Attentati a Londra… L'effetto sui mercati

Scritto il alle 10:05 da Danilo DT

Se fossimo nel 2001, la notizia di un attentato a Londra avrebbe sicuramente creato volatilità e paura sui mercati finanziari. Qual’è e quale sarà la reazione dei mercati? Basta guardare oggi quello che succede: tutto apparentemente tranquillo. E notate bene che la situazione è particolarmente ghiotta come pretesto per iniziare una bella correzione. Invece al momento niente di fatto.

La verità è questa. Dopo aver visto crollare le torri gemelle, dopo aver visto saltare i treni spagnoli e dopo aver assistito a diversi atti dimostrativi più o meno concreti, il mercato è un po’ come se fosse “assuefatto”. E’ brutto dirlo ma…è così. Un rischio attentato oggi non ha più l’impatto che poteva avere anni fa. E quindi ecco spiegato il motivo per cui non abbiamo assistitio oggi ad un crollo dei mercati.

Nel frattempo negli USA continua la solita lateralità. L’indice S&P è sempre ingabbiato e quindi non ci sono sostanziali novità.

spx-070701a.gif

Nel grafico è evidente la divergenza dell’indicatore MACD. Boh… staremo a vedere…

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

EURO: quale futuro ci attende?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+