PORTAFOGLI: operatività, trading e asset allocation

Scritto il alle 13:04 da Stardust_IM

trading-room-investimentomiglioreI mercati si muovono, si evolvono, cambiano fisionomia e il team di InvestimentoMigliore non sta certo a guardare.

Visto che alcuni lettori erano incuriositi dalla nostra operatività, ieri seria il nostro comitato di investimento ha deciso di rilasciare (con l’autorizzazione di Danilo DT che ci ospita) alcune pillole sull’operatività che abbiamo eseguito in queste giornate.
Per la cronaca in questi ultimi giorni abbiamo modificato diversi “tasselli” dei nostri portafogli.

Tralascerei i movimenti in Alpha, Beta e Gamma, dove abbiamo provveduto ad effettuare degli “arrotondamenti” di alcuni comparti, sottopesandone alcuni e sovrappesandone altri, senza però portare nuovi ingressi.

Su portafoglio DESR abbiamo chiuso le posizioni su tre settori, ovvero Healthcare, Banche e Media, rimpiazzandoli con altri tre interessanti settori in fase di evidente miglioramento di sentiment e di forza relativa. Una serie di vendite che non rappresentano l’addio (in quanto su alcuni di questi settori siamo ancora positivi) ma solo un arrivederci. Ma il mercato, si sa, viaggia su delle logiche e delle dinamiche che a volte sono forse un po’ anomale, ma bisogna cavalcarle per meglio sfruttare la tendenza

OMEGA , il portafoglio più dinamico, ha registrato nei giorni scorsi la chiusura di posizioni short sulla borsa americana incrementando altri ETF in essere.

Anche i due portafogli azionari, il SIGMA e il DELTA, hanno visto dei cambiamenti, con l’uscita di tre titoli, e l’ingresso di tre new entry dalle interessanti prospettive.

E alla fine chiudiamo con BE.Trade. in questa fase un po’ confusionaria siamo riusciti a portare ancora un ottima performance (circa il 5%) in un trade di brevissimo long sulla nostra borsa ed abbiamo aperto una nuova posizione “di parcheggio” (meglio prendere profitto e togliersi dal rischi del Meeting della BCE di ieri che, in effetti, ha poi portato molta volatilità) ma già pronti a montare una nuova strategia.

Speriamo di aver stuzzicato il vostro interesse, e come sempre siamo a disposizione per le vostre domande con la nostra email info@investimentomigliore.net

Un grazie ancora a Danilo DT per la disponibilità e a presto.

STARDUST_IM

Riproduzione riservata

 

InvestimentoMigliore LOGO

La nuova guida per i tuoi investimenti. Take a look!

Questo post non è da considerare come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto. Informati presso il tuo consulente di fiducia. Se non ce l’hai o se non ti fidi più di lui,contattami via email (intermarketandmore@gmail.com).
NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)

VN:R_U [1.9.20_1166]
Rating: 9.5/10 (2 votes cast)
PORTAFOGLI: operatività, trading e asset allocation, 9.5 out of 10 based on 2 ratings
20 commenti Commenta
ddb
Scritto il 5 dicembre 2014 at 16:14

Mi dispiace, a me non stuzzica per niente. E non mi sembra un post convincente (pur essendo interessato).
Articolo che non serve a nulla, non dice nulla. E’ solo autoreferente.

Tanto per scambiarci pillole: anch’io nel mio ptf ho tolto due e messa una. E oggi chiudo una posizione biotech con il +60% in 7 mesi. Ma messa così, a chi frega?… e sarà vero?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 5 dicembre 2014 at 16:54

ddb@finanza,

Ciao, sono d’accordo con te. Quando ho letto il post ho chiesto agli amici di Investimentomigliore il perchè di questo articolo. Mi hanno riferito che hanno ricevuto diverse email di lettori che chiedevano loro alcune pillole sulla loro operatività. E allora hanno deciso di scrivere questo post. Non credo per autocelebrarsi (per come il conosco non sono molti i tipi, ma questo è un parere personale) ma per spiegare un po’ della loro operatività.
Poi sono d’accordo sul fatto che loro non hanno detto nulla in particolare e qualsiasi cosa avessero scritto non è certificata e quindi relativa.
Prendiamola come un semplice estratto del loro modo di lavorare sui portafogli.
Poi ovviamente preferisco siano loro a risponderti.

