WALL STREET: quanto sconta il crollo del prezzo del petrolio?

Scritto il alle 15:11 da Danilo DT

petrolio-wall-street-utili

Periodo di trimestrali USA e la borsa si trova a fare i conti con gli scostamenti tra previsione utili e dati effettivi. Ma quale sarà l’impatto delle revisioni al ribasso degli utili delle società petrolifere quotate a Wall Street?

BOOM! I dati di Apple tanto per cambiare sono stati veramente impressionanti. Numeri da capogiro, utili oltre le attese ed un fatturato che ha letteralmente polverizzato le previsioni degli analisti.
Ma fino a quando potrà crescere Apple?
Chissà…certo dovranno innovarsi e chissà cosa inventarsi. Non basterà arrivare a produrre l’Iphone 11, un giorno.
I dati di Apple vanno un po’ in contrasto coi dati forniti invece da altre società. In primis da Microsoft che invece avevano deluso le attese.
Quindi tutto bene? Per certi versi il bello deve ancora venire. Molte aziende continueranno a battere le attese e altre invece deluderanno. Ma c’è un settore che secondo me deve essere analizzato con attenzione. Mi riferisco all’energy.
Queste sono le previsioni settoriali sia di fatturato che di utile in ambito di trimestrali di fine 2014.

crescita-utili-trimestrali-USA-2014

trimestrali-usa-fatturato-2014-borsa-usa

Come vedete le attese sono tutt’altro che positive. Quali saranno gli effetti sul mercato di un eventuale tsunami del settore energetico, derivante dal crollo del prezzo del petrolio? E quanto è stato valutato nel trend degli utili il rafforzamento del dollaro USA?

Prendiamo un colosso che proprio oggi ci fornirà la trimestrale: Exxon. La quotazione a Wall Street ha già scontato tutto?

exxon-chart

In poche parole, forse, anche negli USA il mercato azionario unidirezionale potrebbe finalmente cambiare. Quindi selezione sia settoriale che qualitativa. In un mercato dove il paracadute della FED sta progressivamente venendo meno, saranno sempre di più la qualità dei bilanci a fare la differenza.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

InvestimentoMigliore LOGO

La tua guida per gli investimenti. Take a look!

 

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto.
Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email (intermarketandmore@gmail.com).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
WALL STREET: quanto sconta il crollo del prezzo del petrolio?, 10.0 out of 10 based on 1 rating
5 commenti Commenta
gnutim
Scritto il 28 gennaio 2015 at 16:25

intanto petrobras fa -12%

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ob1KnoB
Scritto il 28 gennaio 2015 at 17:08

D’altra parte non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere.
Sapevi che a novembre e dicembre le scorte in Usa sono state sorprendentemente equilibrate dato quello che stava succedendo o no?
Poi per i curiosi si scopre che i produttori Usa esportavano 500m barili al giorno verso il Canada…500b/d al giorno ?? al Canada??? carino no? Immagina che effetto fa non solo sulle scorte ma soprattutto sul Gdp nel momento in cui va di moda annualizzare le statistiche…
Viviamo in un mondo di balle e purtroppo nessuno ce le spiega.
Grande Apple!!! (??) venduti 76milioni di Iphone 6….!!!
Visto qualche analista che ti dice che di 18mld di utili (chiaramente quasi esentasse visto che si fermano offshore) l’80% deriva da un unico prodotto (…….. e il 67% del fatturato..) e chiaramente non si enfatizza cosa potrebbe succedere se:
http://www.wired.it/mobile/smartphone/2015/01/28/xiaomi-smartphone-ruba-in-minuti/
http://www.hwupgrade.it/news/apple/xiaomi-sfida-apple-mi-note-pro-gratis-a-chi-ci-consegna-il-suo-iphone_55789.html
Anche i più bravi, i più geniali, i più fortunati sono prima o poi imitati e ad un prezzo più basso..
Appl vale poco meno del 10% dell’Ndx….

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

john_ludd
Scritto il 28 gennaio 2015 at 17:30

proviamo a sentire quel che racconta chi ci lavora, mica complottisti contro/pro sovietici, gente pagata milioni dalle compagnie e che per diletto raccontano qualcosa ai peones sempre che questi vogliano ascoltare qualcosa di diverso dalla fata turchina:

http://www.prienga.com/blog/2015/1/22/what-to-do-about-all-that-surplus-oil

http://oilprice.com/Energy/Crude-Oil/U.S.-Shale-Boom-May-Come-To-Abrupt-End.html

uno schock petrolifero tra 12 – 18 mesi e poi PUF !

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 3 votes)

ddb
Scritto il 29 gennaio 2015 at 20:45

Grazie. I commenti di questo blog fanno aprire gli occhi.
Sono tre anni che li apro sempre più, ma ancora non vedo niente.
Evidentemente devo applicarmi maggiormente, oppure pazientemente e supinamente aspettare gli eventi. Del resto tutti dobbiamo morire, prima o poi.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

VEDO PREVEDO STRAVEDO tra 10 anni!

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Google+