PORTOGALLO: la Troika ha fatto più danni che altro?

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Technorati
  • del.icio.us
  • Wikio IT

Crisi Portogallo quasi archiviata. Lisbona ce l’ha fatta.
Dopo tanti sacrifici ecco l’uscita dalla procedura di salvataggio della Troika. E lo farà senza chiedere alcun sostegno alla BCE o all’Unione Europea per le future aste di finanziamento del debito pubblico. Quindi Lisbona spera che non ci siano deflussi di capitali e che, anzi, i flussi monetari in arrivo per lo più dall’Asia possano continuare a confluire dei bond di Lisbona.
Ma la cosa curiosa è che oggi, con la Troika in partenza, ci ritroviamo con un Portogallo in condizioni di salute non proprio brillanti.
L’obiettivo del deficit è stato posticipato e il debito pubblico è decisamente aumentato visto è che è aumentato di quasi il 30% in tre anni. Partito da quota 100% nel 2010 il debito portoghese sfiora ora i livelli italiani in area 130%.
Certo, il rischio default è stato debellato dall’iniezione di liquidità pari a 78 miliardi nel 2011. Ma ora la crisi, dicono, sia definitivamente scacciata ed il Protoglallo è pronto per ripartire.
Peccato però che la pressione fiscale (così chiede la Troika) dovrà essere mantenuta molto elevata. E poi c’è il problema della disoccupazione.
Insomma, sembra che l’intervento della Troika, alla fine, abbia generato danni enormi alla repubblica portoghese.
Vi lascio due grafici, con l’istantanea PRIMA dell’arrivo della TROIKA e ad oggi, quando la stessa abbandona il paese.

Debito Pubblico PORTOGALLO

Numero occupati PORTOGALLO

Non so perché ma è decisamente meglio cercare di non farla arrivare dalle nsotre parti. Viste le già delicate condizioni economiche, il forte rischio di fare la fine della Grecia non è poi così remoto.

STAY TUNED!

Danilo DT

(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!). E se lo sostieni con una donazione, di certo non mi offendo…

I need you! Sostienici!

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto.
Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email ([email protected]).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
PORTOGALLO: la Troika ha fatto più danni che altro?, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Commenti (n° 18)Commenta

  1. Io la trovo una domanda senza senso, forse c’è stato un errore di battitura ? invece di !. Il portogallo mi sembra che come pil del primo trimestre faccia -0,7 certo un successo rispetto alla mitica olanda -1,4. La stessa domanda la farei ai familiari di chi in questi anni è deceduto perchè non aveva i soldi per comprarsi le medicine per curarsi. Il portogallo è stato il primo paese ad avere un saldo negativo della popolazione ( più morti che nati ). Immagino già che si può ribattere dicendo che senza la troika sarebbe stato peggiore, personalmente ne dubito. Mi fa pensare che un giorno a berlusconi faranno un monumento perchè insieme a tremonti a detto no alla troika e FMI ma su questo non vorrei fossero fatti commenti per non deviare il post è solo una mia ipotesi …. campata in aria?

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  2. idleproc scrive:

    Sarebbero stati da appendere all’albero maestro se lo facevano.
    Non faccio commenti e non dico nulla degli altri.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. idleproc scrive:

    DT, è come se avessero portato àmachina a fare una revisione e riparazioni e se la ritrovassero riverniciata e senza motore.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  4. italiapersempre scrive:

    si sa che è un comitato strozzini internazionali che serve a drenare ricchezza dalle arterie dell’ europa- colonia per metterle in quelle ormai morte dello zombie usa

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  5. italiapersempre scrive:

    kry@finanza,

    e tu pensa che lo strozzino internazionale- che ha fatto debellare tremonti e berlusconi proprio perché non ce l’ ha fatta a succhiarci le vene- sta ritentando di tornare qui

    basta vedere da quanti giorni i maledetti in usa stanno vendendo le azioni italiane ( la borsa ieri è stata lampante )

