TRUMPONOMICS alle prese con gli ESAMI decisivi

Scritto il alle 14:45 da Danilo DT

proiezione-utili-borsa

I mercati hanno festeggiato con l’arrivo del ballottaggio Macron-Le Pen.
In un mondo che vive sulla fiducia, era lecito attendersi un tale tipo di reazione sulle piazze finanziarie.
Passata la sbornia, ora è giunto il momento di calarci nuovamente nella realtà e nella quotidianità, spostando l’attenzione a quello che rappresenta il grande punto interrogativo del 2017. Ovvero la Trumponomics.
E permettetemi, saltano fuori come funghi tutti i problemi e le incongruenze che avevamo già denunciato in passato.

Tanto per cominciare, oggi dovrebbe essere comunicata la sforbiciata sulla corporate tax al 15%, anche se questo vorrebbe dire una perdita notevole di entrate tributarie nelle casse federali ed un conseguente aumento del deficit di bilancio.
Peccato che Trump ed il suo staff avevano promesso che per il varo di una tale misura non ci sarebbe stato un impatto sul bilancio stesso, grazie a mosse che andavano a controbilanciare tale provvedimento.
Quindi dove sta il problema? Trump deve sempre passare dal Congresso prima, ed essendoci profonde spaccature anche all’interno del suo stesso partito è tutto da dimostrare se riuscirà a fare ciò che aveva in programma, anche perchè i conti pubblici non tornano per nulla.
E per far quadrare un po’ meglio i conti, ecco cosa vuol fare Trump:

(…) Lo stanziamento dei fondi necessari per l’avvio della costruzione del muro al confine tra Stati Uniti e Messico non sarà previsto nella legge di spesa che dovrà essere approvata entro venerdì: lo ha detto alla Fox News la consigliera del presidente americano Donald Trump, Kellyanne Conway, sottolineando comunque che il progetto resta una “priorità molto importante” per l’amministrazione. (…) (ANSA) 

Inoltre sembra ci sia la volontà di favorire il rientro dei capitali dall’estero. Ma Donald caro… anche questa è un’incongruenza bella e buona… Il motivo? Trump vuole un Dollaro USA debole. Con il rientro dei capitali, dova va a finire il Dollaro USA? Di certo NON si svaluta, vi pare?

Lo so, sono briciole ma ci fa capire come il buon Donald non è più brillante come una volta. Sopratutto da quando deve fare i conti con la realtà (fateci caso…).
Quindi, borsa USA che rischia il tracollo? A dire il vero, qualcosa di quanto vi ho scritto è già (ovviamente) trapelato tra gli operatori.
E il livello degli multipli è sicuramente non “cheap”…

trailing-12m-pe forward-12m-pe-2017

Ma questa volta dobbiamo “spezzare” una lancia per l’equity, Infatti i profitti trimestrali delle “Corporate USA” ha avuto un trimestre veramente eccellente. un +11% che non si vedeva dal 2011. Ciò quindi giustifica (parzialmente) i buy e l’euforia sui mercati USA. Dati che addirittura arrivano al 12% se parametrati al solo SP500.

analisi-utili.trimestrali-sp500-2017-Q1

E ovviamente la debordante liquidità e le rotazioni di portafoglio hanno fatto il resto. Ma nei prossimi giorni conviene seguire con attenzione le evoluzioni dell’amico Trump, anche perchè per poter mantenere credibili queste proiezioni di utili, ci vuole la spintarella della politica fiscale…

stime-utili-sp500-2017-2020 stime-utili-trimestrali-2017-spx

Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)
(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (5 votes cast)
TRUMPONOMICS alle prese con gli ESAMI decisivi, 10.0 out of 10 based on 5 ratings
11 commenti Commenta
john_ludd
Scritto il 26 aprile 2017 at 16:00

nella dichiarazione degli utili trimestrali le aziende sono molto allegre, tra GAAP e non GAAP le differenze possono essere enormi. Prendiamo i costi di ristrutturazione, sono costi ma per magia diventano un ricavo. Splendido, ma tra 3 mesi ? Tanto è straordinaria l’abilità contabile dei CFO tanto è allucinatoria la superficialità con cui si leggono i dati. In realtà al mercato non frega una mazza, gli acquisti li fanno gli HFT che mica leggono i bilanci, basta l’ultima riga, un software che elabora i testi delle news su Bloomberg alla ricerca di qualche parola chiave e un super server connesso in fibra in modo da guadagnare 1 pico secondo rispetto il software degli altri.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +3 (from 3 votes)

    Scritto il 26 aprile 2017 at 23:50

    Amico mio, posso solo essere d’accordo con te ma…questo è il mercato, sappiamo tutti che la bolla della liquidità farà danni. Quando? Beh, il spera il più tardi possibile o per lo meno il sistema mira a questo, o ancor meglio ad una progressiva uscita soft.
    Tanti auguri…

