Unione Europea: si esce dalla recessione ma non per l’Italia

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Technorati
  • del.icio.us
  • Wikio IT

EUROZONA: PIL in forte aumento in Germania (miglior dato degli ultimi 12 mesi) ma in Italia ancora trimestre negativo. E lo scenario sembra non voler cambiare.

Alla fine un miglioramenti dei dati macroeconomici è evidente. Dopo sette trimestre consecutivi in contrazione, l’Eurozona esce dalla recessione dopo sette trimestri negativi e registra un +0,3%.
Così recitano le stime Eurostat. In realtà noi qui, in Italia, questa ripresa non la vediamo e per certi versi il miglioramento dei nostri conti, che comunque sono sempre negativi per il -0.2%, sono dovuti ad un miglioramento dell’estero. Qui, da noi, la crisi resta NERA.
Non dimentichiamo mai che circa l’88% degli utili le nostre aziende lo fanno oltre frontiera (Stime R&S Mediobanca) e quindi il nostro tessuto sociale continua a risentire fortemente di uno scenario economico molto difficile.

La mappa del PIL dell’Eurozona

Come potete vedere restano in recessione Irlanda, Grecia, Spagna, Italia, Cipro, Slovenia e…Olanda. La Germania ha evidenziato da aprile a giugno un miglioramento del proprio Pil pari allo 0,7%, il più alto incremento dell’ultimo anno. Italia, come detto, a -0.2% e Spagna al -0,1%. In crescita invece il Belgio (+0,1% rispetto al trimestre precedente), l’Austria (+0,2%) la Finlandia (+0,7%) ma anche la vicina Francia: l’economia transalpina è tornata a salire superando le attese di mercato grazie soprattutto alla forte domanda interna.

Insomma, tra i BIG noi siamo sempre più SMALL. E non mi sembra di vedere all’orizzonte grosse inversioni di tendenza per il nostro Bel Paese, ormai malato cronico che per risollevarsi ha bisogno di una cura violenta. Ma il tempo passa e non si fa altro che allungare l’agonia….

STAY TUNED!

DT

Buttate un occhio al nuovo network di

Meteo Economy: tutto quello che gli altri non dicono

| Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su databases professionali e news tratte dalla rete | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)


VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (3 votes cast)
Unione Europea: si esce dalla recessione ma non per l’Italia, 10.0 out of 10 based on 3 ratings

Commenti (n° 3)Commenta

  1. idleproc scrive:

    Dal mio punto di vista in europa esiste solo un regime coloniale interno mantenuto, per ora, solo col ricatto finanziario. Stessa cosa a livello globale ma anche con qualche bombetta. Non è che gli amici crucchi ci guadagnino qualcosa. Intendo come popolo. Nemmeno in US. Sempre come popolo.
    Nemmeno in Egitto, Nord-Africa e medio oriente. Nemmeno dalle altre parti.
    Gran cosa queste “democratizzazioni”.
    E’ un regime che diventerà sempre più dittatoriale e autonomizzato dalle realtà socioeconomiche locali che ci stanno rifilando i “troppo grandi per fallire” e gli imperi sovracontinentali degli oligopoli in lotta per garantirsi il controllo dei mercati di sbocco e delle materie prime oltre alla solita garanzia di fare sovraprofitti usurai spennando tutto il sistema socio economico reale a mezzo finti governi nazionali.
    Io la vedo così, per il resto come butta?

  2. ottofranz scrive:

    e in quale chiave leggere che Rick Rieder ed il Suo BlackRock tornano a comprare titoli italiani?

    Ecco qua una delle due M !