Volatilità: Europa molto meglio degli USA

Scritto il alle 11:00 da Danilo DT

VIX vs VSTOXX volatilityConfronto tra grafico VIX e VStoxx. I tempi sono cambiati.

I tempi stanno proprio cambiando. Fino a pochi mesi fa, gli USA erano la piazza azionaria assolutamente più performante, più solida, più sicura. E l’area Euro rappresentava invece il rischio: qui da noi si trovava la paure del default degli stati, dell’Eurocrash, della recessione.

E poi…e poi sono arrivati l’OMT e l’ESM. Certo, restano due strumenti al momento inutilizzati, ma dal punto di vista psicologico hanno avuto un’importanza notevole. E nello stesso tempo, negli USA sono finiti i tempi pre-elettorali ed ora i mercati temono il fiscal cliff, lo scoglio fiscale che scade a fine dicembre 2012 e che può valere (se non rinnovato) il 4% del PIL USA.
Morale: anche la percezione del rischio sui mercati azionari cambia e ciò che prima era più pericoloso, oggi lo è molto meno. E invece chi prima aveva una volatilità molto bassa, si ritrova oggi a dover fare i conti con una percezione del rischio molto superiore.
Il grafico che vi presento, con sovrapposti l’andamento del solito VIX (volatilità SP 500) con il grafico del VStoxx, ovvero la volatilità dell’Eurostoxx 50.

Grafico VIX e grafico VStoxx

Il gap che si è venuto a formare credo sia lampante.

Appendice: definizione di VIX 

L’innovazione finanziaria non conosce limiti. Consideriamo le opzioni, che sono dei prodotti derivati (danno il diritto di comprare o vendere un titolo a un prezzi prefissati entro un certo periodo di tempo). Perché non creare allora un indice che consideri tante opzioni? Dato che il prezzo delle opzioni è tanto più alto quanto maggiore è la probabilità che il prezzo effettivo del titolo si avvicini a quello ‘opzionato’ – cioè a dire quanto più è volatile il prezzo di quel titolo – un indice che sia in presa diretta con i prezzi di tante opzioni è un indice di volatilità del mercato nel suo complesso: l'”indice della paura” è stato chiamato il Vix, perché un mercato volatile fa paura. Il Vix, calcolato e disseminato dal Cboe (Chicago Board of Options Exchange) è un indice che considera le opzioni sulle azioni dell’indice S&P 500, e non è trattato in quanto tale; ma, in una dimostrazione di “derivati del terzo tipo”, dal 2004 sono trattati anche contratti futures sul Vix. Esistono indici di volatilità simili anche per le obbligazioni.

STAY TUNED!

DT

Non sai come comportarti coi tuoi investimenti? BUTTA UN OCCHIO QUI| e seguici su TWITTER per non perdere nemmeno un flash real time! Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (7 votes cast)
Volatilità: Europa molto meglio degli USA, 10.0 out of 10 based on 7 ratings
Tags: ,   |
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+