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  6. idleproc scrive:

    Pò essere ma anche no, col costo del capitale bbraticamente a zero o sottozero e nessun controllo sulla circolazione dei capitali, le banche centrali finanziano i global-traders, quelli che fanno il mercato e che si muovono come le cavallette. Una pacchia per loro, a breve.
    Se ci vorranno mettere all’angolo penso che lo faranno in altro modo e che non verrà usato un’altra volta lo “spread”, il suo impatto propagandistico è bruciato ed esaurito.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  7. astonmartindb9 scrive:

    SCUSI LA MIA IGNORANZA, MA IL “DEBITO ANDALUSO” NON E’ QUELLO SPAGNOLO ?

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    • La ringrazio per la segnalazione. É stato un lapsus che ho provveduto a correggere. Cordiali saluti.

      VN:F [1.9.20_1166]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  8. john_ludd scrive:

    Danilo perchè non lo scrivi BEN CHIARO dato che lo sai benissimo cosa è accaduto ?

    C’è stata un gigantesca CRISI DI DEBITO PRIVATO cioè …

    DEBITO PRIVATO
    DEBITO PRIVATO
    DEBITO PRIVATO
    DEBITO PRIVATO
    DEBITO PRIVATO
    DEBITO PRIVATO
    DEBITO PRIVATO
    DEBITO PRIVATO
    DEBITO PRIVATO
    DEBITO PRIVATO
    DEBITO PRIVATO

    chiaro ?

    e questo è stato affrontato trasferendolo (per quanto possibile) sui bilanci pubblici, poi non contenti del macello è stata la colpa al… pubblico !!!

    lo capiamo oppure no che il sistema finanziario nel suo complesso era (e continua a essere) FALLITO e ha tentato di salvarsi con una operazione Robin Hood al contrario ?

    certo la Grecia bla bla bla… ma chi ha obbligato le banche franco/tedesche a prestare centinaia di miliardi a gente totalmente non meritoria di credito ?

    tagliare
    privatizzare
    ridurre
    pubblico è MALE
    privato è BELLO

    Auguri Danilo se pensi (ma non lo pensi) che chi ha creato questo casino ora lo risolva. Perché è inutile che scrivi post speranzosi di mirabolanti interventi della BCE, la stessa che non vigilato un cazzo prima e ha fatto l’impossibile per sostenere il massacro in atto. La BCE è il guardiano del sistema finanziario europeo non lavora per i peones, Draghi Mario come Bernanke Ben è un funzionario ben pagato al soldo di quella gente. Sai come si dice dalle miei parti… “chi vive sognando muore ca…”

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    • Ehm…
      Che posso dirti se non che hai ragione. Questo è il frutto del tanto decantato deleveraging. Ma dove? Come si fa a dire che si è fatto deleveraging se il debito da privato è diventato pubblico? E poi…ti viene in mente qualche altro paese che ha fatto lo stesso tipo di percorso? E anche quello oggi é fuori dalla crisi. Finchè qualcuno non prende il raffreddore e poi….
      Credo che Draghi possa fare qualcosa? beh, si potrebbe ma sono mosse talmente forti che di certo i tedeschi non accetterebbero mai. Dicasi l’utopica socializzazione del debito nazionale.
      Ma si sa…i tempi non sono ancora proprio maturi per questo….

