Analisi ciclica: attenzione al medio periodo

Scritto il alle 15:28 da spoore

Aggiornamento ciclico: DAX, SP 500, FTSE MIB

Buona settimana,
in questo nostro consueto aggiornamento di analisi ciclica, vorrei portare all’attenzione un’osservazione sui mercati occidentali che penso non possa passare inosservata e che valga la pena approfondire successivamente.
Innanzitutto guardate questo grafico

In nero il DAX che va per la sua strada, in blu l’SP500 la terra di mezzo, in rosso l’FTSEMIB fanalino di coda. A livello ciclico questa prima osservazione mi ha portato a rivedere la situazione di lungo periodo. Ecco i relativi cicli economici con il composite momentum:

DAX in piena fase d’espansione rispetto al ciclo economico iniziato in marzo 2009. Confermato anche dalle relative medie mobili

La rossa rappresentativa del ciclo economico è stata penetrata al rialzo così come la blu del ciclo superiore, situazione questa che suggerisce la revisione della veduta di lungo periodo.

Stessa cosa per l’SP500, con la sola attenuante che il ciclo di ordine superiore al ciclo economico sta rompendo ora la sua media mobile, quindi leggermente indietro rispetto al DAX.

Nota dolente per il nostro FTSEMIB

Fase distributiva già iniziata su ciclo economico, ma la cosa più triste è che nemmeno è stato confermato ancora questo ciclo economico, segnale che il ciclo superiore è ancora nella sua fase discendente con il grande minimo ancora da raggiungere.



Situazioni che andranno ben monitorizzate nel proseguo degli eventi.
Operativamente sull’SP500, mi riaggancio a quanto esposto nella precedente analisi, prese di profitto che iniziano a farsi sentire man mano che prosegue questo ciclo T+2 (mensile) ormai nei pressi del suo massimo.

A questi livelli di prezzo non mi passa neanche per l’anticamera del cervello di aprire ulteriori posizioni long. Anzi, lascerei correre tutto in trailing stop.

Buon trading
Spoore
www.imparare-trading.it

Clicca qui a fianco e Vota questo articolo su Wikio!

Tutti I diritti riservati ©

 

NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

Sostieni I&M!
Clicca sul bottone ”DONAZIONE” qui sotto o a fianco nella colonna di destra!

Image Hosted by ImageShack.us

Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI!

Vuoi provare il Vero Trading professionale? PROVALO GRATIS!

Analisi ciclica: attenzione al medio periodo, 10.0 out of 10 based on 3 ratings
6 commenti Commenta
ivegotaces
Scritto il 21 dicembre 2010 at 16:10

Ciao, davvero interessante il tuo intervento e saggio da parte tua utilizzare un trailing stop. Ripropongo qui un quesito: ha senso per il 2011 continuare a stare lunghi di DAX e corti di FTSEMIB? Cosa ne pensate?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

gremlin
Scritto il 21 dicembre 2010 at 16:36

ivegotaces@finanza,

per rispondere a una domanda così occorrerebbe aver prima chiarito quale sarà il trend primario dei prossimi dodici mesi, ma purtroppo non ci può essere risposta seria a questo quesito visto che nessuno conosce il futuro, stare lunghi o corti è sicuramente una buona idea ma solo fino a prova contraria
in alternativa alle profezie ci sono gli scenari probabilistici che ti permettono di ipotizzare obiettivi di prezzo/tempo coi quali costruire strategie e impostare operatività di brevissimo, breve, medio, lungo ecc. ecc.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

spoore
Scritto il 21 dicembre 2010 at 16:51

ivegotaces@finanza,

mi aggancio al commento di Grem…ad oggi, affermare ciò che hai detto equivale ad una scommessa senza cognizione di causa. Il mio post vuole solamente evidenziare delle divergenze tra mercati occidentali che andranno analizzate nello specifico volta per volta.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

daino
Scritto il 21 dicembre 2010 at 16:55

ivegotaces@finanza,

ho letto gremlin, cmq per me si. Questo è ormai un modo, alternativo agli scapestrati titoli di stato, per ridurre il rischio nei portafogli e secondo me è necessario iniziare a quotare la possibilità di assistere a giorni (fino a un po’ di tempo fa impensabili) con indici “forti” positivi e indici “deboli” negativi: tra la’ltro non ci scordiamo che la liquidità sui mercati finanziari è elevata (finchè bernanke e co. decidono così) e quindi in molti potrebbero decidere di seguire la famosa frase “l’istinto del gregge è un solido istinto di sopravvivenza in un ambiente di eccessiva liquidità”,amplificando così le scorrelazioni fra gl’indici

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ottofranz
Scritto il 21 dicembre 2010 at 17:33

non ho la vostra preparazione nè competenze specifiche.

Sono un semplice “tracciatore di linee”

Mi permetto di postarvi le linee che mi guidano in questa fase e che sembrerebbero corrispondere alla vostra visione

Ftsemib Week lungo

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

filipposense1
Scritto il 21 dicembre 2010 at 18:00

Sul DAX di lungo periodo è evidente un bel triangolo ascendente con resistenza intorno agli 8000. il break out potrebbe dare una spinta molto forte.
Il FTSEMIB parla da solo.. una lateralità preoccupante che impedisce di posizionarsi sul lungo. Sembra quasi che i minimi del 2003 facciano da resistenza. Io per il momento sto alla finestra sempre considerando le opportunità sul breve.
SP500 con un grande slancio, ma sono sicuro che l artificiosità con la quale sta viaggiando provocherà effetti collaterali a tutto il sistema. Penso che i vari QE potrebbero risultare i primi mattoni della prossima crisi. cosa ne pensate?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+