Quando a rischiare, alla fine, non è neanche troppo la Grecia

Scritto il alle 23:03 da Danilo DT

crisi_grecia

Crisi Grecia e Weekly Rewind

Le lamentele dell’Eurogruppo nei confronti di Varoufakis significano solo una cosa: alla fine è la Grecia che ha in pugno la situazione. Il Ministro delle Finanze ellenico è ben cosciente del fatto che ormai la situazione di Atene è catastrofica e che tanto ormai, peggio di così non può andare.
Ma MOLTO peggio può invece andare all’Unione Europea, al FMI e a tutti gli altri. Infatti sono proprio loro coloro che subiranno perdite ingenti in caso di default della Grecia.
Mentre invece la Grecia ( lo ha detto più volte) vedrebbe il default come il minore dei mali. Anzi, per Syriza sarebbe la base della ripartenza.
E chissà ancora che poi, il default, non sia veramente per la Grecia l’unica possibilità per poter regalare nel LUNGO periodo al popolo una speranza.

Ormai però è una guerra di nervi, di tensioni e di parole che di economico non hanno nulla a che fare.
Come detto Varoufakis è contestato da tutti.

“Un perditempo, un giocatore d’azzardo, un dilettante”. Così sarebbe stato definito il ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis da alcuni suoi colleghi all’Eurogruppo di Riga. “I progressi non sono sufficienti, il negoziato deve proseguire”. Dice il vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis. E per il presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem “i greci sanno che il tempo sta finendo”. (Source)

Queste affermazioni fanno intendere distanze incolmabili tra le parti, ma come vi ho spiegato in settimana (in un post dopo segnalato) questa NON è la realtà dei fatti. E difatti ecco come se ne esce in una dichiarazione proprio Varoufakis:

“Credo che siamo vicini a un accordo – ha dichiarato Varoufakis – ma la cosa più importante è ottenere un buon accordo, non un accordo qualunque. Dobbiamo elaborare un nuovo modello di sviluppo per la Grecia”. (Source) 

Cavolo ragazzi, mettetevi d’accordo. Il 12 maggio, data in cui la Grecia dovrà rimborsare al FMI la cifra di 700 milioni di Euro, si avvicina. Ma per alcuni la situazione non uscirà mai da questa fase di stallo e il default sarà inevitabile.
E’ giunta l’ora del “Piano B”?
Anche di questo ne ho parlato sul blog (CLICCATE QUI) e recentemente anche ai vertici dell?Eurozona iniziano seriamente a pensarci su.

L’Europa stanca dell’indisciplinatezza greca rompe anche l’ultimo tabù e comincia a parlare di “piano B”, ovvero cosa fare in caso di un default ellenico. (…) L’uscita di Atene dall’euro “è un’ipotesi molto lontana”, rassicura il ministro dell’economia italiano Pier Carlo Padoan, mentre il collega tedesco Wolfgang Schäuble sottolinea che ora “la responsabilità è nelle mani di Atene”, solo Tsipras può evitare il fallimento. (Source) 

Io resto dell’idea che alla fine si raggiungerà un compromesso che ci verrà venduto come soluzione perfetta ma che sarà l’ennesimo escamotage per “comprare tempo” spostando in avanti il problema.
Intanto però…riguardatevi il meglio della settimana. Continuate a seguirci, condividete i post, create la consapevolezza ai vostri amici ed ai vostri contatti. E’ il modo più semplice ed economico che avete per sostenere questo blog di finanza indipendente.
A presto.

