TASSI: rendimenti in ripresa ma il premio al rischio?

Scritto il alle 09:45 da Danilo DT

Pian pianino lo scenario del mercato obbligazionario sta cambiando. Il mondo ZIRP inizia ad essere messo in discussione da questa fase di ripartenza (perché più che di ripresa occorre definirla RIPARTENZA) che non ha nemmeno riferimenti storici credibili. Quindi un mondo da scoprire che è stato “violentato” con politiche monetarie e fiscali senza precedenti, che hanno portato la liquidità a livelli stellari e i tassi sotto terra. E proprio quei tassi, grazie alla ripartenza progressiva, stanno rialzando la testa. Guardate la curva del 10y tedesco, incredibilmente sta tornando in positivo dopo un lunghissimo periodo di negatività. Oggi a -0,16%.

Attenzione però, primo rovescio della medaglia per gli investitori è che i bond iniziano a perdere valore (tassi in aumento, valore dei bond tasso fisso che scende). Ma badate bene che qui parliamo dei Governativi. La logica dovrebbe farci dire che con i rendimenti in rialzo, gli spread tendono ad allargarsi. Ed i portafogli obbligazionari sono mediamente pieni di titoli a spread.

Parliamo ovviamente di corporate, HY e anche emergenti, tutta carta con rischiosità maggiore, presa per avere un rendimento migliore. Ma adesso questa carta come si sta comportando?
Surprise…. Si sta comportando molto bene, malgrado tutto. Non sale ma di certo non scende come dovrebbe.

Il grafico è lo spread tra Aaa e Baa dei bond USA by Moody’s. Mettetela come volete, sicuramente è colpa di TINA, forse che la volontà di tenere alto il tenore dei bond corporate per non far partire una crisi del credito, forse il mood RISK ON sostiene le quotazioni anche della carta straccia. Io interpreto questo grafico solo in un modo. Anzi, l’ho scritto proprio sul grafico. E il premio al rischio….MUTOOOOO!

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se sei interessato agli argomenti qui espressi e vorresti approfondirli, contattami!
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)
(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!).

Tags: ,   |
1 commento Commenta
andreapeppo94
Scritto il 26 Maggio 2021 at 21:53

Buonasera a tutti, spero che stiate bene. Faccio una domanda al pubblico se qualcuno può chiarirmi meglio il consetto espresso in questa frase alla fine del post:

“forse la volontà di tenere alto il tenore dei bond corporate per non far partire una crisi del credito, forse il mood RISK ON sostiene le quotazioni anche della carta straccia”

Da questa frase capisco che alzando il rendimento sui bond corporate (cioè ABBASSARE il tenore se non ho interpretato male l’analogia) si rischia di far scattare una crisi del credito. Riguardo invece alla frase RISK ON in che senso si intende che sostiene le quotazioni della carta straccia? Ha per caso qualcosa a che fare con il QE?

Grazie mille se qualcuno avrà tempo di condividere delle nozioni, buona serata a tutti!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Sondaggio #5-21: WTI crude oil a fine anno (base 50$/bar)

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+