(Scusa eh Stardust se mi sono permesso, ma ho cercato di interpretare. Ho sbagliato?)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ironblade79
Scritto il 5 dicembre 2014 at 17:51

Mamma mia quanto mistero!

A proposito mi è venuto in mente questo.
Visto tutto il mistero che aleggia

http://www.dailymotion.com/video/xi7rud_mai-dire-lucarelli-il-sindaco-di-australia_fun

ciao

(almeno si ride un po’)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ironblade79
Scritto il 5 dicembre 2014 at 17:52

E anche questo…

http://www.dailymotion.com/video/x19g24z_mai-dire-story-serie-1-dvd-1-carcarlo-pravettoni_shortfilms

Non è che c’è dietro lui a tutto questo?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

overshooting
Scritto il 5 dicembre 2014 at 18:31

Effettivamente segnalare i movimenti ed i cambiamenti dei ‘portafogli modello’ e’ un esercizio fine a se stesso…sarebbe più’ interessante capire che metodologia usate per controllare la volatilità’ ed aumentare l Alfa tramite stock piccina…al momento non ho letto nulla che si riferisse a questo, è la mera esposizione di performance a mio parere non vuol dire assolutamente nulla, anche perché’, pur ritenendo importante il fatto di saper overperformare il mercato, credo che questo vada letto contestualmente al rischio assunto ( se guadagno 10 rischiando 5 ho fatto peggio di uno che ha guadagnato 5 rischiando 1, e di questo nn c e’ traccia nei vs post), ed inoltre, mia opinione personalissima, ritengo che sia più’ importante valutare l operato di un ‘comitato di investimento’ in fase di mercato calante e non laterale o rialzista….ribadisco quanto detto in precedenza,a mio parere parlare solo di performance e non correlarlo al rischio equivale a dire nulla…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

overshooting
Scritto il 5 dicembre 2014 at 18:33

Chiaramente stock picking nn piccina

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ddb
Scritto il 5 dicembre 2014 at 19:13

Ragazzi, non voglio essere aggressivo o polemico.
Ma se si vuole vendere della merce, occorre farla vedere. La concorrenza è tanta, come tante sono le fregature.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ironblade79
Scritto il 5 dicembre 2014 at 19:48

ddb@finanza:
Ragazzi, non voglio essere aggressivo o polemico.
Ma se si vuole vendere della merce, occorre farla vedere. La concorrenza è tanta, come tante sono le fregature.

Non possono…
Tutto parte da qua:
https://www.youtube.com/watch?v=_6eMbEsMGTs

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Stardust_IM
Scritto il 6 dicembre 2014 at 01:09

Salve a tutti.
Beh, Danilo ha accennato a quello che era il nostro obiettivo.
Non era nostra intenzione scoprirci troppo, comunque ne parleremo al prossimo incontro.
grazie a tutti per l’attenzione.
Comunque, per Overshooting, che dice delle cose giustissime, volevo solo rispondere che se si va a vedere sul nostro sito le schede dei vari portafogli, troverà tante cose interessanti come Max Drawdown, Information Ratio ( che è a mio parere uno degli indici più importanti), sharpe, sortino, e tutto il resto.

buona festa a tutti

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ironblade79
Scritto il 6 dicembre 2014 at 15:38

Tanto per far capire…
Andando sul sito non esiste nulla sul DD e IR o Sortino e compagnia cantante…

Basta vedere che sul grafico non c’è il benchmark di riferimento.

Ho preso uno a caso … (nessuno ce l’ha) In Nella seconda figura ho copiato tutta la pagina proprio per far vedere che è così al giorno 06/12/2014 alle 15.32.


Saluti!