Weekly Rewind best of

Bulls & Bears: il meglio della settimana

YESTERDAY

LA GRANDE DISCRASIA: mercati ai massimi, dati macro ai minimi

Il Nasdaq Comp raggiunge nuovi massimi storici. Ma non solo il Nasdaq. Anche lo SP500 vola e il tutto avviene in un periodo di trimestrali ma anche di dati macro che sono tutto fuorchè convincenti. Fino a quando la grande bolla speculativa da asset potrà continuare?
FLUSSI FINANZIARI: evidente lo spostamento di capitali a favore delle borse europee

Interessante, in questo folle mercato, cercare di percepire DOVE vanno a finire i soldi degli investitori. Vanno sull’obbligazionario? In realtà, come detto mille volte, il mercato obbligazionario viene non esattamente scartato, ma messo in secondo piano da quello obbligazionario. Il …
TFR in busta paga. Ecco perché NON conviene il QUIR

E’ stato per mesi un tormentone e poi è diventato realtà. Il QUIR è un acronimo che significa “Quota integrativa della retribuzione”. E già qui si sente puzza di bruciato. Nossignori, non è un aumento che integra lo stipendio, è …

APR 23

GRECIA: alla fine è uno sporco GIOCO politico!

Crisi Grecia ancora sotto i riflettori: le ipotesi più varie girano tra gli operatori: Grexit, default selettivo, conpromessi. Ma alla fine si scopre che le distanze tra Troika ed Atene non sono incolmabili. E’ lo sporco gioco della politica a farla da padrone.
CINA: rally azionario guidato dalla banca Centrale PBoC

L’economia della Cina sta frenando. Ma a differenza delle banche centrali più tradizionali, la PBoC ha delle munizioni in più. Intanto ha una ricchezza e delle disponibilità che altri mercati si possono solo immaginare. Quindi, se la Cina rallenta e …
MUTUI: e se l’Euribor va in negativo?

Il mercato obbligazionario ormai ha perso tutto l’appeal. Amche se i corsi dei titoli potenzialmente possono ancora salire a causa del QE Europeo, è ormai chiaro che su quel mercato il “premio al rischio” è insignificate se non addirittura assurdo. …
IM Video #6: analisi macroeconomica e dei mercati finanziari

Analisi macroeconomica weekly Benvenuti alla sesta puntata del video prodotto da InvestimentoMigliore. Un’analisi macroeconomica sulla situazione attuale, un rapido sunto su quanto sta accadendo con un focus su alcune tematice perticolarmente HOT in questo momento: – Cross Eur Usd – Crisi …

APR 21

GRECIA e rischio contagio: come negare l’evidenza?

Tante sono le tematiche ma solo una è in grado di fare la differenza sul sentiment degli operatori, in questo momento. La risposta su quale sia questo evento è scontata: si tratta della Crisi Grecia. Già abbiamo parlato ieri di …

APR 20

WALL STREET: malgrado la correzione, non si percepisce il rischio Grecia

GUEST POST – Al momento la tendenza resta positiva e il COT Report non suggerisce cambiamenti di scenario che quindi resta lateral-rialzista. Analisi dei dati del CFTC secondo la personale visione di Lukas. Cari amici, nella trascorsa settimana, l’ormai infinita saga del …
PIAZZA AFFARI: è tempo per il take profit?

Guest post: Trading Room #171. Torna la paura sui mercati e scatta il take profit. Semplice correzione oppure un movimento più profondo? Oggi, oltre al grafico FTSEMIB, analisi azioni e focus su El.EN, Banzai. Enjoy! Il nostro Ftsemib40 chiude la settimana …

E ora che succede con la GRECIA?

CRISI GRECIA: sul tavolo delle ipotesi, oltre a Grexit e default Grecia, ci sono anche altre opzioni. Un aiuto in arrivo dalla Russia e, perchè no, un percorso che porta alla Nuova Dracma.
Riproduzione riservata

STAY TUNED!

Danilo DT

(Clicca qui per ulteriori dettagli)

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

InvestimentoMigliore LOGO

La tua guida per gli investimenti. Take a look!

 

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto.
Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email (intermarketandmore@gmail.com).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Quando a rischiare, alla fine, non è neanche troppo la Grecia, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

I commenti sono chiusi.

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+