eppure un supporto forte di natura fondamentale si dovrebbe trovare: all’eventuale pull-back attribuisco un primo target a 2,2.

Commodity: agricoli
La siccità continua a mantenere ben sostenute le quotazioni di mais (granturco, corn). Il caffè è in sovrapproduzione e ci vorranno parecchi mesi se non anni per vedere un rialzo delle quotazioni. Soia molto richiesta con raccolti scarsi per cui prezzi fortissimi, è top asset per trading di posizione. Zucchero contrastato con eccesso di produzione indiana e brasiliana e domanda in leggera crescita solo dalla Cina, quindi quadro fondamentale di medio lungo poco bullish; il quadro tecnico di breve è molto invitante per l’acquisto tant’è che sono stati aperti di recente un numero rilevante di contratti long su scadenza prossima, quindi in caso di buon rialzo chiudere rapidamente le posizioni in profit. Il grano (frumento, wheat) prospetta raccolti abbondanti per il 2012 ma le quotazioni tengono, basterebbe un accidente metereologico come un inatteso calo delle temperature durante la germinazione per far schizzare le quotazioni.

Commodity: metalli
Il rame lateralizza da mesi in uno stretto trading range, esprimere tutta l’incertezza e attesa per un possibile hard lending cinese e sconta la recessione europea e americana; non prendere posizioni rialziste. Il palladio è in downtrend confermato, d’altra parte l’industria automobilistica è in sofferenza. Anche il platino è in downtrend confermato e ora si trova appiccicato a un supporto di breve molto importante, non mi sorprenderei di vederlo sotto 1500 a breve; se non tiene area 1600 andare short senza troppe remore.

In Compass&More sono già stati aperti diversi trade multi-asset, con diversi orizzonti temporali e livelli di rischiosità; questa settimana parte l’investimento in oro fisico con hedging.

§§§

Ti è piaciuto questo post? Clicca su “Mi Piace” qui in basso a sinistra!

Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il 
disclaimer (a scanso di equivoci!)
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! | 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.9/10 (8 votes cast)
Mercati azionari che ritracciano, correlazioni che tengono, 9.9 out of 10 based on 8 ratings
Tags:   |
8 commenti Commenta
andy77mi
Scritto il 9 aprile 2012 at 13:41

Articolo molto chiaro ed efficace. Chiarissimo !

Sull’intermarket, dopo essermi letto e riletto una seconda volta tutti il Murphy (libro chiarissimo peraltro, e molto esplicativo con i grafici commentati da quindi anni a questa parte) continuo osservare ed a chiedermi se i mercati siano più in fase di timore di inflazione (con le normali correlazioni legate alle attese delle banche centrali sui tassi – vedasi FED che dice che non ci sarà probabilmente un altro QE) oppure in timore di deflazione (con la relazione fra tassi ed azionario positiva, nel senso che un pò di rialzo dei tassi invece di far paura fa ben sperare di essere usciti dal pantano).
A me pare che ci sia un decoupling fra USA (dove le cose vanno apparentemente un pò meglio sul fronte di occupazione e ripresa) ed UE (dove invece siamo nelle paludi della stagnazione, disoccupazione feroce per certe aree fra cui l’Italia e tante altre cose che tu e Dream descrivete così bene qui).

Saluti e buon Lunedì dell’Angelo !

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

andy77mi
Scritto il 9 aprile 2012 at 13:43

p.s.Devo cambiare nick. Non corrisponde a quello che uso su Compass e immagino che generi confusione. Vediamo se riesco a farlo senza far pasticci.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

lampo
Scritto il 9 aprile 2012 at 18:28

Ottimo Gremlin

Terrei d’occhio anche il dollaro CAD, visto che il dollaro USD non riesce ad apprezzarsi nei suoi confronti (anzi il trend è ancora ribassista). Per dirla tutta, visto che abbiamo l’euro… farei una puntatina con orizzonte temporale trimestrale (massimo semestrale) sull’obbligazionario canadese, magari attraverso un bel fondo (qualità di credito almeno AA).

Sull’oro ritengo che nelle giornate scorse siamo giunti al livello da cui si può ripartire.

Ovviamente potrei sbagliarmi…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gremlin
Scritto il 10 aprile 2012 at 14:10

andy77mi@finanza,

:D

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gremlin
Scritto il 10 aprile 2012 at 14:25

lampo,

:D

francamente se devo speculare sulle valute con un orizzonte temporale così breve preferisco strumenti più diretti, forse perchè sono costituzionalmente contrario ai fondi (le performance che si ottengono sono sempre una sorta di lascito post aliquota di retrocessione=ter ).
entro sabato parte il nuovo trade ORO FISICO su COMPASS&MORE e avremo modo di approfondire

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

    Scritto il 10 aprile 2012 at 14:35

    Mamma mia quanto sei avanti… e allora domani piazzo un post sull’oro e poi…. :-) si parte!

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)

gremlin
Scritto il 10 aprile 2012 at 14:59

Dream Theater,

:wink:

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gremlin
Scritto il 10 aprile 2012 at 18:27

DEBACLE PANIC TRADING SYSTEM STRIDONO

in ottica scalping il mini è da comprare perchè fuori banda bollinger

primo target di brevissimo di SP500 resta comunque 1340, comprare anche qui un etf (anche a leva) con stop abbastanza stretto e take in zona 1355

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+