Anticipo la risposta: Eravamo impegnati e non abbiamo caricato i dati oppure “stavamo facendo ripetizione agli ingegneri della NASA”.

E’ incredibile!! :)

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Stardust_IM
Scritto il 6 dicembre 2014 at 19:55

Posso anche capire che non ti stiamo simpatici o che magari hai interesse a parlare male di noi.
Ma poco importa, sopravviveremo anche senza il tuo abbonamento! :-) Come vedi ci sono tanti indici e ne caricheremo degli altri. IL Max DD sai benissimo che è un indice molto complesso che difficilmente può trovare applicazione in un portafoglio modello. O forse non lo sai ma fa lo stesso. Comunque per chi si abbona ci sarà nell’area PLUS che è in via di costruzione, la reportistica completa sui portafogli. Ovviamente quella che tu hai citato è un’immagine, un pezzo di un report, e non tutto il report.
Dici che ci sono dei campi vuoti? Eh sai, dovendo fare consulenza alla NASA… Ci vuole anche del tempo. Ma completeremo il tutto, un passo alla volta.
Scherzi a parte, nessun ing. della Nasa, siamo una banda di ben più semplici professionisti (o che si ritengono tali) che faranno il possibile per fare bene.
Poi tu sei libero di pensare quello che credi. ;-)
Buona festa

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ironblade79
Scritto il 6 dicembre 2014 at 23:10

Io non vendo niente.

Tu hai scritto che erano gia’ presenti. Ma non è così.

Tutto questo mistero a che pro?

Rispondi solo alle piccole provocazioni e non alle domande. Dagli eseguiti in su.

È questo che non capisco.

Ciao

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 7 dicembre 2014 at 00:29

Se ho capito bene la cosa sta prendendo una piega sul “personale”.
Gentilmente vi chiederei di discutere su Investimentomigliore.net e non su questo blog, visto che si tratta di cose che non hanno a che fare con intermarketandmore.
Grazie

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ironblade79
Scritto il 7 dicembre 2014 at 14:06

Danilo DT:
Se ho capito bene la cosa sta prendendo una piega sul “personale”.
Gentilmente vi chiederei di discutere su Investimentomigliore.net e non su questo blog, visto che si tratta di cose che non hanno a che fare con intermarketandmore.
Grazie

DT non è nulla di personale.
Io non vendo nulla ne propongo nulla.

Visto che vorrei evitare le esperienze che ho passato io, cerco di mettere in evidenza le incongruenze e la superficialità nell’affrontare una materia difficile come gli investimenti finanziari.

Poi per l’amor del cielo, uno può fare quello che vuole. Io ho fatto quello che ritenevo opportuno e cioè segnalare tutto quello manca e l’ho sempre fatto suffragato da una logica incontrovertibile.

Poi ognuno faccia come ha deciso nel suo cuore.

Per me non è normale che non ci siano gli eseguiti, non ci sia un benchmark sui portafogli, che le dichiarazioni fatte non trovino riscontro nella realtà e non mi sembra che ci sia mai stato un commento “positivo”.

Poi per l’amor del cielo, come sono arrivato, vado.

Saluti

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Stardust_IM
Scritto il 7 dicembre 2014 at 16:00

Ti chiedo scusa DT, e chiedo scusa anche ad Ironblade.
Da parte nostra non c’è nessuna intenzione di nascondere nulla.
Il fatto è che l’operatività precedente è legata a dei sistemi che purtroppo sono molto particolari e non riusciamo a dare troppo dati così espliciti.
Ora, come avrete visto dagli schemi che anche Ironblade ha riprodotto, saranno previsti molti indicatori di rischio e anche i benchmark, che per un problema tecnico non sono ancora stati caricati ma ben presto lo saranno.
Ripeto, i portafogli erano gioà pronti ed operativi, il problema era solo essere pronti con la parte informatica e la reportistica.
In futuro vedremo di essere ancora più trasparenti ed espliciti.