      VN:F [1.9.20_1166]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  9. idleproc scrive:

    Già.
    Lo sappiamo tutti.
    Però non è educato dirlo in pubblico.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  10. john_ludd@finanza,

    idleproc@finanza,

    Beato lo stitico che può continuare a sognare. Amennnn

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  11. …” The positive situation of the external accounts – i.e. the external net lending – made it possible to kick-start the gradual reduction of the Portuguese economy’s external indebtedness;

    however,

    the maintenance of such net lending is not guaranteed nor is the adjustment achieved so far sufficient to dispense with the need to refinance the still high public and private Sector indebtedness levels. “…

    Banco de Portugal, “Financial Stability Report (Overview)” – May 15, 2014 – P.9

    https://www.bportugal.pt/en-US/EstabilidadeFinanceira/Publicacoes/RelatoriodeEstabilidadeFinanceira/Publications/Overview.pdf

    Padre, figlio e… [Banco] Espirito Santo (BES, Lisboa)

    http://www.bes.pt/sitebes/cms.aspx?srv=222&stp=1&id=ad3cccac-f1ef-4634-87cf-08bb98aac8b8&order=1&attach=No

    Con-sta-CIO (Comité International Olympique) … !

    サーファー © Surfer

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  12. john_ludd scrive:

    “L’Europa sbaglia sull’Ucraina, così rischiamo la terza guerra mondiale… a Bruxelles i vertici UE si immischiano troppo nella politica mondiale, sebbene la maggioranza dei membri non ne capisca nulla. Ultimo esempio, il tentativo di fare entrare l’Ucraina nella UE. E’ megalomania… e hanno posto a Kiev la scelta, o UE o Est… ci vuole una rivolta del Parlamento europeo contro gli eurocrati di Bruxelles”

    Helmut Schimidt, 95 anni, uno degli ultimi EUROPEI

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  13. john_ludd@finanza,

    Che strano quando scrissi:13 maggio 2014 alle 22:39
    Guarda che a Bruxelles non è il parlamento che comanda. Il voto delle europee vale quanto ( se non meno ) il voto per i nostri referendum. Vale NIENTE.@@ mi è stato risposto in inglese:14 maggio 2014 alle 00:00
    s-Orr-Y … and where did you read that the European Parliament doesn’t count for anything?!?
    Maybe, on the cartoons-”NEWSPAPERS” (quI-quO-quA) of crap of the Republic of Italy! Leave them alone, they write and don’t even know what they write – everything is passed at (to) them.
    Currently the money coming – and/or will – arrive from Europe; ALONE! STOP.
    The N_E_X_T European Parliament will have greater weight and importance – as a result of various reforms carried out in the last two years and in recent months, too.
    Be careful!
    Don’t brainwashed by the I_G_N_O_R_A_N_T_S who WRITE on the cartoons (QUI-QUO-QUA) of the Italian “NEWSPAPAERS”; in short.
    Are just I_G_N_O_R_A_N_T_S (“of their”).
    - European funds agreed by the European Parliament -
    -1-
    European Parliament (Committees Committee on Constitutional Affairs), “New rules on funding EU political parties and foundations” – March 18, 2014
    http://www.europarl.europa.eu/pdfs/news/expert/infopress/20140317IPR39131/20140317IPR39131_en.pdf
    -2-
    European Parliament, “Adoption of the European Social Fund (ESF) regulation by the European Parliament” – May 12, 2014
    After the adoption of the EU’s Multiannual Financial Framework (MFF) 2014-2020, the European Parliament has adopted the regulation on the European Social Fund (ESF).
    The ESF will be the new programmin tool that will help Member States to respond to the Union’s priorities and recommendations for national policy reforms in the fields of active labour market policies, social inclusion and employment policies, institutional capacity and public administration reform.
    From 2014, the role of the ESF will be reinforced:
    - allocating at least 20% of the Fund to social inclusion;
    - promoting equality between women and men and equal opportunities for all without any discrimination will be integrated in all actions;
    - a greater emphasis is placed on combating youth unemployment;
    - greater support will be provided to social innovation.
    The ESF will be implemented in close cooperation between public authorities, social partners and bodies representing the civil society at national, regional and local levels throughout the whole programme cycle.
    The European Social Fund will be at the forefront of innovative managing rules to simplify implementation of projects.
    You can find all the information about ESF 2014-2020 at the following link:
    http://ec.europa.eu/esf/main.jsp?catId=67&langId=en&newsId=8229
    サーファー © Surfe @@@@@@@ Forse Schimidt è mio nonno.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  14. Kry – Ludd – Friends,

    pensare che il Parlamento Europeo non conti nulla è sbagliato. Lo scrivo davvero spassionatamente.