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: +1 (from 1 vote)

paolo41
Scritto il 27 aprile 2017 at 08:52

concordo con john; ho vissuto diversi anni in USA e poi ho avuto occasione di partecipare all’acquisizione di aziende americane e sulla loro facilità a manipolare i bilanci è meglio stenderci un velo pietoso. Tornando, invece, a Trump finora non ha concluso ancora niente in merito a riforme interne, anzi continua a prendere cantonate … nel muro e così è presumibile anche per la riforma fiscale dove i mercati non sono rimasti troppo convinti delle su dichiarazioni. Finora ha vissuto di twitters e di un paio di dimostrazioni militari (missili e superbomba) che sembrano, invece, aver avuto effetto nel far capire che non convenga trascurare la presenza USA nelle decisioni geopolitiche. Staremo a vedere……..

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

ob1KnoB
Scritto il 27 aprile 2017 at 11:06

‘Allora, per la verità, mi sembra troppo bassa per un’alta lode, troppo scura per una chiara lode, e troppo piccola per una grande lode. Solo questo posso riconoscerle di buono, che se fosse diversa da com’è, non sarebbe bella, e che, essendo com’è, non mi piace’
(Molto rumore per nulla. W.Shakespeare).
Toccava a Trump, questo giro, a calciare in avanti il barattolo vuoto. 100 giorni ed il pettinato bene è già bello che impacchettato dalle lobby. Nel frattempo spostiamo l’attenzione al francese con il complesso di Edipo destrutturato ben sapendo che è completamente ininfluente preoccuparsene. Ottimo.Ancora duecento billions al mese di acquisti delle banche centrali nel mondo dopo dieci anni dallo scoppio del bubbone, con le insolvenze globali in aumento, con nuovi debiti nel rapporto 3/1 verso gli incrementi al Pil inflazionato. Basta uno starnuto della vola ed il guano prende il sopravvento. I flussi verso i passivi continuano imperterriti anche se i sottostanti universi investibili sono disponibili per un decimo..dov’è il problema? ‘A fra’ chette serve? (cit) Debito? Basta chiedere.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

john_ludd
Scritto il 27 aprile 2017 at 11:12

Da­ni­lo DT,

per l’uscita soft serve un decennale crescita del PIL nominale a ritmi che non si vedono dagli anni 60 mentre nel contempo le CB riescono a tenere i tassi in prossimità dello zero senza che nessuno dica beo. A me pare più facile asfaltare l’everest per farci una bocciofila.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

ob1KnoB
Scritto il 27 aprile 2017 at 11:13

A proposito di ETF. Dopo il recente lancio degli etf di etf….ho ricordato quando nel 2007 mi offrivano di sottoscrivere un hedge di hedge di fondi edge.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

john_ludd
Scritto il 27 aprile 2017 at 11:18

oggi mi è capitato di leggere questo. Fosse stato pubblicato su riviste satiriche tipo il Cuore di decenni fa (chi lo ricorda ?) ok, ma è in realtà prassi e consuetudinei trovare notizie (?) simili su ogni presenta testata giornalistica seria. Quando una civiltà si rifugia nel delirio onirico vuol dire che la fine è a pochi passi.

http://www.huffingtonpost.it/2017/04/27/uber-progetta-i-taxi-volanti-entro-3-anni-iniziera-la-speriment_a_22057828/?utm_hp_ref=it-homepage

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ob1KnoB
Scritto il 27 aprile 2017 at 11:19

john_­ludd@fi­nan­za,

Le bocce finirebbero tutte in un angolo comunque. Troppa pendenza

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)

omnia_funds
Scritto il 27 aprile 2017 at 20:04

Interessante!!! Ma veramente parliamo di economia .?? Bah!
Se parliamo di p/e è da notare che per le Biotechnologie tale valore è addirittura più basso dell SP500 non accedeva da…..MAI. Quale dei due sarà non veritiero..?
Il Dollaro è leggermente sopravvalutato….sicuramente il rientro di capitali non agevolerà la sua svalutazione….se non ricordo male l’ultima volta si rivalutò del 14-16%…povero Tycoon!!
Se non fosse che potrebbe essere mitigato da un titolo di stato 10Y e 30Y che ha finito la sua corsa al rialzo dei tassi….segnalando la fine della fantomatica ripresa economica!!
Per la borsa americana segnalo che lentamente e faticosamente si stà dirigendo verso il primo target ipotizzato a suo tempo ovvero poco sopra i 1.400 pt. Attenzione al solito sell on new del 5 maggio!!
Saluti.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ob1KnoB
Scritto il 28 aprile 2017 at 17:46

5 maggio……colpa di napoleone o dell’inter?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

omnia_funds
Scritto il 28 aprile 2017 at 19:34

ob1KnoB@finanzaonline,

……di entrambi !!!
E’ una data setup….ma non importa.
Non mi interesso di calcio e non vorrei surriscaldare gli animi degli amici interisti…quindi sarà colpa di….Napoleone..!!
Saluti..

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+