Buona festa a tutti

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Scritto il 7 dicembre 2014 at 17:04

ironblade79@finanzaonline,

Ciao,

posso capire il tuo punto di vista, sopratutto se ti sei già “bruciato”. Sarebbe bello capire cosa ti era successo.
Comunque posso solo dirti una cosa: il lavoro fatto da Investimentomigliore è serio e io ho visto il perchè. E sono certo che in futuro potranno convincervi, perchè hanno sicuramente la capacità e la voglia di fare bene.
Ma mi voglio fermare qui perchè sennò mi sembra di sposorizzarli in modo spudorato.
Ho però preferito dire quello che pensavo ed il motivo per cui li ospito su I&M. Semplicemente perchè se lo meritano. Punto.

:-)

a presto!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

ironblade79
Scritto il 7 dicembre 2014 at 21:30

Ciao DT e Stardust
si mi sono bruciato parecchie volte in passato.

Devo dire che io all’inizio ho sempre e solo visto l’elemento “performance” e per questo sono così “impaurito” quando viene propinato sempre e solo la performance e viene messa in risalto in modo molto forte. Una prima cosa da chiarire è che spesso le performance che propongono i vari siti di consulenza sono lorde… e tra il lordo e il netto, molto spesso per via dello slippage, delle commissioni, delle imposte, della tobin tax (se si opera in azioni e/o derivati) del costo della marginazione short (se si va anche short), il costo del servizio,; la stessa può anche essere anche meno della metà.
Ho vissuto la Borsa, dal 1997.

Quindi sia eventi esogeni che endogeni .

Ricordo allora molti siti internet che paventavano performance a 2 cifre sulle azioni, poi sui derivati. Derivati che io penso siano lo strumento più sicuro e meno rischioso a patto di saperli usare e avere le spalle coperte. (parlo di strumenti non lineari, le opzioni tanto per capirci)
Mi sono sempre occupato di questo perché purtroppo mio papà quando ero ancora ragazzo dovette lasciare il lavoro e con quel capitale ho sempre dovuti cercato di tirare fuori da mangiare per me e la mia famiglia. Non avevo la lucidità per finire l’università. La Banca alla quale mi ero affidato perdeva di più del mercato quando gli stessi scendevano e guadagnava poco quando salivano. Da li ho lasciato gli studi e ho preso in mano io “la gestione”. Da li non ho avuto più il tempo per niente. Giusto o sbagliato pensavo che se non avessi fatto nulla la mia famiglia sarebbe andata peggio di quello che era, e allora ho preso la decisione di investire. Fino a qualche mese prima MAI avrei pensato di fare questo “lavoro”, ma di fare quello che faceva mio papà.

Avevo si la passione per la finanza, ma non oltre.

A quei tempi riuscivo bene perché le obbligazioni rendevano di più e io e la mia famiglia abbiamo sempre fatto una vita modesta. Ma da qualche anno come ben sappiamo non si può più fare. I sacrifici non bastano più. Con i tassi a ZERO da qui all’eternità (per me) o con il default, dover vivere con un capitale medio e senza un lavoro dipendente è impossibile.

Senza dimenticare che prima o poi, come anche hai scritto qua su I&M , è molto probabile che verranno messe tasse di successioni pesanti (alla francese), magari qualche patrimoniale, l’aumento ulteriore della tassazione delle rendite finanziarie e non c’è più scampo.

E lo so che qualcuno può dire “fai qualcosa” “investi in altre cose”… “..”vai all’estero”…ma cambiando settore ho molta paura di perdere quel poco che mi rimane, come all’inizio ho fatto qui sulla Borsa.

Purtroppo però credo che prima o poi dovrò fare questo passo.

Tornando alla mia storia: nel 97 avevo 18 anni e pensavo che “il trader” fosse un lavoro come un altro, e cioè che qualcuno te lo insegna e vai avanti. Ma purtroppo non è così. Attenzione, non ho mai pensato al trader come uno sulla barca ai Caraibi o con la Ferrari a Montecarlo ma come uno che lavora e si porta a casa la pagnotta come avrei dovuto fare se avessi potuto imparare il lavoro di mio papà.

