L'oro nero alla fine del crollo?

Scritto il alle 18:47 da Danilo DT
E’ abbastanza comune, in questi giorni, leggere sui giornali e sentire parlare del grande crollo del petrolio. Non mi metto a discutere sul grandissimo problema del cartello tra le case petrolifere (in quanto il petrolio scende ma la benzina…), caso di cui dovrebbero occuparsene le associazioni dei consumatori, e prima di loro le Istituzioni. Andiamo ad analizzare la situazione che ci troviamo. Beh, non c’è che dire, il petrolio oggi ha le ossa decisamente rotte, nel senso che dai massimi di luglio posti a 76.40 $ siamo arrivati a quasi -33% da quei livelli. Tutto questo è coerente? Uno cosa è certa, il mercato sta sopravvalutando l’impatto di un inverno globalmente più caldo del previsto, e tutto questo è stato inoltre terreno fertile per gli speculatori, senza tener conto che gli effetti dei tagli di produzione OPEC ancora non hanno avuto impatti sul mercato. Per farla breve, il petrolio molto probabilmente si trova al limite della sua discesa. Interessante in questo ambito leggere il rapporto del CFTC (visibile dal sito internet dedicato) dove si vede che i “Commercial” hanno sensibilmente aumentato i Long (anche gli short sono aumentati ma in misura inferiore), indice del fatto che i cosiddetti “operatori” iniziano a considerare interessante il prezzo del petrolio. Discorso diverso (che però è ovvio) è quello dei Non commercial che sono trend follower. Ovviamente il loro short è evidente e più che logico. Entrare oggi sul petrolio è sicuramente prematuro per un puro trend follower, però potrebbe essere molto remunerativo per chi vuol “tentare il colpo”.

Guardando il grafico qui sopra si può chiaramente notare che ci troviamo in profondo ipervenduto con l’RSI che sembra voglia tentare un’inversione. Il tutto in presenza di volumi sostenuti come non mai. Segno che la speculazione, in questo momento, la fa da padrone Inoltre ci stiamo avvicinando al livello del 50 % dei rintracciamento di Fibonacci posto a 59.80 circa. Che fare quindi? Per chi ci vuole provare, questa potrebbe essere un’occasione super, per gli altri…beh, diciamo che si può aspettare o la rottura del trend ribassista o quantomeno una figura di inversione come, ad esempio, una evening star formation o un 1-2-3 low. Nella speranza che, vedendo la velocità del crollo, non ci sia un recupero altrettanto rapido… Io un cippino lo metto, ma solo un cippino…
(Articolo pubblicato anche sul sito di Trend on-line)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+