Politica Monetaria: le banche centrali si alleano per salvare la finanza

Scritto il alle 11:11 da Danilo DT

LTRO + QE (Quantitative easing) + similari: i dati della grande alleanza. Mai sfidare le banche centrali….

Ormai credo che tutti abbiate capito anche tramite i miei post che l’attività ormai preferita dalle banche centrali di tutto il globo è il “pompaggio di denaro”. Un USA lo chiamano Quantitative Easing (la FED compra bonds), in Europa si chiama LTRO (la BCE presta denaro senza comprare tutoli). E queste sono senza dubbio le due manovre di politica monetaria non convenzionale più importante degli ultimi anni. Ma non sono isolate. Infatti come BCE e FED si fanno in quattro per inondare il mercato di liquidità, anche le altre banche centrali si danno da fare, non vogliono essere da meno (e non vogliono perdere terreno…) e così…VAI! Ognuno fa la sua parte. Ed è visibilissimo anche dai bilanci delle varie banche centrali.

Qualche esempio? Eccovi il balance sheet della BCE…

Oppure il bilancio della FED…

Mettiamo a confronto i vari bilanci delle principali banche centrali…

e capirete che una enorme bolla è servita… Una bolla coordinata, ma…è giusto chiamarla bolla? Forse no, preferisco definirla “stimolo delle banche centrali a favore dell’economia”, o forse “droga”  o elemento distorsivo del mercato. Ma cambia qualcosa? Intanto però non si fanno riforme strutturali. Si tende a salvare per il momento le banche ed a mettere una toppa al problema del debito e del roll over dello stesso.

E questo globalmente è il risultato…

Il bilancio di queste banche centrali si è TRIPLICATO negli ultimi SEI anni e oggi valgono circa 1/3 della capitalizzazione di tutte le borse mondiali.

Secondo voi è proprio proprio tutto normale?

Source: Bianco Research

Sostieni I&M. il tuo contributo è fondamentale per la continuazione di questo progetto!

STAY TUNED!

DT

Ti è piaciuto questo post? Clicca su Mi Piace, sul +1 e su Twitter” qui in basso a sinistra!

Tutti i diritti riservati © | Grafici e dati elaborati da Intermarket&more su database Bloomberg | NB: Attenzione! Leggi il disclaimer (a scanso di equivoci!)
Seguici anche su Twitter! CLICCA QUI! |

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
8 commenti Commenta
Scritto il 3 febbraio 2012 at 11:21

…direi quasi una “Santa Alleanza”.
Un famoso detto ben noto tra gli operatori recita così: don’t fight the FED…
Non dimenticatelo MAI…. Perchè non si tratta solo di FED…

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 3 febbraio 2012 at 15:21

Dream Theater,

che dati sui nuovi occupati Usa in gennaio…+243.000…..ed i futures volano……per me unica nota positiva il ritracciamento dell’euro !!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

smsj
Scritto il 3 febbraio 2012 at 15:22

Dream Theater,

Sicuramente ci saranno stati altri sistemi per togliere intere nazioni dalle secche della Crisi, ma negli Stati Uniti pare che il vecchio giochetto stia di nuovo funzionando:
http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=201202031436183192&chkAgenzie=TMFI&titolo=Tasso disoccupazione Usa sceso all’8,3%, borse in festa
In Europa per fortuna il vecchio Draghi sa cosa fare. Mi farebbe piacere sapere la tua opinione e quella di altri opinionisti del blog, magari dei più pessimisti.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 3 febbraio 2012 at 15:26

Dream Theater,

ma a questo punto sorge spontanea la domanda…..negli Usa la politica monetaria super espansiva serve ancora ?

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

calciatore
Scritto il 3 febbraio 2012 at 15:55

Giusto, non combattete le banche centrali, per chi non lo avesse ancora capito i mercati saranno su risk-on per tutto il 2012 almeno , e se non bastera’ pure per il 2013. Tutte le assets class indistintamente dovranno salire , portando cosi’ benessere agli investitori, alle banche , agli azionisti ed infine ai risparmiatori, almeno quelli avveduti che avranno cavalcato strumenti ad alto rischio e con notevoli ritorni. Per l’economia reale ci sara’ il riverbero dell’aumento dei valori delle borse e del calo degli spread, facendo cosi’ ripartire il mercato dei prestiti , dell’edilizia e dei settori affini. Non riesco a capire perche’ alcuni si ostinano a non volere i soldi delle banche centrali, e’ benessere per tutti! Cavalchiamo l’onda della liquidita’.-

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

john_ludd
Scritto il 3 febbraio 2012 at 18:30

Lukas,

Le statistiche vanno interpretate. Questo ottimo e informato blogger lo ha fatto:

http://globaleconomicanalysis.blogspot.com/2012/02/nonfarm-payroll-243000-unemployment.html

niente di nuovo sotto il sole, il ministero della verità lavora sodo dalla sera alla mattina
in un sistema tecnocratico di fascismo finanziario gli illusi sono carne da macello
se uno ha 30.000 euro da investire e vuole un consiglio eccolo: chiudi il PC, chiudi casa, manda tutti a spendere e fai un viaggio lungo almeno 1 anno, poi se ne hai voglia torna

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lukas
Scritto il 3 febbraio 2012 at 19:06

john_ludd@finanza,

Eh si caro John…sappiamo bene come funziona….e bisogna prenderne atto…..ti ringrazio del consiglio…..ma non lo seguirò……in fondo nonostante tutti gli artifizi……il mio ETf short dopo quasi 4 mesi stasera segna -7 % ed è la prima volta che succede nell’ultimo anno……al massimo perderò i guadagni conseguiti l’estate scorsa !!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

john_ludd
Scritto il 3 febbraio 2012 at 19:37

Lukas,

il consiglio non diretto a te ma a tutti

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Sostieni IntermarketAndMore!

ATTENZIONE Sostieni la finanza indipendente di qualità con una donazione. Abbiamo bisogno del tuo aiuto per poter continuare il progetto e ripagare le spese di gestione!

TRANSLATE THIS BLOG !

I sondaggi di I&M

BCE: che ne sarà dei bond acquistati con il QE?

View Results

Loading ... Loading ...
View dei mercati

Per informazioni, contatti, proteste, idee e quant'altro.... contattatemi !

Image Hosted by ImageShack.us

intermarketandmore@gmail.com

Google+