Sono incappato in vari soggetti, tra cui qualcuno ora in carcere e altri ancora “in auge” considerati guri… Tra questi uno molto in vista mi fece perdere nel 2000 40 milioni di lire in due settimane. Nel 2001 ho perso nel crollo delle Torri. Il “guru” di allora era irreperibile. Passata la tempesta e con -90% mi dice che doveva “salvare delle SIM”… Delle bugie assurde a cui si arriva a credere per non ammettere che ero stato scemo io…
in altre occasioni poi ho recuperato da solo, ma per mera fortuna.

In seguito a quegli episodi sono stato molto male fisicamente. Arrivai a perdere 35 kg. e curarmi per riprendere in mano la mia vita e la famiglia.

Bugie, omissioni e la classica frase”… e ma adesso il mercato è difficile… non è mai stato così…” etc. E’ da 16 anni che sento sempre questa tiritera.

Ho provato di tutto: dai Trading System all’Astrologia, alle reti neurali, Gann, l’analisi tecnica etc. con risultati modesti o comunque negativi finchè non ho deciso di ragionare con la mia testa, ma anche in questo caso i risultati non sono stati eccellenti, anche perché altrimenti non ero in cerca di servizi di consulenza.

Mi sono fidato di persone che sula carta avevano performance credibili… dico credibili perché ovviamente chi si proponeva con performance a 2 zeri ,salvo proprio all’inizio, li ho poi schivati. La cosa brutta che anche quelli “credibili” sono stati una delusione unica.

Ora mi barcameno con le opzioni, come ho scritto, ma certo non è facile e poi quando passerà la Tobin Tax Europea come da disegno originale colpirà i risparmiatori, perché statene certi le banche o i fondi non la pagheranno.

Passerà perché ha molta presa sulla massa delle persone, e attira voti… Per cui anche quella strada è minata, nel senso che se passa è finito il trading.

So che non sarò stato esaustivo, ma credo che abbiate capito perché sono sempre “vigile”.

Voglio veramente evitare che qualcuno, anche inconsciamente preso dalla “fame” di rendimenti veda delle performance e pensi che sia tutto rose e fiori e pensando così metta a rischio la stabilità emotiva ed economica della famiglia come è successo a me.

Tutto qua.

Il “resoconto” che ho fatto è molto vago, scollegato, etc. lo so, ma non posso fare di meglio Penso comunque di aver dato uno spaccato di quello che ho passato e dovrò passare.

Grazie a DT che mi ha dato spazio di scrivere. Siamo molto oltre cioè che è I&M quindi mi fermo qua con questi avvenimenti.
Raccontarle mi fa venire alla mente tante cose negative e spero solo che non succedano più a nessuno.

Ironblade79

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Stardust_IM
Scritto il 7 dicembre 2014 at 23:05

Devo ammettere che lo avevo intuito… e forse anche Danilo. Una sorta di “trader ferito” che voleva difendersi e difendere il prossimo dopo le brutte esperienze passate.

Allora, ringrazio anche io Danilo per lo spazio che ci fornisce per questo scambio di idee.
In realtà, siamo obiettivi, anche le più rosee analisi di backtesting o su dati reali di un prodotto finanziario non possono fornire l’esatta rischiosità dlelo stesso.
E ti dirò di più, tanto meno ora dove c’è una volatilità esageratamente compressa che potrebbe sempre un domani esplodere al rialzo.
Ecco perchè noi abbiamo proprio questo pallino: il rischio e non la performance.
Lo avresti mai detto? Invece è così.
Per la performance serve sennò non hai clienti. QUesto lo abbiamo provato in “altre situazioni”.
Però abbiamo anche capito cosa significa cercare di manterene i peidi per terra con il dovuto realismo.
Innanzitutto noi cerchiamo di fare le cose SEMPLICI.
I derivati che usiamo, al massimo, sono ETF a leva e nulla più, e per percentuali non così determinanti (a parte Be. Trade che è un’altra storia).
Quindi questi sono sopratutto portafogli creati per dare una mano ai risparmiatori a costruirsi un giardinetto il più possibile efficiente, diversificato ma anche approfittando di quelle aree che secondo noi hanno valore inespresso o ancora spazio di rivalutazione.