    Risulta essere l’Assemblea legislativa dell’Unione Europea.

    Essa svolge una funzione di controllo ed è l’unica Istituzione Europea ad essere eletta direttamente dai Suoi Cittadini – nel bene e/o nel male (come sapete e come La penso al riguardo).

    Insieme al Consiglio dell’Unione Europea, costituisce una delle due Camere che esercitano il Potere Legislativo nell’Unione.

    -[ http://europa.eu/about-eu/institutions-bodies/european-parliament/index_it.htm ]-

    Per capire la Sua importanza, basta SOLO “vedere” – con i propri occhi; “in carne ed ossa” e non per interposte Persone! – l’ESERCITO dei LOBBISTI che ogni giorno – per 365, all’anno – battono (IL) tamburo battente.

    Altro discorso è la burocrazia e/o l’inettitudine – “ignoranza” – di chi Ci lavora e/o viene “nominato” – senza arte, ne parte, molto-MOLTO SPESSO-spesso (in TUTTI i “settori” – anche esterni alle “Istituzioni”, intese in senso lato).

    P.s: Kry scrivo in Inglese, Vuoi per tenerMi allenato – serve SEMPRE! – e (sopraTTuTTo) perché DT ha “amici” EXTRA-[territoriali]. “Li faccio capire meglio” – (SE) sanno “pesare” bene (naturalmente).

    Saluti di buon weekend.

    サーファー © Surfer

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  15. john_ludd scrive:

    @finanza,

    io non ho mai scritto che il parlamento europeo non conta nulla , ma certo non conta abbastanza ma soprattutto non credo sia poi tanto importante, perché, lo ripeto per la centesima volta, l’euro è un fallimento a prescindere da come funzioni il parlamento. Questo non vuol dire che tra 6 mesi ci sveglieremo senza euro in quanto giusto/sbagliato è un concetto che storicamente non ha senso alcuno. La storia non è stata fatta con l’etica ma con le spade e/o con l’inganno. Non mi interessa neppure l’esito delle prossime elezioni, scontato e non sufficiente a cambiare la direzione di marcia. Non sarà quindi un evento che cambia, sarà sostanzialmente l’ennesimo non evento. Al contrario l’incontro a Pechino tra Putin e Xi Jinping avrà importanza epocale. Ogni litro di petrolio, ogni ampolla di gas naturale che verrà rediretto dall’Europa alla Cina è energia in meno per l’Europa che NON verrà sostituita perchè non è questione di prezzo ma di disponibilità. Il picco del petrolio pro capite non è un evento del futuro ma è avvenuto 20 anni fa. Quanto si legge sui giornali italiani, questa claque anti russa è ancora più suicida che la claque pro euro (infatti sono gli stessi). Se l’intervista di Scaroni pubblicata sul Washington Post dove viene spiegata la situazione reale con parole che possono essere comprese anche dalla zia Maria, NON viene ripresa dai giornali italiani, se le stesse autorità governative americane affermano che il loro paese non sarà MAI energeticamente indipendente mentre i nostri affermano che non c’è problema perchè gli americani ci venderanno l’energia che non hanno, allora mi è del tutto chiaro che questo paese sta per sprofondare in un buco talmente profondo che non rivedrà mai più la luce del giorno.

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  16. @finanza,
    Ci mancherebbe continua a tenerti in allenamento, qualcosa avevo capito. Forse gli scommettitori erroneamente credono di prevedere il futuro e confondere Bruxelles con Roma. Ciao :wink:

    VN:F [1.9.20_1166]
    Rating: 0 (from 0 votes)