E’ anche vero che le performance sono condizionate da tobin tax, capitale gain, commisisoni ecc. Noi cerchiamo nel nostro piccolo di fare movimenti quando crediamo sia il caso, non vogliamo far regalare commissioni alle banche.
QUindi innanzitutto buon senso e gestione del rischio.
E se hai letto, abbiamo anche scritto che si, i nostri numeri sono anche impressionanti. Ma non sarà sempre festa. Ed è proprio lì che noi vogliamo dimostrare che cercheremo di fare il possibile per difendere il capitale il più possibile.
E poi ovviamente tutto deve essere parametrato al profilo di rischio di ogni singolo portafoglio.
E che diamine, solo scegliere magari l’omega o il gamma perchè rendono di più è una follia. E? una questione di quanto rischio si vuole sostenere.
Ed ecco perchè c’è alpha, il più classico dei portafogli dell’italiano medio a livello di peso bond/equity, oppure il beta, bilanciato/bilanciato… e poi tutti gli altri.

Solo un’ultima cosa: ho letto la tua storia, sono rimasto colpito ed amareggiato ma…purtroppo ho conosciuto molti che si sono trovati nella tua stessa situazione. Non posso ad esempio dimenticare un mio carissimo amico che faceva..il gommista e nel 1999 ha lasciato tutto e ripeto TUTTO (intendo l’attività) per dedicarsi al trading on line. Io ai tempi ero già nell’ambito della finanza, mi ricordo che facevo da contorno nel mindo finanza di una grossa banca ma già avevo capito che stava succedendo proprio perchè la finanza l’ho sempre vissuta come una passione. Però la smania di guadagno era impressionante…. Ricordo ancora quella sera: “ho deciso..lascio tutto e mi dò al trading! ma lo sai che in una settimana i miei 30.000.000 di lire sono diventati 40.000.000? Mai vista uan cosa così! QUesto è il futuro e SUI GIORNALI si parla del fatto che durerà ancora a lungo. Ma io sono pronto anche al peggio. Se inizia ascendere andrà short e guadagnerò ugualmente”.
Io ho fatto di tutto per farlo ragionare, ma lui diceva che ero io a non capire… e così ora lavora in una pompa di benzina e fa’ un po’ di tutto.Si percè…ovviamente si è mangiato anche ciò che non aveva.
Perchè poi che ha fatto? Perdendo ha aumentato la leva…fino ad arrivare alle mitiche CFD dopo aver giocato con opzioni e futures…con risultati pessimi.

CFD…per la cronaca sono queste…
http://it.wikipedia.org/wiki/Contratto_per_differenza

Queste lezioni insegnano molto anche se vissute in terza persona. E io sono stato il più furbo del mondo?
Nossignore. Io mi sono lasciato anche tirare… La mia esperienza…vabbè te la dico… CDB.
Dal nulla, al PARADISO, all’inferno.
Ma quanto è stato utile? Per me moltissimo, perchè è stata la mia base di partenza. E da l’investire per me NON è più stata la stessa cosa. Ed è da allora che quando investo prima di tutto GESTIONE del rischio e poi tutto il resto.

Ti ringrazio per la discussione. E’ importante per capire tante cose e, ripeto, comprendo perfettamente.

A presto.

SD

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

tari
Scritto il 8 dicembre 2014 at 11:59

Sbaglio o in un precedente post si parlava di ptf composti da fondi e in alternativa di ETF più o meno equivalenti? Lo chiedo perché mi sembra che Alpha, Beta, Gamma contengano esclusivamente fondi

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Stardust_IM
Scritto il 8 dicembre 2014 at 15:04

tari@finanzaonline,

Dici bene, Alpha, Beta e Gamma sono composti da fondi ed etf ma abbiamo anche predisposto, per chi vuole, le alternative in ETF che possono replicare in modo dignitoso il portafoglio proposto.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

Come vorresti I&M?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+